Come pulire un divano in pelle?

Pulire divano in pelle

Un divano in pelle non è solo un complemento d’arredo ma il compagno perfetto per i nostri momenti di relax. Quando optiamo per un divano in pelle occorre innanzitutto considerare che questo materiale teme le fonti di calore come ad esempio i radiatori. Essenziale è posizionarlo al riparo dalla luce del sole e l’ideale sarebbe anche evitare la corrente d’aria che può arrivare da una finestra per ridurre l’accumulo di polvere. Per conservare il più possibile le qualità del nostro divano in pelle dobbiamo avere l’accortezza di spolverarlo spesso e di fare una cura specifica un paio di volte l’anno. Ma come pulire un divano in pelle tutti i giorni e in modo corretto? Si raccomanda di pulire il divano in pelle quotidianamente con un panno di pelle di daino precedentemente sciacquato in acqua calda e ben strizzato. Meglio evitare di utilizzare l’aspirapolvere che, anche se può pulire più a fondo, potrebbe danneggiare la pelle in modo irreparabile.Una volta al mese, per ammorbidire la pelle del nostro divano, possiamo procedere con un panno in microfibra e un po’ di latte detergente strofinando sempre in maniera molto soft. In alternativa è possibile utilizzare una soluzione di latte e acqua in parti uguali. Ricordiamo di asciugare sempre il divano dopo tale operazione dato che la pelle se si asciuga da sola tende ad irrigidirsi.

In foto: le speciali caratteristiche di questo meccanismo letto brevettato sul divano in pelle Clark di Giulio Marelli Italia, consentono l’apertura e la chiusura del divano in un unico e semplice movimento, senza la necessità di rimuovere i cuscini della seduta e dello schienale che rimangono ancorati alla struttura del meccanismo. Struttura portante meccanismo: in tubo mobilio di alta resistenza verniciato a polvere epossidica Braccioli, schienale e fascia anteriore: fissati con innesti a baionetta per poterli facilmente smontare in fase di trasporto e rimontare.

Come pulire un divano in pelle

Sole Pelle Rigenerata - Divano 3 posti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 610€


Come pulire divano in pelle

Come pulire divano in pelle Ma come pulire un divano in pelle in profondità? Una o due volte all’anno occorrerà effettuare una pulizia con prodotti specifici. Generalmente, quando si acquista un divano in pelle, viene fornito un kit per la pulizia. Se questi prodotti non sono disponibili, si possono reperire dall’azienda produttrice del divano, al supermercato reparto pelle, o anche on line. I prodotti per la cura dei divani in pelle sono svariati: creme e cere per la pulizia e il nutrimento del tessuto, smacchiatori dalle diverse intensità di azione, riverniciatura e protettori. E’ bene leggere accuratamente le istruzioni dei prodotti in quanto tutti diversi e magari da diluire. Se si decide di acquistare un kit per la pulizia, bisogna innanzitutto essere sicuri del tipo di pelle del divano e rivolgerci a professionisti che sapranno consigliarci. In genere il kit prevede: un detergente che può essere utilizzato per lo sporco superficiale come polvere, sudore e grasso dei capelli; una crema per idratare e nutrire la pelle del divano; uno smacchiatore per macchie come inchiostro, vino, rossetto.

Ogni macchia presente sul divano va trattata in modo diverso: occorre ricordare che, nel caso qualcuno abbia rovesciato sul nostro divano in pelle un po’ di liquido, quest’ultimo va asciugato tempestivamente con carta assorbente senza tamponare e senza strofinare. E’ consigliabile, prima di tentare di pulire qualsiasi macchia, rimuovere la polvere e provare prima in un angolo nascosto del divano per controllare che non ci sia alcuna reazione della pelle. Per le macchie d’inchiostro possiamo usare un batuffolo di cotone imbevuto nel latte, mentre per le macchie di bevande in generale possiamo usare un panno in microfibra imbevuto in una soluzione di acqua e sapone di marsiglia. Per le macchie di grasso meglio aggiungere qualche goccia di ammoniaca nella soluzione di acqua e sapone di marsiglia. Nel caso di smalto o vernici utilizziamo due parti di acqua calda e una di aceto.

In foto: divano tre posti in pelle Ellittico di Moroso con fusto in legno rivestito con poliuretano espanso indeformabile a densità differenziate e fibra poliestere. Base in acciaio cromato. Rivestimento fisso previsto in tessuto o pelle nelle categorie a catalogo.


  • divano in pelle angolare I divani angolari in pelle hanno un fascino innegabile. Il divano, infatti, oltre ad essere il simbolo per eccellenza del riposo e del relax, è anche quello della convivialità: ovvio, qu...
  • Divano in pelle Per selezionare il divano in pelle più idoneo alle nostre esigenze è essenziale conoscere la materia prima. Le tipologie di pelle infatti sono numerose come differenti sono le lavorazioni alle quali v...
  • come pulire la pelle I divani in pelle sono meravigliosi: comodi e accoglienti, danno un valore aggiunto all’area living, ma come pulire la pelle, così bella ma altrettanto delicata? Esistono metodi piuttosto semplici che...

