Soppalchi come realizzarli

Soppalchi normativa

Se hai pensato almeno una volta di voler realizzare un soppalco all'interno della tua abitazione, questo articolo fa per te. Illustreremo norme e regolamenti, requisiti e procedure burocratiche e sopratutto offriremo spunti e idee per realizzare il tuo nuovo ambiente domestico rialzato. Il soppalco è uno spazio calpestabile posizionato a qualche metro di altezza dal pavimento della stanza e accessibile tramite una scala. Deve avere un piano di calpestio stabile e portante e può in tutti gli effetti assolvere al compito di stanza aggiuntiva all'interno dell'abitazione. Per capire fattibilità e progetto di un soppalco occorre contattare un tecnico abilitato alla professione: un architetto o un ingegnere, che indaghi se sussistono le prerogative per la realizzazione. Lo scoglio più grande è quello burocratico, ogni regolamento edilizio comunale stabilisce infatti quali sono le altezze minime da rispettare sia sopra che sotto il solaio di calpestio del soppalco, indica le dimensioni massime e la minima superficie aeroilluminante da rispettare per rispondere alle normative igienico sanitarie. In linea di massima, le altezze degli ambienti sopra e sotto il solaio del soppalco devono essere di 220 cm. Considerando che la soletta del solaio avrà spessore di 15 cm circa, verificate che la stanza in cui realizzerete la struttura abbia un'altezza da pavimento a soffitto di 455 cm. La dimensione massima del nuovo vano non deve in genere superare un terzo della grandezza della stanza e avere almeno un lato aperto e aggettante sul vano sottostante, inoltre deve rispettare il requisito di 1/8 della superficie illuminante. Fissati questi vincoli, ora occorre procedere con un progetto e con la consegna, nel caso sia necessario, di una pratica burocratica. Da verificare inoltre se sia necessario protocollare la pratica del progetto strutturale all' Ex Genio Civile, prima di iniziare i lavori. In foto, un soppalco con pavimento in vetro dell'azienda Spazio 08 Glass e Design.
Soppalchi normativa


Soppalco in kit

Soppalco in kit Ora approfondiamo i tipi di strutture e i materiali utilizzabili per la realizzazione del soppalco. Il soppalco può essere ancorato alle pareti perimetrali ed essere privo di montanti fissati a pavimento o può essere sorretto da pilastri portanti, che in qualche modo limitano la libera distribuzione dello spazio nella stanza sottostante il soppalco. Nel primo caso, occorre verificare se la muratura perimetrale sia in grado di sopportare il carico del soppalco e adottare i giusti accorgimenti strutturali per una realizzazione a regola d'arte. I materiali adottati per la realizzazione della struttura sono: legno, metallo e muratura portante. Quest'ultimo tipo è utilizzato solitamente in concomitanza della costruzione o ristrutturazione della casa. I soppalchi che utilizzano come elementi strutturali il legno e l'acciaio sono considerati amovibili e facilmente realizzabili in fasi successive alla costruzione dell'immobile. Una soluzione molto pratica ed economica è il soppalco in kit, in cui tutto l'occorrente per la realizzazione viene consegnato a casa e si può così montare facilmente il soppalco senza l'ausilio di tecnici o professionisti del settore e senza necessariamente eseguire opere murarie. Fontanot ha ideato Dwell, il soppalco in kit, disponibile sia nella versione totalmente in legno (Dwell 01) in foto che la versione Dwell 02 con struttura in acciaio verniciata nera. Le due tipologie possono essere sia ancorate a muro con l'ausilio in alcuni casi di opportuni tiranti, sia poggiate a terra e sorrette da pilastri. Nella versione in legno, l'essenza utilizzata è il multistrato di betulla e il pavimento è disponibile anche in legno massello. Le possibilità di composizione e abbinamento con la scala sono praticamente infinite. Da catalogo sono disponibili montanti di varie altezze e configurazioni con superfici che possono raggiungere i 16 mq.

  • Soppalco in legno Rintal Per chi vive in un appartamento di quelli antichi, dai soffitti alti, i soppalchi possono essere un'ottima soluzione per il recupero di una stanza in più. E infatti un soppalco può essere utilizzato c...
  • Soppalchi in legno per interni Realizzare soppalchi in legno non è un lavoro complesso e non comporta grosse difficoltà ma è necessario sapere che la costruzione di un soppalco comporta un aumento della superficie abitabile, e per ...
  • soppalco casa Poter quasi raddoppiare lo spazio a disposizione per chi dispone di spazi ridotti ma con soffitti alti può essere davvero facile. Al di là dei soppalchi in muratura, le soluzioni che non comportano op...
  • soppalco in legno I soppalchi in legno, oltre a dare un particolare tocco di classe al vostro appartamento, possono anche essere legati a delle esigenze specifiche e risultare molto utili in alcune situazioni in cui lo...


Soppalco in legno

Soppalco in legno In origine fu il soppalco in legno. Il legno infatti, come ben si sa, è uno dei primi materiali da costruzione utilizzati dall'uomo per la realizzazione di opere strutturali. Il legno ha il vantaggio di avere un peso inferiore rispetto ad altre strutture in muratura e proprietà estetiche ineguagliabili derivanti dalla naturalità delle varie essenze utilizzate. Nella realizzazione di soppalchi, il legno è molto apprezzato sia come materiale portante di travi e pilastri, sia come materiale di finitura per il pavimento di calpestio. Di legno possono essere anche la scala e la ringhiera, per un total look estremamente naturale. Altri punti di vantaggio sono: la rapidità di montaggio e la posa in opera a secco. Il pino nordico, il faggio e l'abete, sono le essenze più sfruttate per la realizzazione di queste strutture. Importanza deve essere anche data alla provenienza e alla qualità della materia prima, assenza di nodi e fessurazioni delle parti portanti va verificata prima della messa in opera. Utilizzo di prodotti impregnanti e vernici atossiche e prive di solventi, fanno poi la differenza, in quanto permettono di contare su un ambiente sano e salubre. Il dimensionamento della struttura è un altro aspetto da tenere sott'occhio, affidatevi a tecnici specializzati che eseguano i calcoli strutturali previsti da normativa, al fine di garantirvi un prodotto solido e stabile nel tempo. Rintal è un'importante azienda che realizza anche soppalchi in legno, ne vediamo un esempio in foto. I punti di forza di questo prodotto sono: l'utilizzo di legni selezionati e di qualità, la possibilità di personalizzare le finiture, un servizio di progettazione e istallazione professionale e la possibilità di abbinare il soppalci a qualsiasi modello di scala a marchio Rintal.


Soppalchi come realizzarli: Soppalchi per abitazioni

Soppalchi per abitazioni Non abbiamo ancora accennato alla destinazione d'uso ideale di un soppalco domestico. In realtà il soppalco è una struttura molto versatile che si presta ad interpretazioni diurne e notturne. Nella zona notte, il soppalco è un'ottima soluzione per ospitare un letto aggiuntivo in caso di ospiti inattesi o rappresentare il luogo deputato ad accogliere il guardaroba perfetto. Mentre nella camera dei ragazzi può diventare una strategica postazione di gioco. Molto belli e scenografici sono poi i soppalchi che si affacciano sulla zona living. Possono essere posti sopra la cucina o nascondere bagni e locali di servizio, diventando uffici casalinghi e riservati angoli studio o perché no, private zone relax appartate, in cui leggere un bel libro o guardare la tv. Molto affascinanti sono poi le scelte progettuali che mirano a dar vita a soluzioni inedite e molto ricercate, dal design studiato e con l'uso e abbinamento particolare di materiali e finiture. Come il soppalco in foto, realizzato a partire da un'immaginaria linea spezzata che senza soluzione di continuità si muove dal pavimento alla parete per dar vita ad uno scenografico soppalco aperto sulla zona di passaggio. L'uso continuativo delle doghe bianche per rivestire pareti e pavimenti, completa lo stile impeccabile di questo ambiente contemporaneo.