Pitture per interni

Tipi di pitture per interni

Tinteggiare le pareti di casa contribuisce a mutare aspetto agli ambienti, intervenendo in modo semplice e con costi tutto sommato contenuti. Si tratta di una buona opportunità per cambiare look e rinfrescare i locali in cui si vive. Tuttavia i prodotti che si possono scegliere per effettuare questi lavori presentano caratteristiche diverse e peculiari non solo per la loro resa decorativa, ma anche per le loro proprietà tecniche.
Tra le pitture per interni più diffuse e apprezzate ultimamente, figurano quelle “intelligenti”. L’impatto che gli ambienti domestici e di lavoro hanno sul nostro benessere quotidiano è infatti molto più significativo di quanto si possa immaginare.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene che il 20% della popolazione occidentale soffra di disturbi fisici (cefalee, nausea, irritazioni, allergie) causati dalla permanenza prolungata in ambienti non accoglienti e/o inquinati da sostanze chimiche.

Problematiche crescenti legate all’inquinamento, alla carenza di fonti rinnovabili e normative sempre più restrittive, hanno portato, inoltre, ad una nuova consapevolezza sociale legata alla certezza che anche i prodotti vernicianti possano contribuire al grado di benessere degli spazi e dei manufatti abitativi nel pieno rispetto dei criteri di sostenibilità.

E allora, spazio alle nuove pitture intelligenti, prodotti user-friendly, con formulazioni delicate ma che offrono al contempo eccellenti caratteristiche di decorazione, protezione, applicazione.

Tipi di pitture per interni


Nuove pitture per interni

Nuove pitture per interni Tra le nuove pitture per interni, spicca Bellarya di Boero. Si tratta di una lavabile murale ipoallergenica Painting Natural ideale anche per soggetti particolarmente delicati. Le allergie, infatti, sono un problema comune. Ricerche scientifiche dimostrano come, attualmente, il numero degli individui afflitti da sindromi ufficialmente riconducibili a tale patologia sia in continuo aumento: ognuno di noi, infatti, almeno una volta nella vita, in occasione di stress o di particolari situazioni di debolezza, sviluppa allergie o intolleranze dal diverso grado di importanza. La lista delle sostanze allergenizzanti - ovvero delle sostanze che possono causare un’allergia – è praticamente illimitata: inquinanti atmosferici, pollini, polvere, muffe e pelo animale sono gli allergeni più comuni.

Tutte le pitture producono sostanze volatili, le quali possono creare disagi legati alla percezione olfattiva a soggetti molto predisposti. Anche il contatto epidermico può esporre soggetti delicati agli allergeni. Utilizzare prodotti specifici è la prevenzione più efficace.

Bellarya Painting Natural di Boero, pittura ipoallegenica a VOC≅0 offre eccezionali prestazioni tecniche e decorative a formulazione rigorosamente controllata e adatta anche ai soggetti più sensibili. Facile da applicare, Bellarya oltretutto non diffonde odori sgradevoli né in fase applicativa né durante l’essiccazione né successivamente.


  • Idropittura lavabile Come molti sanno, il comfort di un ambiente dipende da svariati fattori: luminosità, temperatura, qualità dell’aria, colori, odori. Tuttavia, non tutti sanno che vi è anche un inquinamento casalingo c...
  • ben essere baldini Baldini Vernici ha creato un nuovo prodotto ecologico, Ben Essere.Si tratta di una idropittura traspirante e ipoallergenica. Prodotto ideale per tutti gli ambienti, è stato pensato con una particola...
  • Come pitturare le pareti: scegliere il colore Pitturare le pareti della vostra casa può sembrare un lavoro difficile ma se viene svolto nel modo adeguato può risultare veloce e divertente, basta avere buona volontà e decidere bene qual è il risul...
  • I segreti per dipingere casa Quando entriamo in una casa nuova o semplicemente decidiamo di dare una svolta alla nostra casa dai muri bianchi e impersonali, la soluzione è dipingere casa.Come fare, come scegliere e come parti...


Tecniche di pittura per interni

Tecniche di pittura per interni Per applicare le pitture per interni, occorre saper tinteggiare: ma quali sono le tecniche più diffuse? Chiaramente, ciascuna tecnica ha un suo grado di difficoltà, pro e contro. Si può partire dalla velatura: una tecnica che si può sviluppare con svariati strumenti, tra cui spugne e stracci: tra le finiture murali, è una delle più facili da eseguire e ha anche il vantaggio di offrire una varietà di effetti variegata e sempre differente. Si distingue per un motivo trasparente che si ottiene giustapponendo a un fondo opaco, una o più mani di finitura velata in colori differenti: a contrasto o in nuance di tonalità, in base al risultato che s’intende ottenere. Richiede prodotti specifici, disponibili in versione lucida, opaca o cerata, che si mettono a punto aggiungendo a una base neutra i colori universali a tintometro. La spugnatura è la una delle tecniche più popolari e si esegue con una spugna che può essere naturale o sintetica: utilizzando l’una o l’altra si ottengono effetti diversi.

La posa si esegue in più modalità. Il metodo “a mettere” consiste, dopo aver preparato la superficie con uno strato di primer e due mani di fondo della tinta base, nell’immergere la spugna nella vernice e tamponare la parete con tocchi leggeri. Esiste poi la tecnica “a togliere”, che invece si ottiene stendendo sul muro il prodotto di velatura, con il rullo oppure la pennellessa, e di picchiettare la spugna sulla parete finché la pittura è ancora umida, in modo da rimuovere parte della vernice. Lo spatolato è infine un po’ più difficoltoso per un intervento fai da te, ma rende la parete lucida e liscia al tatto, con un effetto simile al marmorino. Si sviluppa con particolari pitture - simili agli stucchi - che si stendono, come dice il nome, con una spatola in metallo o plastica, più semplice da usare perché è più soffice, con spigoli smussati.

In foto, tinteggiatura a spugnatura


Pitture per interni: Pitture murali per interni

pittura Bellarya Boero Le pitture per interni moderne devono rispondere a determinate caratteristiche ipoallergeniche e non diffondere odori spiacevoli. Oggigiorno non è sufficiente che offrano esclusivamente buone performance decorative. Bellarya Painting Natural di Boero, oltre a garantire notevoli performance tecniche con formulazione rigorosamente controllata, è a ipoallegenica ed è idonea anche ai soggetti più sensibili. La formulazione ricca ma particolarmente delicata è di nuova concezione e a base di pregiate resine praticamente prive di composti organici volatili (Volatile Organic Compound ovvero VOC). È’ particolarmente indicata anche per le persone allergiche o intolleranti che traggono un vantaggio innegabile dalle sue caratteristiche.

Uno degli aspetti critici nell’affrontare la pitturazione di interni è indubbiamente lo sviluppo di emanazioni persistenti e talvolta sgradevoli. Facile da applicare, Bellarya non diffonde odori sgradevoli né in fase applicativa né durante l’essiccazione né successivamente. Infine è disponibile in 24 tinte chiare di tendenza selezionate dalla collezione colori Boero I Coordinati Gallery, sposando qualità, confort abitativo, interior design.