Mattoni a vista per interni, fascino versatile

Mattoni a vista per interni

I mattoni a vista piacciono. Piacciono sempre di più. Fanno subito pensare ai loft newyorkesi, sono dunque tipici dello stile industriale ma anche di quello rustico. E da qualche tempo fanno capolino anche nelle case caratterizzati da altri mood, perché hanno dimostrato tutta la loro versatilità. Rendono più caldo e accogliente qualsiasi ambiente. Più affascinante, anche. Se le pareti sono intonacate, far emergere i mattoni richiederebbe un intervento piuttosto impegnativo e non ci sarebbe nemmeno la certezza di una buona riuscita. Questo il motivo per cui nella maggior parte dei casi si scegli di applicare un rivestimento in mattoni, più precisamente realizzato con listarelle di laterizi dello spessore di circa 1 centimetro. La posa avviene nel modo più tradizionale, anche se da qualche tempo stanno conquistando consensi effetti decorativi ad hoc, ottenuti per esempio tramite l’alternanza di mattoni verticali e mattoni orizzontali, oppure tramite una disposizione volutamente irregolare. In foto i mattoni da rivestimento Terrakotta che Geopietra produce avvalendosi della medesima tecnologia della pietra ricostruita.
Mattoni a vista per interni


Mattoni faccia a vista per interni

Mattoni faccia a vista per interni I mattoni a vista sono detti anche mattoni faccia a vista perché privi di qualsiasi rivestimento e dunque lasciati nella loro pienezza cromatica. Le tonalità predominanti sono il rosso, l’arancio e il marrone, naturalmente, ma ce ne sono anche altre più chiare o ancora più scure. E’ bene tenere presente che il mattone, nel suo colore naturale, tende a togliere luminosità alla stanza; di conseguenza si consiglia di dedicare soltanto una parete a tale tecnica. Per quanto riguarda le altre, sarebbe preferibile scegliere il bianco o comunque un colore neutro e naturale. Mai come in questo caso risulta efficace le regola del “less in more”. E a proposito di bianco, bisogna dire che le vernici candide vengono a volte utilizzare per dipingere i mattoni stessi; un procedimento che si discosta un po’ dall’idea originaria, ma che restituisce ottimi effetti soprattutto nelle case arredate in stile shabby chic. I mattoni a vista sono perfetti per la zona living, meglio ancora se abbinati a un bel parquet. Nel caso in cui sia presente anche un camino, il risultato è a dir poco suggestivo. Anche la cucina è un ambiente adatto, purché sia piuttosto ampia. Qualcuno preferisce i mattoni a vista nella camera da letto, magari sulla parete dove poggia la testiera del letto: una soluzione meno gettonata rispetto alle altre due, che tuttavia può rivelarsi molto valida.

  • Pietra ollare L’uso della pietra ollare in cucina risale ai tempi del medioevo, e da sempre è stata preferita alla terracotta per la maggiore resistenza agli urti e minore fragilità (ma comunque bisogna prestare at...
  • Pavimenti per esterni in pietra La pavimentazione esterna è un elemento fondamentale per il completamento degli spazi outdoor, che sia di giardini o terrazzi, deve essere scelta secondo le necessità e rispettando le es...
  • gres porcellanato La scelta della pavimentazione esterna deve essere fatta con coscienza in base a determinati parametri: il gres per esterni è una valida soluzione, molto pratica e resistente con possibilit&agr...
  • Parete in pietra per zona giorno Situato a Faedis, nel cuore del distretto artigianale della pietra piasentina, millimetri4 è un laboratorio artigiano di idee e progetti con al centro la pietra naturale.  Nato ne...


Parete con mattoni a vista

Parete con mattoni a vista La parete con mattoni a vista ha grande personalità, non ci sono dubbi. Rappresenta anche un modo per personalizzare l’ambiente, renderlo unico. Si pone, tuttavia, il problema della pulizia e della manutenzione: da una parte la polvere tende ad accumularsi nei piccoli spazi fra un mattone e l’altro e anche sulla superficie, dall’altra è concreto il rischio di deterioramento. E’ dunque necessario essere molto costanti, mettetelo in conto. Per il resto, non c’è nulla di particolarmente difficile: occorre pulire quotidianamente i mattoni con un panno asciutto (dunque procedere nello stesso modo in cui si spolverano i mobili) e ogni quindici giorni utilizzare un detergente specifico. State alla larga dai normali prodotti per i pavimenti o per la pulizia generale della casa, perché possono contenere agenti aggressivi e sgrassanti e dunque danneggiare i mattoni. Un altro consiglio: non appendete troppi quadri e/o specchi sulla parete con mattoni a vista. Rischiate di saturare l’ambiente e al tempo stesso di smorzare il fascino di questa lavorazione così particolare. In foto un rivestimento realizzato con il sistema IsoVista, frutto dell’unione fra il materiale isolante, i listelli faccia a vista e il design della battentatura perimetrale del pannello che garantisce continuità superficiale dell’isolamento anche nelle zone di giunzione. La conseguente eliminazione dei ponti termici conduce a un ottimo isolamento.


Mattoni a vista per interni, fascino versatile: Mattoni a vista finti

Mattoni a vista finti Non avete la possibilità di applicare autentici mattoni a vista? Esistono delle strade alternative, più economiche e veloci. A cominciare dai pannelli: i più diffusi in commercio e più apprezzati dagli utenti sono senza dubbio quelli in polistirolo - polistirene alta densità, leggeri e resistenti agli urti. Ottimi anche i pannelli realizzati in vetroresina, fibra di vetro e polvere di pietra naturale. Tutti possono essere montati su ogni superficie – legno, muro, cartongesso – con apposite viti e poi rifiniti con stucco e i colori di proprio gradimento. Un’altra soluzione coincide con la carta da parati raffigurante, appunto, i mattoni: si raccomanda tuttavia di sceglierla di ottima qualità, altrimenti si rischia di ottenere un effetto… improvvisato. E poi ci sono le piastrelle in gres porcellanato, amate da un crescente numero di persone. In foto, un esempio relativo alla collezione Bristol di Ceramica Rondine: al formato classico 6x25 cm si affiancano i formati 34x34 cm, 17x34 cm, 60.5x60.5 cm e 60x60 cm rettificato.