Piastrelle per esterno: i materiali migliori

Piastrelle per esterno

Giardini, terrazzi, bordi piscine: negli spazi esterni, la pavimentazione gioca un ruolo chiave. Perché se da una parte è giusto sceglierla in base ai propri gusti personali, dall’altra è necessario che sussistano determinate caratteristiche come l’idrorepellenza e l’antiscivolo. Non solo. Le piastrelle per esterno devono essere anche ingelive, saper resistere ai carichi, agli agenti atmosferici, alle macchie, a qualsiasi temperatura. E sono pure chiamate a ostacolare la formazione di muffe. Fra i materiali più utilizzati c’è il gres porcellanato che oltre ad essere – appunto – ingelivo, fronteggia bene le abrasioni, gli urti, i graffi. Il gres permette di scegliere fra diversi tipi di finiture: quella naturale non prevede lavorazioni successive alla cottura, non è levigata e neanche lucida, dunque riduce il rischio di scivolamento in caso di pioggia e ghiaccio. Anche la finitura strutturata tutela dalla scivolosità, mentre quella bocciardata restituisce un effetto simile alla pietra grezza e garantisce un’ottima tenuta. E’ a tutta massa con spessore 20 mm il gres porcellanato due2 di Del Conca, pensato e realizzato proprio per ogni tipo di spazio esterno: antiscivolo, removibile, caratterizzato da un’alta resistenza all’usura e ai pesi anche notevoli. Due2 si installa a secco in modo semplice e rapido, su erba, sabbia, ghiaia; può essere inoltre utilizzato per pavimentazioni sopraelevate perfettamente piane di terrazze e lastrici solari e consente all’acqua piovana di defluire al di sotto della pavimentazione. Disponibile con bordi naturali o rettificati, due2 è prodotto in molteplici formati e stili ed è corredato di complementi quali i gradoni, i battiscopa, gli elementi ad elle. L’utente ha la facoltà di richiedere lavorazioni personalizzate.
Piastrelle per esterno

HIMRY® 5x Rotelle pavimenti duri ufficio sedia rotelle sedia rotelle Parquet 11 millimetri Sedia da ufficio rotelle per pavimenti duri, parquet, laminato, piastrelle o pavimento in pietra ... Bianco, KXD3200 White

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,45€


Piastrelle in cemento per esterno

Piastrelle in cemento per esterno Oltre al gres porcellanato, per la realizzazione delle piastrelle per esterno vengono impiegati altri materiali come il cotto e il cemento, o più precisamente il calcestruzzo. Il cotto contribuisce a creare un ambiente rustico, dallo stile più tradizionale. Attenzione, però: c’è differenza fra il cotto per interni e il cotto per esterni, dunque nel momento dell’acquisto bisogna specificare bene le proprie esigenze. Il cotto per esterni è ingelivo e resistente sia alle intemperie che al continuo calpestio, dura nel tempo e conserva intatta la sua bellezza. E poi ci sono le pavimentazioni in calcestruzzo, materiale assai diffuso e composto da cemento (in gran parte), ghiaia, sabbia, acqua, inerti di varia pezzatura e qualche volta da additivi. Grazie a particolari sistemi di stampaggio il calcestruzzo può “imitare” perfettamente l’aspetto delle pietre naturali, della roccia, dei mattoni e del legno. Anch’esso ha la capacità di restare pressoché inalterato nel tempo anche perché, dopo lo stampaggio, viene trattato con speciali resine che lo rendono antisdrucciolo e antiassorbimento. Per il resto, possiamo dire che possiede i medesimi pregi del gres porcellanato: fa scudo contro le muffe, non si lascia intaccare dagli agenti atmosferici e non risente dell’usura. Essendo di natura monolitica, inoltre, non subisce avvallamenti e non deve sopportare assestamenti di sorta. Nella foto vi mostriamo le piastrelle lucidate Mega della Collezione Veneto di Favaro1. Si possono avere nei formati 100x100cm, 100x50 cm, 50x50 cm e 50x25 cm, lo spessore di tutti i moduli è 9 cm. Sono realizzate con cemento misto a graniglie selezionate di pietra prelevate in natura. Raggiungono alti livelli di resistenza grazie alle loro essenza fibro rinforzata.

