Porte scorrevoli esterne guida alla scelta

Porte scorrevoli esterno muro

Le porte scorrevoli esterno muro sono una soluzione semplice, funzionale e di rapida installazione: in esse lo scorrimento dell'anta avviene attraverso un binario a vista fissato a parete e non montano nè telaio nè coprifilo. Hanno un minimo ingombro ed un costo inferiore rispetto a quelle a scomparsa poichè evitano i lavori murari di istallazione del contenitore a scomparsa. I vantaggi delle porte scorrevoli esterne sono innumerevoli: i materiali con cui vengono realizzati i binari, acciaio inox e acciaio preverniciato, sono durevoli e inattaccabili dagli agenti atmosferici e non sono soggetti a corrosione; le porte scorrevoli esterno muro sono di facile manutenzione e rimozione; offrono benessere ambientale poichè si inseriscono negli spazi abitativi occupando poco spazio e offrendo un elevato comfort; spesso sono realizzate in materiali con caratteristiche tecniche di alta qualità, quali la non permeabilità al vapore o il basso rischio di attacco da parte di umidità e muffe; ed in ultimo, non dimentichiamolo, sono molto gradevoli e contribuiscono all'arredo di ogni ambiente.
Porte scorrevoli esterno muro


Porte scorrevoli esterne in vetro

Porte scorrevoli esterne in vetro Le porte scorrevoli esterne in vetro sono dei veri e propri complementi d'arredo e conferiscono all’ambiente molta luminosità. Le lastre che costituiscono le ante sono generalmente realizzate in vetro temperato, materiale molto resistente e che in caso di rottura si frantuma in tanti piccoli pezzi non taglienti. La trasparenza del vetro e la possibilità di progettare ante con disegni ed intarsi di vari colori, consentono al progettista la creazione di ambienti in cui la porta non separa del tutto e crea un decoro sul muro attraverso il quale scorre per aprirsi. La scelta varia dai comuni vetri trasparenti, ai satinati, ai colorati, ma anche a quelli sabbiati per concludere con le tecniche di intarsio o di ceramizzazione. In special modo per accostarsi al vetro, grande importanza ha la scelta della struttura del binario (con mantovana, per nascondere la struttura, o a vista) che molte aziende, con ragione, propongono di design sobrio e minimalista.

In foto: un esempio particolare con il modello Enalios di Casali porte.

  • La qualità degli spazi con la porta scorrevole esterno muro Le porte sono elementi di chiusura sempre più utilizzati per caratterizzare lo spazio e valorizzarlo esteticamente.La possibilità di scelta varia tra elementi a battente e soluzioni di porte scorrev...
  • bonus ristrutturazioni L’aggiornamento della Guida fiscale alle agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie. A partire da giugno 2012, grazie al Decreto Crescita n° 83/2012 emanato dal Governo, intervenire con lavori di r...
  • Porte scorrevoli in vetro trasparente Le porte per interni scorrevoli sono un'alternativa perfetta per ottimizzare lo spazio e separare due ambienti. Si prestano ad essere collocate in ogni tipo di ambiente casalingo perché si adattano a ...
  • porta scorrevole rimadesio In fase di ristrutturazione di una casa sono molti gli aspetti da tenere in considerazione al fine di evitare particolari modifiche che successivamente sarebbero difficili da apportare, come ad esempi...


Porte scorrevoli esterne economiche

Porte scorrevoli esterne economiche Se stiamo cercando porte scorrevoli esterne economiche moltissime aziende ci saranno d'aiuto. Esse sono in vendita sia con il sistema "tutto incluso" (binario più anta) ovvero in kit di montaggio in cui è fornito il solo binario (completo) lasciando libero l'acquirente di scegliere in abbinamento qualsiasi tipo di anta compatibile. I materiali con cui sono costruite sono tantissimi. Per realizzare le ante più economiche vengono impiegati, solitamente, legni meno nobili, impiallacciati. Possono essere pantografate, con disegni, laccate e colorate. Diverse sono le aziende che hanno in catalogo porte scorrevoli esterno muro economiche: Ikea, Leroy Merlin, ma anche diverse altre offrono modelli semplici, basic, a prezzi molto accessibili a partire da poche centinaia di euro. Il montaggio di una porta scorrevole esterno muro è abbastanza semplice e può essere fatta anche da chi non è un installatore di professione, ma attenti: se il binario non è ben fissato e non equilibrato o in asse con il pavimento si potrebbe pregiudicare lo scorrimento ed il funzionamento della porta.

In foto: modello Aspen Leroy Merlin


Porte scorrevoli per esterno in alluminio

Porte scorrevoli per esterno in alluminio Le porte scorrevoli per esterno in alluminio garantiscono un elevato isolamento termico. Sia i telai che i profili in alluminio possono essere dotati al loro interno di sistemi isolanti e guarnizioni ad alta efficienza, inoltre l'alluminio consente di creare porte di sezioni ridotte con un notevole vantaggio per la gestione degli spazi architettonici. Il pannello che costituisce l'anta ovviamente è realizzato in altro materiale, solitamente in vetro, ma non esclusivamente. L'alluminio consente inoltre di inserire nei meccanismi di apertura e chiusura soluzioni tecnologiche di sicurezza o di automazione di altissima precisione. Uno dei sistemi più conosciuti di porte scorrevoli in alluminio è della azienda Schüco, marchio prestigioso con sede in Germania ma con un network mondiale, che abbina egregiamente design e tecnica.


