Piastrelle in PVC

Piastrelle adesive cucina

Oltre ai tradizionali pavimenti in ceramica, esistono in commercio particolari piastrelle in PVC adesive; si tratta in genere di materiale plastico in strato sottile, con un lato già ricoperto di speciali colle, che permettono di far aderire il materiale su piastrelle già presenti, o direttamente sull'intonaco. Per permettere una perfetta adesione delle piastrelle al muro, è necessario prima ripulire perfettamente la superficie dalla polvere e sgrassarla con prodotti appositi. Preparato il muro, si posizionano le piastrelle, con la modalità scelta, ovvero parallelamente al pavimento, o in modo trasversale. Le piastrelle autoadesive si possono utilizzare anche per il pavimento della cucina. Tipicamente sono prodotte in PVC, che resiste all'usura, agli urti, ai detergenti utilizzati comunemente. Di solito queste piastrelle non prevedono la posa di fughe tra i vari pezzi, e quindi la posa deve venire effettuata accostando il materiale in modo perfetto. Esistono in commercio anche piastrelle adesive particolarmente resistenti, dove all'impasto di materiale plastica si sono aggiunti materiali pregiati.
Piasterelle adesive per cucina

PS00028 Adesivi murali in pvc per piastrelle per bagno e cucina Stickers design - Decori in bianco e nero - 25 piastrelle formato 20x20 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,9€


Coprire piastrelle cucina

Piastrelle adesive decorative La cucina è una delle stanze della casa le cui superfici vengono più rovinate dall'usura; questo avviene sulle pavimentazioni perché gli abitanti della casa trascorrono molto tempo in cucina; sulle pareti invece l'usura è data dalla necessità di mantenere pulita la superficie, che viene quindi a contatto quotidianamente con detergenti di vario tipo. Per rinnovare la cucina è possibile rivestire il pavimento ed il rivestimento della parete, senza la necessità di rimuovere le piastrelle usurate sottostanti. Per questo scopo si utilizzano solitamente delle particolari piastrelle in PVC, che possiedono un lato già rivestito di colla super adesiva. Questo materiale ha il pregio di essere molto economico, e facile da rimuovere; quindi permette di rinnovare periodicamente la cucina, senza affrontare spese eccessive. Se desiderate un rivestimento più durevole o particolare, in commercio si trovano anche piastrelle adesive molto resistenti, costituite da PVC a cui viene mescolata polvere di quarzo o di marmo; oltre ad essere più resistenti, questi prodotti sono anche più piacevoli alla vista.

  • arredo bagno karol k08 Da oltre 30 anni Karol produce ambienti per cucina e arredi bagno. Le due linee di produzione si differenziano per Target di mercato al quale si rivolgono. Nel bagno i modelli si caratterizzano attrav...
  • pulire bagno Il bagno è il luogo della casa che maggiormente deve essere pulito ed igienizzato tutti i giorni dato che viene utilizzato in ogni momento da tutti i componenti della famiglia. Per pulirlo bene ed in ...
  • mosaico in bagno In casa la stanza da bagno deve suggerire un'idea di fresco, pulito, cristallino.Ed è per questa ragione che per molti anni, al momento della scelta del colore bagno, i colori utilizzati per i rives...
  • Pulire le fughe del pavimento La fuga è quello spazio che intercorre tra una mattonella e l'altra ed è necessaria per conferire elasticità al pavimento e, spesso, anche per migliorarne l'estetica. Le fughe, generalmente, vengono r...

PS00012 Adesivi murali in pvc per piastrelle per bagno e cucina Stickers design - Decori retrò - 81 piastrelle formato 10x10 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,9€


Rivestimenti in resina

Cucina con rivestimento in resina Oltre alle piastrelle tradizionali, oggi per la cucina ed il bagno si utilizzano anche particolari resine plastiche; tali prodotti non vengono preparati precedentemente in piastrelle, ma vengono posati direttamente sul pavimento, in forma liquida: si miscela la resina e la si stende direttamente sul pavimento, preventivamente pulito e sgrassato. In questo modo è possibile rivestire qualsiasi pavimento, anche molto rovinato, con uno strato che può essere di pochi millimetri. Questo tipo di rivestimento è adatto anche per le per le pareti, dove si posa con appositi strumenti; è possibile utilizzare intonaci in malta cementizia, mescolata con additivi che la rendono completamente lavabile ed idrorepellente. Nella malta cementizia e nella resina è possibile miscelare anche materiali in polvere che rendono la tessitura particolarmente gradevole, come polveri di pietra macinata, o di vetro colorato. Il risultato è un rivestimento continuo, senza le classiche suddivisioni in quadrati, con finitura opaca o lucida.


Piastrelle in PVC: Rivestimenti a pannelli

Cucina con pannelli di rivestimento Oggi molte cucine sono posizionate all'interno della sala da pranzo o del soggiorno, con cui condividono lo stile ed il look; per questo motivo spesso si ricercano anche nei rivestimenti degli effetti che si discostano molto dalla parete di piccole piastrelle, tipica delle vecchie cucine. In molti casi si ricorre, per il rivestimento della pareti, all'utilizzo di pannelli, che si fissano al muro con dei tasselli o con delle viti. I pannelli più utilizzati sono in acciaio, o in altro materiale dalla finitura metallica; questo tipo di rivestimento imita quello delle cucine industriali, il cui look risulta particolarmente gradito in questi anni. Il pannello in acciaio ha il pregio di poter essere pulito con grande facilità, essendo resistente a qualsiasi prodotto chimico; inoltre, spesso il pannello viene suddiviso in più settori, e quindi nel momento in cui una parte della parete risulti danneggiata, risulta più semplice asportare il singolo pezzo di pannello, per sostituirlo. Si ottiene un rivestimento sempre perfetto, che può venire rinnovato con buona frequenza, mantenendo la spesa bassa.