Arredamento.it

Arredamento.it

Manutenzione giardini: come curare il giardino di casa

Manutenzione giardini: come curare il giardino di casa

- 12 marzo 2014

Manutenzione giardini: non solo pollici verdi!

Durante tutto l'anno, chiunque abbia un giardino più o meno ampio, deve sempre fare attenzione a che resti pulito ed ordinato. Certo, ci sono persone che amano i giardini decadenti, ma probabilmente la maggior parte di noi preferisce un giardino impeccabile, magari con un bel prato all'inglese. La manutenzione giardini garantisce un'armonia e una bellezza importante non solo per il giardino stesso, ma anche per chi lo cura, in quanto si ripercuote poi anche sullo stato d'animo del proprietario o di chi ne usufruisce. E' importante ricordare, però, che al di là della bravura e della competenza nostra o dei giardinieri a cui ci rivolgiamo, è fondamentale l'iniziale progettazione del giardino: un giardino ben progettato necessita di cure minori rispetto ad un giardino improvvisato. Quando il giardino è ampio, può essere buona norma affidare la manutenzione ad un giardiniere professionista, se non addirittura ad una ditta specializzata. Quando invece si tratta di un piccolo angolo di verde, possiamo anche decidere di occuparcene personalmente, perché curare un giardino risulta sempre un'attività rilassante che ci allontana dallo stress quotidiano. Ma solo dopo aver acquisito un minimo di competenze su terreno da usare in relazione alle piante presenti, qualità e quantità d'acqua, esposizione a sole e tipo di clima.

Lavori primaverili in giardino

Marzo è il mese migliore per rimettere in ordine il proprio giardino. All'apparire dei primi germogli, torna la voglia di vivere all'aperto e di occuparsi del proprio piccolo paradiso. Una pulizia del manto erboso ci permetterà di notare eventuali aree in cui effettuare la risemina per avere una densità d'erba omogenea su tutta l'area del giardino: per stimolare la crescita del manto erboso si può effettuare una prima concimazione azotata. L'azoto nel terreno, infatti è un ottimo stimolante per la crescita della vegetazione. Marzo è un mese ancora piovoso e freddo, per cui bisogna prestare particolare attenzione all'irrigazione. In caso di scarsità di pioggia, si deve comunque differenziare tra l'acqua che necessitano le piante esposte al sole rispetto a quelle poste in zona d'ombra, zona che resta comunque più umida. Inoltre, si deve distinguere tra le piante che già sono germogliate, e quelle che sono ancora in fase di quiescenza. In alcuni casi, per le piante già germogliate, si può considerare la possibilità di anticipare la concimazione specifica, che solitamente si effettua nel mese di aprile. Un altro importante passo da effettuare per la manutenzione giardini in questo periodo, è quello del rinnovo delle piante perenni, che nonostante il nome, non vivono realmente molti anni, a meno che non le si curi e le si divida eliminando le parti deperite e ripiantando quelle più giovani e fresche.

Elementi decorativi in giardino

La manutenzione giardini non va effettuata solo ed esclusivamente sulla parte verde. Moltissimi giardini. indipendentemente dalle dimensioni, sono impreziositi da dondoli, fontanelle, statue e quant'altro. Sono tutti elementi che come e forse maggiormente delle piante, vanno tenuti in gran conto per non dare al giardino un'aria dismessa. In primavera, quando ci si prepara a vivere nuovamente il proprio giardino, spesso si è costretti ad acquistare elementi nuovi perché ci si è dimenticati di proteggerli durante l'inverno e quindi a marzo risultano rovinati. Il caso più comune è quello del dondolo, sia in plastica, sia in stoffa: il dondolo va protetto, durante la fase invernale, almeno con uno strato di cellofan. Quando poi si tratta di dondoli con cuscini e parti in stoffa, l'ideale sarebbe smontare tali parti, lavarle, e riporle in un ambiente riparato, lontano dalle pioggie ed intemperie invernali, in modo da poterlo poi rimontare in primavera. La struttura metallica o di legno del dondolo, invece, qualora non fosse smontabile, dovrebbe andare coperta, per evitare che si arruginisca, in caso di struttura metallica o che marcisca, in caso di struttura in legno. Le piccole vasche o piscine presenti nel giardino, che rinfrescano il nostro angolo di paradiso durante l'estate, dovrebbero essere svuotate e ripulite. In caso di vasca o fontana in marmo o pietra, potrebbe essere utile passare un anti-alghe o un anti-muschio, qualora si vedesse che c'è la tendenza alla formazione di tali elementi. Importante proteggere anche le statue, in modo che non scuriscano o che non vengano rovinate da grandine e geli invernali.

Sfoglia i cataloghi: