Lavaggio tappeti

Come lavare i tappeti

Per un lavaggio tappeti ottimale meglio non utilizzare elettrodomestici di qualsiasi sorta, come lavatrici, battipanni e aspirapolvere. I tappeti si puliscono all’antica, facendo uso della classica scopa di saggina, con fibre lunghe almeno venti centimetri. Ideale è stendere sulla superficie del tappeto un mix di acqua e aceto, sfregando il tessuto con la scopa.

Essenziale, dunque, è togliere con costanza la polvere che si annida sulla superficie del tappeto, ma è vietato battere i tappeti fuori dalla finestra, perché in tal modo si guastano i nodi e si rovina la lana del vello, mentre è consigliabile pulire spesso il retro del tappeto, fruendo anche dell’aspirapolvere. E’ bene, infine, effettuare una pulizia profonda del vello una volta al semestre, ed evitare di usare smacchiatori aggressivi per macchie ostinate: meglio servirsi in questi casi del classico borotalco.

Lavaggio tappeti


Pulire tappeti

Pulire tappeti Per permettere ai tappeti di resistere al tempo e all'usura, ogni tanto vanno lavati da cima a fondo. Esiste una miscela per un eccellente lavaggio tappeti, che è possibile realizzare da sè. Ecco cosa occorre: due tazze di bicarbonato, mezza tazza di sapone di Marsiglia grattugiato, venti gocce di olio essenziale di lavanda, otto gocce di olio essenziale di rosmarino, mezza tazza di aceto bianco, due tazze di acqua calda.

Prima di tutto, amalgamate in una ciotola di plastica il bicarbonato e il sapone di Marsiglia grattugiato o in scaglie, quindi aggiungete gli oli essenziali e mescolate bene spezzando eventuali pezzetti con una forchetta. Spargete la miscela sul tappeto e successivamente versate in un secchio l’acqua calda e l’aceto e immergetevi un panno o una spugna. Dopo averlo strizzato, passatelo sul tappeto lavorando a sezioni. Aspettate che si asciughi e poi passate pure l’aspirapolvere.

  • Pulizia tappeti I nostri spazi di casa sono gradevolmente completati dalla presenza di amabili tappeti: in inverno rendono lo spazio caldo e familiare, magari comodamente seduti davanti a un camino, ci godiamo questa...
  • Come lavare i tappeti Parlare di pulizia dei tappeti soprattutto quelli persiani, può sembrare un’impresa ardua, invece con un po’ d’impegno è possibile pulire e igienizzare anche il pi&ugra...
  • Sapere curare la moquette La moquette è una sorta di componente d’arredo che ricopre il pavimento per abbellire tutto l’insieme dell’appartamento, per donargli luce e colore e per dare un tocco di signorilità e bellezza all’in...
  • Come pulire i tappeti Come pulire i tappeti, in particolare quelli persiani? Detto fatto. Prima regola fondamentale, non utilizzare né l'aspirapolvere né qualsiasi altro elettrodomestico per rimuovere la polvere. Meglio ri...


Lavaggio tappeti persiani

Lavaggio tappeti persiani E in caso di lavaggio tappeti persiani, come comportarsi? Le alternative sono due: o si affida il tappeto a imprese specializzate o lo si lava da sè, con tutte le precauzioni che l’operazione richiede. Nel secondo caso, ecco una serie di azioni da non fare mai durante la pulizia o il lavaggio di un tappeto persiano: non utilizzare mai il battitappeto; utilizzare solo occasionalmente l’aspirapolvere, e mai alla massima potenza, perchè si potrebbero rovinare i velli; non utilizzare mai prodotti detergenti, trielina, solventi chimici; in presenza di macchie e incrostazioni non trattare con smacchiatori; non strofinare mai con panni o spazzole in direzione opposta a quella del vello.

Per il lavaggio del tappeto persiano vero e proprio, nel caso in cui disponessimo di un piccolo giardino o anche di un balcone o terrazzo sufficientemente capienti, sarebbe bene stendere a terra il tappeto e innaffiarlo con la canna dell’acqua per rimuovere il primo strato di sporco. In seguito passeremo su di esso, seguendo l’orientamento dei velli, un panno oppure una spazzola con setole morbide, imbevuto con una soluzione di acqua e aceto, possibilmente bianco. Se il nostro tappeto persiano è sporchissimo, dovremo effettuare questa operazione più volte, finché non vedremo i colori diventare nuovamente vivaci. Dopo aver lavato e sciacquato il nostro tappeto persiano, potremo concentrarci sulla sua asciugatura, la quale va completata in maniera naturale, capovolgendo il tappeto per far scorrere via l’acqua, lasciando che il calore compia il resto.