Scale da interno

Da un piano all'altro: scegliere il modello giusto

Se una casa è divisa su più livelli, le scale da interno diventano parte essenziale dell'arredamento. Per questo è importante scegliere un modello che si integri con l'arredamento, con lo stile e con la struttura dell'abitazione.

Se lo spazio lo consente, è sempre meglio sceglierne una non a chiocciola, per questioni di comodità e sicurezza: una scala lineare è sempre più facile da percorrere, anche quando si è carichi di pesi; anche la manutenzione e la pulizia risultano più facili, poiché lo spazio di ogni gradino è più facilmente raggiungibile.

A livello generale, si possono fare due distinzioni: scale in muratura e scale prefabbricate. Le scale in muratura sono realizzare quasi sempre in opera, hanno una struttura in mattoni e cemento e i gradini possono essere rivestiti di piastrelle o legno. Esteticamente, si inseriscono bene in contesti agresti, con uno stile country, o classici anche se l'utilizzo di nuovi materiali - come le resine cementizie - consente la scelta di scale in muratura anche in location più moderne.

scala moderna

AGPtek® applique da parete 3W LED moderna all'interno della lampada da parete lampada del corridoio della lampada luci scale massimale per il soggiorno, camera da letto (nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Scale prefabbricate

scala moderna Più versatili, invece, le scale prefabbricate: strutture svincolate dal corpo strutturale dell'appartamento, che permettono di mescolare linee e materiali; possono essere smontate e rimontate (a patto che le misure si adeguino) in un'altra casa; esteticamente sono più leggere e occupano meno spazio di quelle in muratura e si possono inserire in qualsiasi ambiente, dal loft all'appartamento classico. La scelta dei materiali per questo tipo di scale da interno è vastissima: per la struttura portante fanno da padroni il legno, l'acciaio o il ferro che possono essere abbinati a vetro, cristallo (trasparenti o opachi), pietra, ceramica e tanti altri materiali per le pedate. Importanti sono anche il parapetto e il corrimano: anche questi elementi possono variare di materiale e colore per adeguarsi al resto dell'arredamento.

Va ricordato sempre, che anche una scala prefabbricata viene realizzata il più delle volte su misura, per consentire a chi la utilizzerà il massimo confort e la sicurezza totale.

  • Scale esterne in pietra In genere, la scala esterna va messa a punto tenendo conto di una serie di fattori, che spaziano dal tipo di rivestimento, al supporto utilizzato, sino alle sagomature che compongono gradini e decori....
  • Scale per interni Elementi fondamentali in strutture abitative a più livelli, le scale per interni, quando non sono progettate in muratura, vengono proposte prefabbricate e in questo caso la scelta è vasta e le combina...
  • scale a chiocciola Rintal Trio, nata dalla filosofia progettuale di scale a chiocciola Rintal Stair System™, l’innovativo “Sistema Scale” firmato da Rintal e Giugiaro Architettura, rivoluziona i canoni estetici delle scale a c...
  • scala a chiocciola fontanot Fontanot è un marchio consolidato tra le aziende che producono scale ed è riconosciuto grazie ai prodotti innovativi e funzionali, frutto di una costante ricerca per elementi che consentano al miglior...

Aglaia Lampada da Parete con Sensore di Movimento, Luce per Armadio 5 LED Ricaricabile con 2 Modalità d'Illuminazione, Lampade per Scale, Corridoio, Guardaroba, ecc.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


I numeri di una scala da interno

scala prefabbricata Sono due le norme di riferimento per la realizzazione di scale da interno: la Legge 9 gennaio 1989 e il D.M. 236 del 14 giugno 1989. Secondo queste direttive, la larghezza di una scala per interno (non a chiocciola) in abitazione privata deve essere di minimo 80 cm e l'inclinazione va compresa tra i 30 e i 60 gradi. Maggiori restrizioni possono essere dettate dai Regolamenti comunali, che possono variare appunto da Comune a Comune. Quindi, prima di realizzare una scala interna è meglio informarsi in municipio.

In fatto di scala lineare, se l'altezza tra i due piani è inferiore a 2,50 metri si può scegliere una sola rampa; se invece supera i 3 metri conviene optare per un modello ad angolo; per altezze ancora superiori, sarebbe opportuna la creazione di un pianerottolo intermedio.

Anche altre misure vanno tenute a mente in fase di progettazione e scelta di una scala interna: l'altezza ideale per il corrimano è di 90 cm; gli elementi della ringhiera non devono distanziarsi di più di 10 cm l'uno dall'altro; la profondità dei gradini (pedata) deve essere di almeno 30 cm e l'alzata (lo spazio verticale tra un gradino e l'altro) non deve superare i 18,5 cm. C'è una formula che lega alzata e pedata e che va rispettata in fase di progettazione, per determinare la pendenza: pedata più due volte alzata, uguale a 62 o 64 cm. Rispettando questo rapporto si progetterà una scala comoda, sicura e facile da salire.

Infine, una scala di qualsiasi tipo deve reggere un peso di 400 kg al metro quadro.

Vista la complessità della materia, legata in modo ferreo alla sicurezza personale, è sempre meglio rivolgersi a un professionista specializzato per la progettazione delle scale per interno. Un architetto, un ingegnere o un geometra saranno in grado di fare i calcoli strutturali necessari per capire dove bucare la soletta per posizionare la scala e come realizzarla.


I gradini

scala mobirolo Dopo aver scelto il modello, creato il progetto, realizzato l'opera, ci sono ancora tanti piccoli accorgimenti da prendere per rendere vivibili le scale da interni.

Intanto i gradini. Meglio se con gli spigoli smussati e non incerati. Ogni giorno saranno calpestati decine e decine di volte, quindi è opportuno limitare ogni possibile eventualità di caduta. Proprio per ridurre il rischio di incidenti, si possono fissare strisce adesive antiscivolo, oppure inserti di moquette (anche se quest'ultima opzione può rivelarsi anti igienica).

Molta attenzione va prestata alla sicurezza dei più piccoli. I bambini sembrano sempre attratti dalle scale, che però nascondono tantissime insidie per loro. In fase di progettazione si potrebbe pensare a un cancelletto in stile con la scala oppure dotarsi di cancelletti temporanei da fissare al muro e togliere non appena il bimbo sarà cresciuto. In commercio ce ne sono di tantissimi tipi, di solito in materiale plastico bianco, anche estendibili, per adeguarsi alle diverse dimensioni delle scale.


Scale da interno: Elementi da considerare

scala illuminata Altro fattore da tenere in considerazione è l'illuminazione. Le rampe devono essere tutte bene illuminate e se non basta la luce naturale o quella della stanza, si possono posizionare faretti che diano luce alle zone buie oppure illuminare i singoli gradini con dei neon.

Infine, la questione dello spazio. Le scale da interno occupano una superficie e il più delle volte la zona sottostante resta inutilizzata. Per le scale in muratura è possibile ricavare in corso d'opera vani sottoscala, da usare come ripostigli o dispense. Per quelle prefabbricate, l'operazione è anche possibile con strutture in cartongesso, che però appesantiscono le linee della scala. In questo caso si potrebbe optare per librerie, mobili a giorni, scaffali con ante o altri contenitori che consentano di riporre oggetti. Sconsigliata la scelta di mettere divani o tavoli sotto il vano scala: scomodità e botte in testa sono quasi del tutto assicurate.