Arredamento.it

Arredamento.it

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 20 novembre 2015

Scegliere gli alberi da giardino

Tra la grande varietà di alberi da giardino, c'è solo l'imbarazzo della scelta, noi cominceremo a fare una basilare suddivisione: alberi da frutto e specie ornamentali. Di solito un normale giardino si compone di entrambe le categorie pur essendo due famiglie completamente differenti. Per prima cosa vediamo quali sono le varietà più comuni che di solito vengono utilizzate per la produzione di frutti; tra questi ci sono in primo piano gli agrumi. Essi, infatti, sono le piante da frutti più coltivate al mondo; si tratta di arbusti di varie misure che hanno un'antica origine asiatica, ma vengono coltivati da centinaia di anni anche in Europa, i più famosi sono: arancio, mandarino, limone, pompelmo, cedro e mandarancio. Si adattano molto bene al nostro clima e producono frutti gustosi e salutari, ricchi di vitamina C. Altri esempi di varietà che si adattano ai nostri giardini sono l'albicocco, di cui esistono diverse qualità, il ciliegio, il tradizionale mandorlo, i vari tipi di melo e pero, l'immancabile pesco e le innumerevoli famiglie di susini dalle varie colorazioni. Sono tutte varietà che di solito vengono coltivate per la loro semplice manutenzione sia a livello di potatura che di trattamenti agro-sanitari.

Le alternative agli alberi tradizionali

Oltre agli alberi da giardino che solitamente vengono utilizzati, ci sono varietà particolari che comunque si adattano molto alle nostre terre ed al nostro clima mite, come, ad esempio, il melograno, un arbusto che può raggiungere anche grandi dimensioni a seconda della qualità. Il noce è un'altro genere che può essere coltivato con soddisfazione; è un classico frutto presente sulle tavole nostrane. Poi c'è il fico che da centinaia di anni viene coltivato nei giardini di tutta Italia, il fico d'india che però predilige le zone più calde, infatti è coltivato esclusivamente nei giardini dell'Italia Meridionale. Un altro genere molto conosciuto ma dal frutto particolare è il caco vaniglia, una dolcissima varietà dal gusto intenso e mediterraneo. In alcune zone del nostro paese viene coltivato l'albero di nocciole, un arbusto che non raggiunge grandi dimensioni, ma produce tantissimi frutti. Tra i meno conosciuti, segnaliamo le merendelle, tipico della Calabria, l'albero dei datteri e l'albero degli zezzi che sarebbero le more coltivate, molto simili alle more selvatiche ma a differenza di quest'ultime nascono da un arbusto a tronco unico di dimensioni molto grandi.

Varietà ornametali

Come abbiamo accennato in precedenza, un'altra grande famiglia di alberi da giardino, sono le varietà ornamentali. Questa categoria viene a sua volta suddivisa in due grandi gruppi: specie tipicamente esotiche e varietà mediterranee. Nelle prime, quelli più comunemente utilizzati sono la palma fenix disponibile in due versioni, il cameros che nasce come un piccolo cespuglio ma con il passare del tempo diventa molto alto, il cocos, tradizionale pianta esotica a foglia larga, la woshingtonia che può raggiungere anche trentacinque metri d'altezza. Tra gli alberi di natura mediterranea, originari delle nostre terre segnaliamo la gravillea, l'alloro, il tradizionale pino dalle innumerevoli varietà, la betulla che in aprile produce fiori bellissimi, il testuccio, molto indicato per il nostro clima, la magnolia dalle foglie larghe e lisce che in primavera produce splendidi e profumati fiori bianchi, il biancospino che nel periodo più caldo ha una fioritura che si può definire uno spettacolo della natura ed infine l'oleandro dalle tipiche foglie affusolate e dai fiori multicolori. Come abbiamo potuto notare, sono tutte varietà sempreverdi, più consigliate proprio per questa loro particolarità, perché anche durante il periodo invernale conservano il naturale verde e donano ai giardini tutta la loro maestosa bellezza.

Consigli per la scelta

Una precisazione ci sembra doverosa: la scelta degli alberi da giardino dipende da due fattori importantissimi, il primo è legato all'ampiezza dell'area a disposizione; infatti, in relazione alla dimensione dell'area disponibile, sarà opportuno optare per piante di dimensioni più piccole o più grandi. Il secondo fattore che risulta determinante ai fini della scelta è legato alla zona geografica in cui ci troviamo, perché c'è molta differenza tra varietà che devono vivere al nord Italia e altre che devono vivere al sud; questo a causa della diversità climatica che contraddistingue le due zone. Quindi, sulla base di queste considerazioni è bene valutare con attenzione quali siano gli esemplari più adatti per andare ad ornare il proprio giardino.

Sfoglia i cataloghi: