Pentole in alluminio, leggere e maneggevoli

Pentole alluminio

Molti italiani utilizzano le pentole in alluminio per cucinare e sorge spontaneo chiedersi perché? Innanzitutto l’alluminio ha numerosissime qualità, tra cui la versatilità che gli consente di adattarsi a diverse tecniche di cottura. Quindi l'ottima conduttività di calore costante su tutta la sua superficie, la maneggevolezza - è molto leggero - la resistenza agli urti, agli schock termici, alle abrasioni, alla corrosione e il fatto che non necessiti di manutenzione.

Fatto non secondario, è riciclabile al 100%. Svariati test hanno verificato che anche dal punto di vista della salute non comporta alcun rischio per quanto concerne il contatto con gli alimenti come indica il Decreto Legge del 18 aprile 2007 recante la disciplina igienica dei materiali e degli oggetti di alluminio e di leghe di alluminio destinati a venire a contatto con gli alimenti pubblicato dal Ministero della Salute. La condizione sine qua non è che la pentola di cui ci si serve sia in alluminio per alimenti e di purezza non inferiore al 99%.

Ma come mantenere al meglio le pentole in alluminio? Al primo utilizzo pulite attentamente le pentole, sciacquatele con acqua bollente e asciugatele; successivamente ungete l'interno con un poco di olio o burro e lasciate riposare per qualche ora. Occorre non dimenticare che gli alimenti cuocciono meglio e mantengono più sapore a fuoco moderato, proprio perché le pentole in alluminio extra puro presentano un’alta conducibilità termica non occorre mai utilizzare fiamme alte; evitate dunque il surriscaldamento: non scaldate mai la pentola vuota su un fuoco sia esso alto o basso. Evitate di lavare le pentole in alluminio con purezza superiore al 99% in lavastoviglie e ricordate che i cibi fortemente acidi e salati come marinate o salamoia, possono essere perfettamente cucinati in contenitori di alluminio con purezza superiore al 99%. Infine, la patina scura che si forma all'interno di queste pentole è dovuta all'ossidazione del metallo: si tratta di una vera propria barriera protettiva inerte che non va tolta.

In foto: pentole Agnelli in alluminio con purezza superiore al 99%

pentole in alluminio


Pentole in alluminio, leggere e maneggevoli: Pentola alluminio

Pentola alluminio Le pentole in alluminio possono non essere in puro metallo, ma rivestite all’interno con uno strato antiaderente. Si uniscono in tal modo tutte le preziose caratteristiche dell’alluminio descritte nel primo paragrafo con la possibilità….di distrarsi poiché il fondo antiaderente non fa appiccicare il cibo in cottura.

Molto apprezzate sono le pentole della linea “Platinum” della collezione Baldassare Agnelli, in materiale resistente e scivoloso, le quali esaltano i pregi dell’alluminio, ossia maneggevolezza e capacità di condurre il calore, ma impediscono ai cibi cucinati di attaccarsi sul fondo.S ono appunto antiaderenti: più facili da pulire, non bruciano il cibo e, se usate per scottare, permettono di utilizzare meno olio, burro o altri grassi. La collezione di pentole “Platinum” di Baldassare Agnelli sono prodotte con l’antiaderente “Dupont” azienda storica, leader nella produzione di rivestimenti antiaderenti sicuri per l’uso in cucina. Le pentole con rivestimento antiaderente “Platinum” Baldassare Agnelli possono arrivare a temperature fino a 260°C senza danneggiare il rivestimento, (temperatura di molto superiore a quella necessaria per bollire, friggere o cuocere in forno), ma vanno sostituite quando troppo graffiate perché terminano di assolvere alla specifica funzione

In foto: pentole in alluminio antiaderente “Platinum” della collezione Baldassare Agnelli


  • Pentola forno Patate al forno per una cena in famiglia o lasagne per gli ospiti? Basta possedere una buona pentola forno, in alluminio antiaderente, porcellana, acciaio o in altri materiali e qualsiasi piatto può u...