La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 03 marzo 2016

Il vetro e la sua bellezza trasparente

La bellezza e il fascino del vetro stanno nella sua trasparenza: cosa di più affascina se non la percezione di poter superare con lo sguardo una superficie in realtà molto dura e presente, non superabile fisicamente? Il vetro è bello se è pulito: un vetro sporco denota degrado e sciattezza. Ciò che percepiamo dalla presenza di un vetro è la sua pulizia, poiché nulla può celare lo sporco stratificato su di una superficie trasparente, che si palesa nell’immediato, rendendo una sensazione davvero molto sgradevole. Scopriamo insieme come lavare i vetri delle finestre e soprattutto i vetri di grande utilizzo a contatto con acqua come quelli di doccia e vasca, più soggetti a formazioni calcaree e a depositi di sporco.

Pulire i vetri con i prodotti giusti

Scopriamo come lavare i vetri: a ogni tipologia un prodotto giusto. I vetri trasparenti sono i più facili da pulire poichè basta passare un panno inumidito con acqua e alcol, oppure acqua calda e ammoniaca, per poi asciugarlo e trovarlo splendente e brillante, privo di ogni forma di unto e sporco. Prestiamo sempre attenzione a non andare ad agire con spugnette o sistemi abrasivi: il vetro potrebbe rigarsi irrimediabilmente e lo avremo danneggiato e segnato fino a che non lo sostituiremo con uno nuovo. Esistono vetri che sono caratterizzati da trattamenti superficiali che li rendano opachi, oppure, ancora, decori: in questo caso è bene agire con acqua bollente e pano morbido per evitare che i disegni o i trattamenti si deteriorino o si danneggino.  È importante inoltre, non utilizzare alcun oggetto acuminato per la pulizia, né detergenti abrasivi di alcun genere poiché le righe che si genererebbero sarebbero indelebili. Asciugando poi con panno morbido la superficie, il vetro resterà perfetto, deterso e brillante fino a nuova pulizia.  

Il segreto è prevenire

Prevenire l’accumulo di sporco significa ridurre i momenti di pulizia dedicati ai vetri: ma come si può fare? Sicuramente evitando che si sporchino.  Questo sistema è soprattutto consigliato per i vetri della doccia e della vasca, sempre a contatto con acqua corrente, detergenti e creme varie. Per evitare l’accumulo eccessivo è importante dopo ogni doccia o bagno sciacquare la superficie con acqua bollente per rimuovere tutti i residui di saponi e altro.  In seguito passare con una spazzolina per vetri per asciugarli in modo che l’acqua e le sue goccioline non si depositino lasciando i fastidiosi segni di calcare. In questo modo, sarà sufficiente una volta a settimana passare un panno con aceto per pulire gli angoli e le guarnizioni, e i nostri spazi doccia brilleranno di pulito e di trasparenza. 

Sfoglia i cataloghi: