Come scegliere i soffioni doccia

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 27 ottobre 2015

I soffioni per la doccia

I soffioni doccia sono presenti in commercio in diverse tipologie, a seconda della finalità di uso e dello spazio a disposizione, per poter soddisfare ogni esigenza personale. Le due categorie principali nelle quali si suddividono sono quella con applicazione a parete e quella a soffitto. Se il box doccia è piuttosto ridotto, è consigliabile adottare un soffione da incassare a soffitto, mentre se si dispone di maggiore spazio, si può optare per dispositivi a più getti, con applicazione laterale a parete, anche multipla. I soffioni doccia di ultima generazione offrono un getto idrico avvolgente ed abbondante, in grado di regalare benessere e relax, e nel contempo evitano fastidiosi accumuli di calcare che ostacolano il normale flusso dell'acqua, riducendo di conseguenza i costi della manutenzione. I materiali con i quali vengono realizzati i soffioni doccia sono l'acciaio, l'inox, l'ottone e l'alluminio, versatili, comodi e anti-graffio. La doccia si rivela essere un ottimo momento di relax, soprattutto se si riesce a dotare degli accessori giusti e ad hoc, come ad esempio soffioni dalla forma ergonomica e dotati di luci incorporate, che permettono di beneficare degli effetti positivi della cromoterapia. L'importante è affidarsi sempre a professionisti del settore, che sapranno consigliarvi la soluzione su misura.

Come scegliere i soffioni doccia

Se l'area doccia ha dimensioni piuttosto ridotte e si ha l'esigenza quindi di sfruttare al massimo lo spazio a disposizione, si può optare per soffioni doccia con installazione direttamente a soffitto oppure a parete. Tali dispositivi hanno forma compatta e offrono la possibilità di regolare a piacere l'angolo direzionale per convogliare il getto d'acqua nella traiettoria desiderata. Per coloro che hanno l'esigenza di muoversi liberamente durante la doccia, è consigliabile adottare un soffione da fissare o incassare a soffitto.   Anche se il box doccia è piccolo, non è detto che si debba rinunciare alle multi-funzionalità dei soffioni: ogni erogatore infatti può incorporare diversi getti di acqua con corrispondenti pressioni e flussi direzionali, regolabili tramite levette manuali o elettroniche. Se invece lo spazio a disposizione è più ampio, potrebbe essere una buona idea implementare il soffione principale con altri complementari laterali, in modo da trasformare il box doccia in una vera e propria SPA domestica.  

Sfoglia i cataloghi: