Coltivare orto casalingo, consigli per risultati 10 e lode

Orto in casa

Gli italiani vanno pazzi per l’orto. Verticale, orizzontale, grande, piccolo, sul giardino, sul terrazzo, oppure in appartamento ovvero sul balcone: in tutti i casi, è una grande passione. E basti pensare che quasi il 50 per cento di coloro che abitano il Bel Paese con l’arrivo della bella stagione si cimenta con la coltivazione fai-da-te di lattughe, pomodori, piante aromatiche, peperoncini, zucchine, melanzane, piselli, fagioli, fave e ceci. E’ un trend legato non soltanto all’amore per la natura. E’ qualcosa che va anche ben oltre il semplice hobby. L’orto casalingo è la concretizzazione del desiderio di mangiare sano, a km zero, consumando frutta e verdure fresche coltivate con le proprie mani. E sicure. Sicure al cento per cento. Non è necessario disporre di grandi superfici per passare dalla teoria alla pratica; occorre piuttosto tenere presente una serie di fattori e suggerimenti. E le soddisfazioni arriveranno sia durante la coltivazione che… A tavola. Ma come realizzare un orto in casa? Che non dispone di spazio sufficiente a terra può, appunto, lavorare in verticale. Si comincia procurandosi dei pannelli di legno (va bene anche il pallet) con un substrato fertile e tante tasche di tela. Queste ultima vanno poi riempite con terriccio universale per poi piantare verdure o fiori con radici poco profonde. Si possono acquistare le sementi o direttamente le piantine presso un vivaio. Per realizzare un orto casalingo ecologico è sufficiente riciclare contenitori di plastica, vetro, alluminio o polistirolo.
Orto in casa


Orto casalingo cosa piantare

Orto casalingo cosa piantare Coltivare orto casalingo: l’ideale è avere a disposizione un piccolo terreno, naturalmente. Però si possono ottenere risultati più che soddisfacenti anche sul terrazzo e/o sul balcone, a patto che siano soleggiati e ventilati. Dopo aver deciso la collocazione, informatevi sui prodotti di stagione e procuratevi un calendario relativo alle semine e alle fasi lunari. Scegliete un compost vegetale biologico e terriccio universale per mantenere alto e costante il livello di fertilità. Tenete presente che il vostro orto avrà bisogno di cure quotidiane, altrimenti farete soltanto un gran buco nell'acqua. Selezionate i semi e le piantine: queste ultime devono essere trapiantate in contenitori più grandi nel caso in cui superino le dimensioni del vaso e in generale del recipiente che le contiene. Ma cosa coltivare? Le verdure e gli ortaggi maggiormente diffusi, perché più facili da gestire e assistere, sono la lattuga, le zucchine, i pomodori e le melanzane.A ciò si aggiungano diverse piantine aromatiche a cominciare dal basilico e dal prezzemolo.

  • orto in città Al contrario di quanto si potrebbe credere, avere un orto urbano non implica necessariamente grandi abilità né particolari condizioni.Tutto quel che serve davvero è disporre di un terrazzo, o più ...
  • Come piantare le orchidee Le orchidee sono dei bellissimi fiori da vaso. Prima di spiegare come coltivare le orchidee in casa, è necessario spiegare come piantarle.Per assicurarsi di veder crescere delle piante sane e...
  • Hobby Farmer Cesena Fiera propone, sabato 13 e domenica 14 aprile 2013, Hobby Farmer (www.hobbyfarmerfiera.it), la prima Fiera degli Orti e dei Giardini. La rassegna è dedicata al crescente fenomeno dell’agri...
  • erbe aromatiche Spesso e volentieri, il fai da te non è una delle attività preferite dalle persone, e lo stesso discorso lo si può fare per il giardinaggio: coltivare le erbe aromatiche quindi viene scartato a priori...


Orto casalingo sul balcone

Orto casalingo sul balcone Le zucchine possono crescere bene in qualsiasi orto casalingo, sia in terra che in vaso. Sono quindi perfette anche per una piccola coltivazione sul balcone e non necessitano nemmeno di grandi cure: basta lasciarle ben esposte al sole e innaffiarle tutti i giorni durante la stagione estiva. Anche i pomodori si rivelano adatti a un orto sul balcone e anch’essi si adattano a un semplice vaso. Consigliamo di trovare una collocazione che risulti luminosa e arieggiata e posizionare alcuni bastoncini di legno per sostenere i rami della pianta man mano che essa cresce. Il prezzemolo e il basilico sono quasi un must per il balcone: sopportano bene la variabilità del clima, ma proteggeteli da eventuali gelate (magari con teli isolanti) perché rischiano di morire. D’altra parte, pur essendo piante che amano la luce del sole, devono essere difese anche dai raggi diretti del sole: c’è il pericolo che si brucino le foglie. Desistete dall’idea di coltivare sul balcone la lattuga, perché ha bisogno di un certo spazio, e le melanzane. Sì, perché le melanzane sono ortaggi robusti che preferiscono la terra aperta e contesti diversi.


Coltivare orto casalingo, consigli per risultati 10 e lode: Orto casalingo consigli

Orto casalingo consigli Coltivare un orto casalingo non è poi così difficile, anzi: si tratta di un’attività alla portata di tutti (o quasi), piacevole e anche molto rilassante. Procediamo con altri piccoli ma sempre utili consigli. Se vi trovate in un luogo in cui il sole picchia forte, durante le giornate estive, proteggete la vostra frutta e la vostra verdura con una rete ombreggiante oppure con un telo di cotone che le copra lasciandole però respirare. Prima di partire per le vacanze, annaffiate l’orto con acqua molto abbondante. Un modo per mantenere umido il terreno quando ci si assenta per diversi giorni? Basta prendere qualche bottiglia di plastica, riempirla di acqua e praticare un foro sul tappo; dopo di che la si posiziona a testa in giù. In questo modo l’acqua uscirà molto gradualmente e lentamente mantenendo la giusta idratazione della terra. E le piante staranno bene. In alternativa ci si può procurare un po’ di paglia, erba e foglie e spargere il tutto sulla superficie del terreno, badando che ci siano 10/15 di distanza dal fusto delle piante. Se sono sufficientemente mature, raccogliete frutta e verdura prima della partenza, affinché le piante possano ritrovare vigore e poi donare nuovi frutti.