Creare un giardino: guida alla progettazione del giardino

Progettare il giardino: primi passi

Se il vostro angolo verde non è poi molto verde, non disperate. Con un po' di buona volontà e la giusta dose di pazienza potrete creare un giardino da sogno.

Per prima cosa, è necessario dedicarsi alla progettazione. Un giardino bello, infatti, non è solo un giardino con fiori dai mille colori. E' un giardino piacevole, funzionale e naturalmente integrato nell'ambiente circostante.

Dunque è necessario considerare la forma e le reali dimensioni del giardino e, di conseguenza, procedere a valutare quale spazio dedicare a fiori, piante ed eventuali elementi ornamentali.

Non dimenticate, però, che il giardino va vissuto. Nel progetto del vostro giardino, dunque, considerate anche gli spazi per vivere bene il vostro quotidiano (l'angolo per i giochi dei bambini, lo spazio per asciugare i panni, la collocazione della compostiera e degli attrezzi). Ricordate anche di inserire l'eventuale pavimentazione ed i punti luce. 

Tenete presente che creare un giardino perfettamente simmetrico è molto difficile. Dovrete cercare di sfruttare bene lo spazio a vostra disposizione.

Prima di scegliere quali specie piantare e coltivare, nel vostro progetto dovrete poi tenere in considerazione i fattori climatici (in particolare la durata e l'intensità dell'inverno), le caratteristiche del terreno, l'esposizione alla luce diretta del sole, le zone di ombra ed anche la presenza di altri edifici o grossi alberi nelle vicinanze.

come fare un giardino

Klarstein Summershine Lampada Solare Fototerapia Benessere Simula Luce del Giorno (15 x 26 x 2 cm, 10000 Luxm, Supporto per Montaggio a Muro, Borsa da viaggio inclusa) Bianca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69,99€


La rosa, regina dei giardini

rose in giardino Quando si vuole creare un giardino non si possono non coltivare le rose, le regine di ogni angolo fiorito. Esistono innumerevoli varietà di rose: vi sono le rose ibride (eleganti e raffinate), le rose rampicati (romantiche e sempre d'effetto), le rose da siepe (maestose e profumate) e le tradizionali roselline (adatte anche ai giardini più piccoli).

A prescindere dalla varietà di rosa che vorrete nel vostro giardino, ricordate che questo nobile fiore (eccezion fatta per qualche specie che tollera anche l'ombra), ama il sole e necessita di almeno 5/6 ore di luce al giorno. Quando decidete di piantare le rose nel vostro giardino, valutate, con molta attenzione i venti e la loro intensità. Se una buona ventilazione è indispensabile per la fioritura, esporre le rose ad eccessive correnti d'aria è assolutamente dannoso.

Le rose non necessitano di frequenti innaffiature. A meno che siano state piantate da poco tempo o abbiano un terreno asciutto e sabbioso.E' bene dare loro dell'acqua solo durante i mesi più caldi e nei periodi di maggiore siccità. Per quanto riguarda la concimazione delle rose, ricordate è necessario concimarle all'inizio della primavera (quando noterete spuntare le prime foglie) e poi verso la fine di giugno, dopo la prima fioritura. Considerando che le rose sono soggette a vigorose potature scegliete sempre concimi caratterizzati da una buona quantità di nutrienti.

Micro irrigazione irrigazione Flow kit fai da te impianto d' irrigazione tubo da giardino sistema di irrigazione kit, 82FT 30PCS Drippers

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€


Creare un giardino: guida alla progettazione del giardino: Il giardino in primavera

giardino in primavera Uno dei momenti migliori per creare un giardino e iniziare a prendersene cura è sicuramente la primavera. A marzo, infatti, la terra si risveglia e tutto si prepara a rinascere e a prendere colore. Marzo è il mese perfetto per procedere ad eliminare dalle vostre piantine eventuali rametti rovinati e le foglie secche. Grande attenzione, va data anche alla pulizia delle zone intorno ad alberi ed arbusti.

Un bel giardino è un giardino in ordine: dunque, eliminate non semplicemente le foglie secche, ma, soprattutto, estirpate le erbe infestanti che sono solite formarsi nel corso dei mesi invernali. Aiutandovi con una zappa, se lo ritenete necessario, rivoltate le zolle del vostro giardino, non dimenticando, nel corso della lavorazione, di concimare. Se non volete muovere le zolle, comunque, spianate eventuali disuguaglianze del terreno create dal gelo. Dedicatevi poi, alla potatura delle siepi sempreverdi e dei germogli ormai sfioriti dell'erica.

La prima parte della primavera è il periodo migliore anche per concimare tulipani, narcisi e giacinti e per dividere - ed interrare nuovamente - i bucaneve ormai fioriti. Se amate la speronella, il fiordaliso, il velo da sposa o il papavero selvatico, marzo è il mese per seminarli. In aprile, oltre a potare le rose, potete piantare i girasoli, la cappuccina, la calendula e la malva regina. Non dimenticate, inoltre, di dividere le piante perenni e le felci che fioriscono durante l'autunno.