  • I Porfidi Marazzi Le piastrelle da esterno più adatte per terrazzi, balconi o aree adiacenti al giardino solitamente sono quelle grezze. Tuttavia, i pavimenti da esterno possono essere di diverso genere e spesso la sce...
  • Mattonelle per esterni Reperibili in numerosi colori, texture, morfologie e dimensioni, non è difficile intuire che le mattonelle per esterno in ceramica siano una delle scelte più diffuse tra gli utenti. Ma non tutte le pi...
  • Pavimenti in gres porcellanato effetto pietra Da diversi anni il mercato propone una selezione sempre più ampia di rivestimenti che richiamano le pavimentazioni realizzate in pietra, grazie a tecnologie molto più evolute rispetto al passato, le ...
  • Gres porcellanato per cucina Semplice da igienizzare, resistente alle macchie e agli urti e capace di sopportare il contatto con agenti aggressivi: sono queste le qualità principali richieste a un rivestimento per cucina. Tra i m...

Cuscino Cotone Fruit Stampato Kantha di lavoro di 16 con 16 pollici Set 5 Pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,39€


Piastrelle per pavimenti esterni

Piastrelle per pavimenti esterni Gres porcellanato, cotto, calcestruzzo: ecco cosa troviamo sul podio per quanto riguarda le piastrelle da esterni. Seguono, in questa sorta di classifica, le pietre naturali. Dure, ingelive, per nulla intimorite da pioggia, freddo & C. Scendendo ancor più nel particolare, in Italia vanno per la maggiore i travertini, i serizzi, la pietra d'Istria e di Trani, i quarzi. Poi ci sono i graniti, rocce “potenti” e compatte, che continuano a riscuotere consensi. Cambiando completamente fronte, ecco arrivare le piastrelle realizzate con materiali ceramici, ovvero impasti di sassi, sabbie e pietrisco con acqua e leganti o argilla cotta ad alta temperatura e lasciata seccare. Le ceramiche sono antigelive e solida, ma bisogna assicurarsi che la superficie e il supporto appaiono compatti e non porosi altrimenti l’acqua riesce a infiltrarsi. E il legno? Generalmente non viene utilizzato per gli esterni in quanto non sopporta bene l’umidità. Alcune essere rappresentano tuttavia un’eccezione e, fra queste, molto gettonato è il teak. Perché impregnato, per natura, di resina che lo rende idrorepellente. Si consiglia tuttavia di prestare particolare cura nella manutenzione, applicando specifici prodotti per evitare che diventi grigio col passare del tempo. Nella foto, le piastrelle della collezione Bioarch di Panaria: in ceramica, ispirate alla quarzite naturale piemontese, pressate a secco e non smaltate.


Piastrelle per esterno: i materiali migliori: Piastrelle per terrazzi esterni

Piastrelle per terrazzi esterni Piastrelle per esterno: quelle destinate al rivestimento dei terrazzi devono possedere le medesime caratteristiche di quelle utilizzate per giardini, vialetti e bordi piscina. Occorre inoltre valutare attentamente alcune questioni come il peso che il terrazzo può sopportare, la necessità di proteggere la membrana impermeabilizzante e la necessità di tamponare le escursioni termiche. I materiali scelti più frequentemente per i terrazzi sono il gres porcellanato e la ceramica, che sanno offrire anche una notevole resa in termini di estetica. Si consigliano i colori chiari, che attirano di meno i raggi solari e dunque permettono di evitare il surriscaldamento della superficie durante i mesi estivi. Per quanto riguarda il formato, quasi tutti preferiscono le piccole dimensioni: 15x15 e 30×30 cm. Nella foto, le piastrelle della collezione Treverk Outdoor di Marazzi realizzate in gres porcellanato colorato in massa. Riproducono l’effetto del legno e sono disponili in 3 tonalità: Beige, Teak, Capuccino.