Porte scorrevoli esterne muro

Porte scorrevoli esterne muro Le porte scorrevoli rappresentano una soluzione molto funzionale in quanto consentono di recuperare lo spazio solitamente occupato dal raggio di apertura della tradizionale porta a battente. In altre parole, si ottimizza l’utilizzo della superficie disponibile. Le porte scorrevoli esterno muro, in particolare, scorrono lungo la parete su un binario e in molti casi risultano preferibili alle porte interno muro poiché, nelle misure standard di 80 cm di larghezza e 210 cm di altezza, non richiedono lavori di muratura (il che si traduce anche in una minore spesa). Grazie alla leggerezza dei materiali non serve neanche una guida a pavimento: è sufficiente un perno che scorre insieme al pannello. Se avete intenzione di acquistare una porta in legno, tenete presente che quello massello offre ottime garanzie di resistenza e durata, quello listellare è rifinito con lastre di compensato o di Mdf, un materiale di buona qualità da utilizzare soprattutto in combinazione con il vetro. Per quanto riguarda il tamburato, invece, il telaio è in massello e riempito all’interno con una struttura alveolare a nido d’ape; le superfici vengono poi sigillate con pannelli in Mdf o compensato; le ante tamburate hanno il vantaggio di essere resistente al carico e indeformabili nel tempo, assicurando inoltre leggerezza e risparmio. Se invece la porta è realizzata interamente in vetro o se contiene inserti in vetro a meno di cento cm da terra, questo deve essere temperato, ovvero con una resistenza cinque volte maggiore rispetto ad un vetro normale (in caso di rottura si sbriciola in pezzi minuscoli che non tagliano), oppure stratificato cioè composto da due lastre da tre mm di spessore ciascuna, incollate su una pellicola chiamata Pvb; questo tipo di vetro quando si rompe mantiene incollati i suoi frammenti. In foto Plana di Bertolotto, caratterizzata da un binario in alluminio dalle proporzioni minimali ed eleganti.


Porte scorrevoli esterno

Porte scorrevoli esterno Le ante delle porte scorrevoli esterne possono essere realizzate con tutti i materiali in genere usati anche per quelle a battente: legno massello, tamburato, PVC, alluminio, vetro. Possono essere lisce o a rilievo, laccate o caratterizzate da inserti in vetro o in altri materiali. La scelta dipende ovviamente anche dallo stile complessivo dell’arredamento della casa. I vantaggi offerti da queste soluzioni sono tanti, ma non mancano gli svantaggi. Innanzi tutto, la porzione di parete occupata dal controtelaio non può essere utilizzata per far passare impianti o appendere pensili, anche se oggi esistono in commercio controtelai anche in grado di permettere di installare tubazioni o cavi elettrici o sostenere elementi pesanti come i radiatori. Si tratta però di opzioni piuttosto costose. Restando in tema di spesa, il costo di una porta scorrevole per interni dipende da vari fattori, come appunto il tipo di materiale con cui è realizzata, la grandezza e anche l’azienda produttrice. Possiamo quindi trovare proposte di buona qualità a partire da 300 – 400 euro fino a qualche migliaio. I prezzi più alti sono previsti per realizzazioni particolari, per esempio porte curve o fuori dalle dimensioni standard. In foto Cristal Air di FerreroLegno, senza profili in alluminio. In cristallo satinato extrachiaro ha spessore di 8 mm. È disponibile nelle larghezze tra 66 e 140 cm e nelle altezze da 140 a 290 cm.


Porte scorrevoli esterne guida alla scelta: Porta scorrevole esterna muro

Porta scorrevole esterna muro Non sempre è possibile installare un controtelaio all’interno della parete per l’alloggiamento di porte scorrevoli a scomparsa; una valida alternativa è rappresentata proprio dalle porte scorrevoli esterne, che non necessitano di opere murarie e contribuiscono anche a valorizzare l’ambiente. Necessario tenere però a mente che le pareti perimetrali esterne devono rispettare determinate e precise caratteristiche. Lo spessore del materiale edilizio, la capacità termica e la conduttività, insieme ad altri accorgimenti apportano sicurezza e funzionalità, all’interno della nostra abitazione, traducibili in benessere, prevenzione dei fenomeni di muffe e condense, robustezza della parete e durata nel tempo. In foto Mitika di Adielle, caratterizzata da uno stile pulito, essenziale, e dal minimalismo delle forme. Un unico vetro centrale, racchiuso dal telaio in alluminio, rende questa porta semplice e adatta ad ogni tipologia di ambiente. Mitika scorrevole è frutto di un disegno tecnologico e geometrico che si integra nello spazio senza appesantire l’ambiente. Un’estetica rigorosa che si basa anche su meccanismi collaudati e silenziosi.