Songmics Pouf Cubo Poggiapiedi Sgabello Contenitore Cassapanca pieghevole Carico max. 300 kg in ecopelle imbottito Bianco 76 x 38 x 38 cm LSF106

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,99€
(Risparmi 7€)


Pulire divani in pelle

Pulire divani in pelle Come pulire un divano in pelle? Esistono anche dei metodi naturali ed economici, validi per i divani in cuoio, camoscio e anche pelle sintetica. Provate a passare più volte sulla superficie una spugna imbevuta di acqua e sapone di Marsiglia (proporzioni: un cucchiaio di sapone per un litro di acqua) e vedrete che i risultati saranno ottimi. Un’alternativa valida consiste nell’utilizzare un panno in microfibra imbevuto di aceto bianco e ben strizzato. Se desiderate rendere il vostro divano particolarmente lucido, usate una cera vergine: lo manterrà anche morbido più a lungo. Se la pelle è colorata, consigliamo di acquistare una cera che abbia la stessa tonalità. Per andare sul sicuro e per non perdere tempo, il suggerimento è quello di far lavare le parti sfoderabili in tintoria. Le parti non sfoderabili, invece, possono essere lavate pure con una schiuma secca. Il divano presenta macchie di liquidi come latte, tè o caffè? Intervenite il prima possibile passando sulla zona interessata un panno asciutto non abrasivo. Dopo aver rimosso la sostanza, rimuovete l’alone con un panno bagnato in un composto di acqua (300 ml) e aceto bianco. Lasciate agire qualche istante, non strofinate e poi asciugate con un altro panno pulito e asciutto. Se c’è una macchia di olio, burro, salsa o comunque di tipo oleoso, asciugate subito con carta assorbente e poi lavate con acqua e sapone di Marsiglia. Asciugate di nuovo con un panno asciutto. Il panno deve essere sempre mosso dall’esterno verso l’interno per non favorire l’espansione della macchia stessa. In foto il divano Garconne di Driade, design Carlo Colombo. La struttura è interamente rivestita in pelle, i voluminosi cuscini sono delimitati da sottili braccioli laterali che si curvano dolcemente. Completato dalla poltrona, questo divano è un pezzo protagonista dello spazio, adatto sia a un uso conviviale che a un uso domestico.


Come pulire divani in pelle

Come pulire divani in pelle La muffa è fra i più temibili nemici dei divani in pelle. Come pulire un divano in pelle che presenti macchie di questo tipo? Occorre un trattamento particolare e allo stesso tempo molto semplice. Versate in un secchio alcol e acqua calda in parti uguali, immergete un panno pulito, strizzatelo e utilizzatelo per strofinare con delicatezza la superficie del divano. Concludete passando un altro panno pulito e asciutto. Se il vostro divano è bianco e sta cominciando a perdere lucentezza e ingiallirsi, non temete: anche per questo c’è una soluzione fai da te poco impegnativa ma efficace. Vediamo, quindi, come pulire un divano bianco. Inumidite un panno pulito in acqua calda e strizzatelo con energia, poi spruzzateci sopra un detergente per smacchiare e passatelo in modo uniforme su tutto il divano fino a quando il giallognolo non sparirà. A questo punto prendete un altro straccio bagnato soltanto con acqua e rimuovete tutti i residui di detergente. Alla fine di tale operazione, il vostro divano sarà tornato candido come il primo giorno. In foto il divano angolare componibile con poggiatesta Milano di Minimomassimo. La struttura è in abete, il rivestimento in pelle (ma è disponibile anche in stoffa). Componibile di elementi lineari di diverse dimensioni. Imbottiture in poliuretano espanso a quote differenziate.


Come pulire un divano in pelle?: Pulizia divano in pelle

Pulizia divano in pelle Esistono altri modi, oltre a quelli appena elencati, per pulire un divano in pelle. Modi naturali, che consentono di risparmiare denaro (evitando di acquistare prodotti specifici) e garantiscono il medesimo risultato in termini qualitativi. Molto utile, per esempio, è il buon “vecchio” bicarbonato. Basta spargerne un po’ su tutta la superficie del divano, lasciare in posa per circa venti minuti e poi rimuoverlo con un panno in microfibra inumidito con acqua tiepida. Badate che non restino residui. In tutti i casi, ricordate di non utilizzare mai prodotti aggressivi o abrasivi, e ci riferiamo sia ai detergenti che ai panni e alle spugne. La pelle, per essere pulita per bene, ha bisogno di energia ma al contempo di delicatezza. Perché essa stessa è un materiale molto delicato. Può durare all’infinito ma deve essere trattata nel migliore dei modi, altrimenti si sciupa e si danneggia. Un’altra mossa vincente? Essere costanti. Perché se si pulisce il divano in pelle con regolarità, se si interviene subito nel momento in cui si macchia, tutto sarà più semplice. La manutenzione non presenterà mai particolari difficoltà e non richiederà grande fatica. In foto il bel divano Lido di Molteni&C, design Hannes Wettstein, caratterizzato da forme equilibrate e classiche. Un divano morbido, che offre grande comfort ma al contempo rivela tutto il suo rigore nordico. Indubbiamente dotato di grande fascino. E’ disponibile con seduta in fibra o in piuma, il rivestimento è in pelle ma lo si può richiedere anche in tessuto. Wettstein ha creato anche una poltrona da abbinare per completare la zona relax del soggiorno.