Arredamento.it

Arredamento.it

- 01 giugno 2015

Detergenti ecologici e naturali, come farli da sé

Creare da sé in casa detergenti ecologici e sostenibili è possibile: mediante alcuni piccoli accorgimenti si potranno ridurre inquinamento ambientale e costi, in termini di spesa. Inoltre, questo comporta una riduzione dei contenitori in plastica acquistati, maggiore naturalezza del prodotto di pulizia, maggior soddisfazione personale. Per realizzare un buon prodotto detergente per superfici piane, vetri e molto altro sono necessari: 100 ml alcol etilico a 95°, 400 ml acqua distillata, un cucchiaio di detersivo per piatti, poche gocce di olio essenziale. Inserire tutto in uno spruzzino e agitare bene, spruzzare sulla superficie e rimuovere il prodotto con un panno fino a completo assorbimento.

Diversi tipi di detergenti ecologici

Ecco come realizzare detergenti ecologici che siano brillantanti, disincrostanti e anticalcari in un solo prodotto: 1 etto e mezzo di acido citrico, un litro di acqua distillata. Sciogliere in un contenitore l’acido citrico nell’acqua distillata tiepida e inserire poi in uno spruzzino: questo prodotto è l’ideale in lavastoviglie come brillantante, versato nel lavabo e sanitari una volta al mese come disincrostante, utilizzato per rubinetti e parti in acciaio è un valido anticalcare. Per realizzare un ammorbidente invece, si devono ridurre le dosi di acido citrico: sempre un litro di acqua distillata ma solo 100 gr di acido citrico. Una volta realizzata la soluzione 100 gr di prodotto basteranno per un ciclo di lavaggio; in alternativa si possono utilizzare 100 ml di aceto bianco puro.

Sfoglia i cataloghi: