Giardinaggio

GIARDINAGGIO FAI DA TE

Il giardinaggio può essere un hobby o una imposizione, ma in entrambi i casi è opportuno conoscere tutte le tecniche di questa attività in modo da avere ottimi risultati. Si può realizzare un autonomamente un giardino, basta solo impegno e buona volontà. Se si vuole creare un bel tappeto erboso, occorre innanzitutto seguire le fasi di preparazione. La prima cosa da fare è mettere le piante e progettare un buon sistema di irrigazione. Il primo punto è quello di sterilizzare il terreno perché generalmente una delle prime difficoltà è data dalla presenza di piante che possono infettare. Per questo motivo occorre togliere da subito queste erbacce presenti per rendere il tappeto verde bello e sano. Per prima cosa è bene innaffiare le piante indesiderate affinché possano riprendersi ed impiegare anche dei diserbanti di Sali glifosate che si trovano in commercio. Una volta tolte le erbacce, si possono seguire gli altri passaggi. Occorre valutare il tipo di terreno e procedere a verificarne il drenaggio.
giardinaggio


PREPARAZIONE TERRENO

preparazione Per rendere migliore il substrato è necessario mettere una sostanza organica che può essere il letame sterilizzato o la sabbia oppure la pietra pomice. Successivamente vanno messi i Sali minerali in modo da aiutare soprattutto all’inizio la crescita. Poi vanno aggiunti i concimi, meglio quelli che hanno il potassio per favorire la nascita dei semi. L’operazione di giardinaggio successiva è quella di vangare il terreno aiutandosi con un rastrello per renderlo omogeneo e togliere le fosse. Dopo aver organizzato il terreno, si potrà seminarlo dapprima verticalmente e poi orizzontalmente. Dopo questa operazione si può procedere con l’irrigazione del giardino, operazione che verrà effettuata almeno una volta al giorno.

  • vasetti di piante Classiche, a forma geometrica o fantasiosa? Stiamo parlando di arte topiaria, la tecnica per modellare bossi, siepi e arbusti.  E se per la maggior parte delle persone può sembrare di...
  • orto in città Al contrario di quanto si potrebbe credere, avere un orto urbano non implica necessariamente grandi abilità né particolari condizioni.Tutto quel che serve davvero è disporre di un terrazzo, o più ...
  • Husqvarna tagliaerba Automower Estate e giardino: questo binomio spesso e volentieri terrorizza molte persone, le quali farebbero di tutto pur di non tosare l'erba che, col passare del tempo cresce sempre di più, formando quasi una...


CONCIMARE UN GIARDINO

giardino fiorito Le piante da giardino necessitano di molta terra per le loro radici e sono sempre alla ricerca di acqua. Diversa è la situazione per le piante coltivate nei vasi che hanno a disposizione solo la terra che trovano nel contenitore. Le piante soprattutto nella stagione primaverile, hanno bisogno di essere concimate, mentre possono fare a meno della concimazione nei periodi di riposo vegetativo. Generalmente le piante da giardino sono concimate nei periodi primaverili e in quelli estivi, usando fertilizzanti da mettere nell’acqua che servirà per innaffiarle. Invece in autunno va usato un concime organico ottimo per sprigionare i sali minerali nella terra. Una concimazione di questo tipo è perfetta solo per le piante da giardino, mentre per quelle di casa non è necessaria la concimazione. Uno degli elementi presenti nei concimi è l’azoto, ottimo per le piante e per la loro formazione di tessuti delle foglie, mentre si adopera il fosforo nella fase di fioritura della pianta. Invece si usa il concime di potassio per facilitare la nascita di frutti. Il terreno va sempre concimato per permettere di ripristinare i Sali minerali, anche se le piante non hanno bisogno di questi per tutto l’anno. La regola fondamentale nelle opere di giardinaggio è dosare bene il concime e farlo nei mesi giusti altrimenti si rischia di danneggiare le piante. Eccedere con i Sali minerali può addirittura inquinare le falde acquifere.


Giardinaggio: TIPOLOGIE DI TERRICCIO

terriccio Abbiamo detto che tra i lavori di giardinaggio la concimazione è essenziale per le piante. La terra indubbiamente è fondamentale per questi organi viventi perché assolve la funzione di proteggerle. Esistono diversE tipologie di terriccio. C’è quello sabbioso dotato di poche sostanze organiche e particolarmente leggero favorendo lo scorrimento dell’acqua ed impedendo di ristagnare. C’è quello argilloso che essendo composto da argilla, fa diventare il terreno molto pesante impedendo il passaggio di calore. C’è il terriccio calcareo asciutto e ricco di elementi sassosi. Ci sono i terricci acidi che presentano il muschio e ginestre, c’è quello alcalino che ha un Ph maggiore di sette ed è ricco di calce e di colore grigio. Si può trovare in vendita la torba che viene impiegata per comporre il terreno in quanto presenta sostanze organiche. E’ possibile comprare anche il terriccio cosiddetto universale per tutti i tipi di piante da casa. Generalmente un tipo di terreno sabbioso ha la caratteristica di diventare acido a differenza dei tipi argillosi che diventano alcalini. Per impedire che il terreno diventi acido occorre solo mettere della calce, mentre se lo si vuole rendere più alcalino, basta una concimazione di letame.