Come realizzare il detersivo lavastoviglie fai da te

Perché scegliere un detersivo fai-da-te

Siamo tutti abituati ad acquistare il detersivo direttamente dal supermercato, risparmiando così tempo prezioso. Eppure ci sono varie ragioni perché un detersivo fai-da-te potrebbe rivelarsi molto più conveniente delle tavolette e dei detersivi liquidi reperibili commercialmente. Solitamente si tende a pensare che un prodotto comprato al supermercato sia più efficace contro lo sporco, ma non è sempre così. Gli elementi naturali, grazie anche alla loro concentrazione, possono rivelarsi addirittura più decisi delle consuete formule chimiche contenute nei detersivi commerciali. Il detersivo per lavastoviglie fai-da-te è inoltre un'ottima opzione per coloro che hanno a cuore le tematiche ambientali e vorrebbero utilizzare per quanto possibile prodotti che non danneggiano l'ecosistema.

Gli ingredienti utilizzati per realizzarlo in casa sono tutti di origine naturale e non sono in alcun modo dannosi per l'ambiente: fra questi troviamo infatti il limone, il bicarbonato di sodio e l'acido citrico. Questo non è però l'unico vantaggio che si riscontra nell'utilizzare un detersivo per lavastoviglie fai-da-te. Gli ingredienti necessari, essendo tutti facilmente reperibili, sono infatti poco costosi.

Evitare di comprare un detersivo commerciale potrebbe quindi rivelarsi essere un'ottima decisione anche per le nostre tasche. Inoltre, evitando residui chimici su piatti, posate e pendole, il detersivo fatto in casa è anche la soluzione perfetta per chi badando alla propria salute preferisce evitare di esporsi a sostanze chimiche che a lungo andare potrebbero rivelarsi gravemente nocive.

detersivi per la casa


Come realizzare il detersivo fai-da-te

detersivo fai da te con limoni Il limone è uno dei prodotti più utilizzati ed efficaci per creare un detersivo capace di eliminare anche le macchie più resistenti. Basterà procurarsi due limoni freschi, 250 ml di acqua, 100 grammi di sale e 150 ml di aceto bianco. I limoni vanno tagliati a pezzi e, dopo aver aggiunto l'acqua, frullati bene. Dopodiché si potrà aggiungere l'aceto e il sale, procedendo poi a frullare ancora fino a ottenere una miscela liquida. Il prodotto finale non dovrà contenere residui come bucce di limone o granelli di sale visibili. Dopo essere stato versato in un contenitore di vetro o plastica, il detersivo al limone può essere conservato tranquillamente per alcuni mesi.

È importante solo fare attenzione a non esporlo a cambiamenti repentini di temperatura. Ogni lavaggio non ne richiederà più di tre o quattro cucchiai. Invece dei limoni è possibile anche usare direttamente l'acido citrico, che si può reperire facilmente dai negozi. In questo caso bisognerà mischiare 15 grammi di acido citrico per ogni 100 grammi di acqua. La formula così composta andrà poi versata direttamente nella vaschetta del brillantante.

A parte il limone, è possibile utilizzare anche il bicarbonato di sodio. Basterà mescolare un bicchiere di bicarbonato con mezzo bicchiere di sapone liquido di Marsiglia per aumentarne l'efficacia. Ovviamente, è possibile utilizzare quantitativi anche superiori, ma bisogna sempre fare attenzione a utilizzare una quantità doppia di bicarbonato rispetto a quella di sapone liquido.


  • forno ad incasso Ultrafunzionali, ma semplici nell’uso, i nuovi elettrodomestici incasso sono in grado di rispondere alle esigenze e alle tendenze più attuali, garantendo qualità, risparmio energe...
  • TECHNA PRO 90 lavastoviglie Techna PRO 90 è la prima lavastoviglie da incasso larga 90 cm. A differenza delle lavastoviglie tradizionali, che hanno uno sviluppo verticale (alte 82 cm), la nuova Techna PRO 90 si sviluppa i...
  • rex lavastoviglie Electrolux propone delle nuove lavastoviglie Rex più alte e con una vasca più capiente, per dare la possibilità di lavare comodamente in lavastoviglie anche i piatti più grandi, come sottopiatti e pia...
  • lavastoviglie rex electrolux techna green L’utilizzo dell’energia in maniera più razionale e consapevole è un tema ormai molto diffuso tra l’opinione pubblica e anche i consumatori si sentono parte attiva nelle scelte di consumo e nei comport...


Come realizzare il detersivo lavastoviglie fai da te: Come realizzare le pastiglie fai-da-te

pastiglie fai da te Per realizzare delle pastiglie efficaci contro lo sporco, sarà necessario fornirsi di alcuni ingredienti essenziali facilmente reperibili, ovvero due cucchiai di sapone liquido di Marsiglia, 350 grammi di bicarbonato di sodio, 20 gocce di estratto di limone concentrato oppure in alternativa di arancio e dell'acqua, possibilmente demineralizzata.

Dovrete versare in una ciotola il sapone, il bicarbonato e l'olio essenziale, mescolandoli bene. L'acqua va aggiunta gradualmente per ottenere un impasto uniforme e denso. A questo punto basterà versare il liquido negli stampini per il ghiaccio in silicone. Attenzione però: gli stampini non vanno messi nel freezer, ma lasciati a temperatura ambiente. Nel giro di poche ore, infatti, la miscela si asciugherà, solidificandosi.

Potremo così usufruire delle nostre pastiglie fai-da-te che uniranno l'efficacia dell'acido citrico derivato dal limone alla funziona sgrassante del bicarbonato di sodio. Le pastiglie fai-da-te a base di questi due elementi sono l'alternativa eco-compatibile più consigliata sia per la praticità che per l'efficacia nel rimuovere i residui di cibo. Le pastiglie possono inoltre essere conservate per lungo tempo all'interno di piccoli recipienti di vetro senza che la loro efficacia svanisca col passare dei mesi.