Balconi fioriti, benvenuta primavera!

Idee per un balcone fiorito

Chi non dispone di un vero e proprio giardino, o semplicemente ama vedere il verde al di là delle proprie finestre, troverà interessanti questi consigli su come creare balconi fioriti. Il balcone può essere suddiviso in “zone”, se amate un ambiente diversificato e colorato: un'idea originale è quella di mixare piante verdi, fiori, rampicanti e aromatiche per un effetto ricco e allegro. Le piante arbustive e sempreverdi (come bosso, ligustro, nandina domestica, viburno) possono occupare lo spazio più ombroso del balcone, onde evitare l'ingiallimento delle foglie; le piante fiorite (garofani, primule, viole, gerani, campanule e moltissime altre) invece amano la piena luce e possono essere posizionate in vaso sulle ringhiere, mentre le rampicanti si dividono tra amanti dell'ombra e del sole e possono essere usate per organizzare spazi diversi e creare una vera e propria siepe per ottenere più privacy. Le aromatiche, infine, possono trovare spazio in un angolino soleggiato o direttamente su un davanzale vicino alla finestra della cucina, per essere colte direttamente e utilizzate per insaporire i piatti proprio come in campagna.
Idee per un balcone fiorito

Songmics Serra per piante fiori terrazzo da giardino 69 x 49 x 125 cm GWP03L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€
(Risparmi 5€)


Come progettare un balcone fiorito

Come progettare un balcone fiorito Occorre tener presente che i balconi fioriti possono essere di diverso tipo, la loro progettazione dipende in sostanza da alcuni fattori: la metratura del balcone, l'esposizione, la presenza di ombra. Le piante più resistenti si adattano bene al caldo e sono adatte all'esposizione a sud, mentre altre preferiscono quella a nord e la presenza di ombra. Il posizionamento dei vasi va progettato di conseguenza, tenendo anche conto dell'aspetto estetico: le piante fiorite solitamente sono leggermente più fragili di quelle a foglia e hanno bisogno della giusta dose di sole ma soprattutto di ombra e umidità. Le rose sono perfette per abbellire i balconi, ma richiedono una cura maggiore e una prolungata esposizione al sole, oltre a concimazione periodica e protezione contro il freddo.

Una volta deciso il numero e il tipo di piante da coltivare, potrete prendere in considerazione anche di progettare una piccola zona dedicata all'orto, o semplicemente alla coltivazione delle erbe aromatiche: in questo modo avrete il necessario per condire e insaporire i vostri piatti tutto l'anno senza mai uscire di casa. In una zona del balcone esposta al sole per almeno 4 o 5 ore al giorno, a inizio primavera, potrete piantare in vasetti diversi rosmarino, salvia, timo, erba cipollina, basilico e altre piante ancora. Ricordate che il momento più adatto per innaffiarle è l'ora del tramonto.

  • armand palazzetti Oggi è possibile dare al proprio giardino, terrazzo o portico una personalità unica e particolare grazie ad Armand, Philippe e Andrée, i nuovi forni multicottura da esterno by Palazzetti, pensati per ...
  • Il Fanale lampade da interni La storia de Il Fanale Group comincia nel 1979, quando Fausto Dalla Torre e sua moglie Luisa Martin, partendo dalla loro decennale esperienza nella lavorazione dei metalli tradizionali, fondarono l’az...
  • Serralunga 1825 Nelle serate estive in cui è piacevole passare tempo all’esterno, spesso ci troviamo seduti in giardino immersi nel buio. La possibilità d’installazione di piccole e puntuali luci che irradino tutto i...
  • illuminazione da giardino Creare affascinanti giochi visivi con l’illuminazione da giardino è possibile ma devono essere scelti gli apparecchi adeguati a questo.La possibilità di scelta varia tra lampade ...

10 x Metallo Ferro Vasi Di Fiori Vaso Hanging Balcone Giardino Planter Home Decor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€


Arredare il balcone con i fiori

Arredare il balcone con i fiori Per un effetto originale i balconi fioriti sono perfetti anche nel loro sviluppo verticale: le piante rampicanti sono ideali per lo scopo, oltre a costituire un metodo semplice ed esteticamente piacevole per suddividere gli spazi. Posizionando un traliccio o un sostegno simile a uno steccato si possono ricavare ambienti diversi sullo stesso balcone, oppure nascondere alla vista i terrazzi vicini per aumentare la privacy e la sensazione di vivere in un vero e proprio piccolo giardino indipendente. Se poniamo il sostegno al centro o in una parte del terrazzo stesso, potremo invece ottenere una separazione dalla zona barbecue o ricavare un piccolo salottino nascosto da arredare con divani e tavolino per la stagione estiva. Le piante più adatte si sviluppano in orizzontale e in verticale, come per esempio l'edera, mentre altre ricadono con fiori o foglie verso il basso, come il glicine, creando splendidi balconi fioriti e colorati. Anche la clematide, il gelsomino e la buganvillea sono perfette come piante rampicanti, ma se non avete pazienza per aspettare che crescano potete ricorrere ad un'altra tecnica di arredamento in verticale: una o più scalette dall'aspetto vintage e della giusta altezza possono essere posizionate una accanto all'altra; sui pioli o sui ripiani mettete vasi che si abbinino allo stile che desiderate mantenere sul vostro balcone (perfetti i vasi in latta o decapati per un effetto retrò) e al loro interno piantate i fiori o le piantine che vi piacciono, rampicanti o meno. Avrete così ottenuto un muretto decorativo e utile per la suddivisione degli spazi.


Balconi fioriti, benvenuta primavera!: Piante da balcone

Piante da balcone Ai fini della vostra scelta, sicuramente le protagoniste più resistenti dei balconi fioriti sono le piante sempreverdi e le perenni: lavanda, elleboro, pervinca, erica e clematide sono alcune delle specie più adatte per la coltivazione in vaso per esterni e saranno rigogliose per buona parte dell'anno con la cura corretta. Le sempreverdi necessitano di un terriccio di sabbia e torba, mentre quelle arbustive per reggere al meglio la siccità hanno bisogno di essere innaffiate spesso nei mesi più caldi; qualche esempio sono la mimosa, l'oleandro e l'olivo leccino. Come tutte le piante non amano i frequenti rinvasi, quindi abbiate cura di scegliere vasi in cui le radici possano crescere comodamente per qualche mese o anno.

Per l'estate potete abbellire i vostri balconi con gerani, begonie e petunie ricadenti (da posizionare possibilmente sulle ringhiere per essere viste dall'esterno), mentre se amate le piante verdi dalle medie dimensioni sono adatti il cipresso nano e l'alloro.