Arredamento.it

Arredamento.it

Guida alla scelta delle porte blindate

Guida alla scelta delle porte blindate

- 21 dicembre 2015

Installazione delle porte blindate

Le porte blindate garantiscono alle nostre case la sicurezza necessaria e allo stesso tempo, grazie alla creatività dei designer e alle tecnologie di ultima generazione, sono oggetti di arredo integrati a filo nelle areni e rivestite nei medesimi materiali dei muri.   Perché le porte blindate garantiscano alle nostre case la sicurezza necessaria, occorre che la loro installazione sia eseguita a regola d'arte. A partire dal loro fissaggio ai muri, che assicura la correytta tenuta antieffrazione. La porta blindata è fissata al muro mediante zanche in acciaio che entrano nel muro per circa 15 cm e sono fissate con cemento a presa rapida. Se i muri sono fragili (accade spesso negli appartamenti in condominio), intorno alla porta blindata, su tre lati, vengono posizionate delle reti metalliche elettrosaldate, a cui è fissato il controtelaio della porta.   Non solo l'installazione, ma anche la manutenzione corretta assicura alla porta blindata il funzionamento corretto. Ogni anno è consigliabile fare eseguire un controllo di cerniere, serratura e guarnizioni. La porta è da fare controllare poi se eventualmente fa rumore o lascia sul pavimento anestetiche strisce quando la aprite. Per contattare un installatore qualificato potete consultarne l'elenco sul sito dell’Unione costruttori chiusure tecniche (www.ucct.it).  

Porte blindate Bauxt

Giuseppe Bavuso interpreta per Bauxt la porta blindata e crea Plank. Non solo un passaggio verso l'esterno, la porta diviene un pezzo di design dalla forte personalità dentro la casa, staccandosi dalla parete e riappropriandosi di volume e spazio. Anche le cerniere, non più a scomparsa, diventando un elemento di design, parte integrante del progetto. L’anima in acciaio della porta blindata in Plank viene carenata con profili in alluminio che nascondono gli elementi di assemblaggio. in questo modo la porta risulta un oggetto pulito, senza neppure una vite visibile, nemmeno quando la porta è aperta. Dal punto di vista tecnologico, Plank è una porta intelligente, che interagisce con chi la utilizza. Un perimetro a LED, se lo si desidera, può incorniciare l'ingresso della casa ed accendersi o manualmente oppure grazie a un sensore di prossimità.  Anche la maniglia può essere provvista di sensore, che, all'avvicinarsi della mano, attivare la fonte luminosa LED e facilità la visibilità e l’apertura della porta.    

Normative vigenti

Le porte blindate devono risultare in regola con determinati criteri e norme di omologazione e certificazione, che attestano la reale affidabilità del prodotto. In base alla normativa Uni En 1627 vengono suddivise in sei diverse classi antieffrazione, che stabiliscono il grado di sicurezza della serratura, della blindatura e il grado di isolamento acustico.   La classe 1 definisce una porta blindata efficace contro la sola forza fisica utilizzata per aprirla la porta; la classe 2 viene assegnata a una porta resistente a un tentativo di effrazione effettuato con attrezzi semplici come le tenaglie; la classe 3 sancisce la resistenza  ad attrezzi quali il piede di porco o simili; la classe 4 è assegnata a una porta blindata che può resistere uno scassinatore abile, capace di utilizzare sega, accetta, scalpelli e trapani. Le classi 5 e 6 definiscono la capacità di resistenza a tentativi di scasso con attrezzi ancor più sofisticati.    Come orientarsi dunque nella scelta della porta blindata più adatta? La classe 2 si addice a porte per appartamenti condominiali, mentre se in casa si conservano beni di particolare valore, meglio orientarsi verso una classe 3, che è adatta, insieme alla classe 4, anche alle ville. Una porta blindata in classe 3, senza iva e montaggio, ha un costo che si aggira attorno ai 1.000 euro; aumentano di circa 300-400 euro le blindate in classe 4. 

Porta blindata

Le porte blindate garantiscono una sicurezza maggiore rispetto alle tradizionali porte in legno perché sono costruite con materiali ed accorgimenti atti a garantire una resistenza efficace ad eventuali tentativi di effrazione, sfondamento, forzatura ecc., ma anche un valido isolamento acustico e termico. A seconda della qualità, le porte blindate si suddividono in sei categorie dette classi di sicurezza, stabilite mediante prove di resistenza secondo le norme Uni Env 1627 e successive che ne classificano la robustezza e l’isolamento. La classe uno garantisce una efficace difesa ai tentativi di scasso manuale, la classe due resiste anche a piccoli attrezzi come cacciaviti, la classe tre a piedi di porco, la classe quattro a seghe e trapani, la classe cinque a mole ed attrezzi più pesanti e la classe sei è quella che teoricamente dovrebbe resistere a tutto, perciò viene utilizzata nelle banche e negli impianti militari.

Serratura porta blindata

Per un appartamento si può scegliere in base alle proprie risorse economiche e ai beni che si vogliono difendere ed è anche possibile fare un test di rischio della propria abitazione per poter valutare la scelta più oculata. La sicurezza della serratura viene classificata in base alla norma Uni En 1303:05 che certifica la presenza di dispositivi antitrapano e la corrispondenza degli intagli presenti sul cilindro con la cifratura unica della chiave. Esistono poi numerose altre norme che garantiscono vari criteri di sicurezza, l’isolamento termoacustico, la produzione in Italia, l’assenza di materiali nocivi, l’impossibilità di duplicare abusivamente la chiave ecc. Il materiale esterno con cui sono costruite le porte blindate è il legno massello che può contenere vetro antiproiettile, alluminio, acciaio e altri elementi resistenti agli agenti atmosferici. La parte interna del telaio e della serratura è sempre in acciaio.

Costo porta blindata

Per poter garantire nel tempo un corretto funzionamento, è necessario avere alcuni accorgimenti ed effettuare periodici controlli alla serratura e alle guarnizioni. Nel caso si avverta la presenza di rumori insoliti o si notino segni di usura nel pavimento è bene rivolgersi quanto prima alla ditta installatrice o a un riparatore qualificato. A volte possono essere compresi alcuni prodotti specifici per la pulizia e la manutenzione, altrimenti è bene acquistarli a parte da qualsiasi rivenditore in modo da mantenerla in perfetta efficienza usando adeguati detergenti, protettivi e lubrificanti. La porta naturalmente sarà munita di una scheda tecnica nella quale vi sono scritte tutte le indicazioni sui materiali di cui è costruita, le certificazioni, la garanzia, le istruzioni di montaggio, il rispetto delle norme di legge. E’ possibile avere un elenco degli installatori di porte blindate qualificati e usufruire di vari tipi di garanzia. Quella minima prevista dalla legge è di due anni ma in caso di scasso non ci sono rimborsi da parte della ditta installatrice; però è possibile avere uno sconto sull’assicurazione che viene calcolato in base alla classe di resistenza della porta. Ci sono anche degli sgravi fiscali che variano periodicamente e vengono calcolati in base a certificazioni di sicurezza e di risparmio energetico. Considerando che il valore della casa aumenta con la presenza di una buona porta blindata è un investimento da prendere seriamente in considerazione.

Sfoglia i cataloghi: