Gli incidenti domestici

Gli incidenti domestici: Come evitare gli incidenti domestici

Bimbo seduto che tocca la presa

E' davvero eccessivo il numero di incidenti domestici che ogni anno interessano le case di noi italiani. Ecco qualche suggerimento su come evitarli.

 

Le statistiche

 

Gli incidenti lavorativi aumentano statisticamente quanto più è alta la confidenza con il luogo di lavoro e con le mansioni svolte. A questa regola non sfuggono di certo i lavori domestici, e più in generale le attività svolte tra le mura di casa. Gli incidenti domestici colpiscono prevalentemente i soggetti che passano più tempo in casa, come i bambini al di sotto dei cinque anni, le casalinghe e gli anziani. Questo tipo di infortuni rappresenta purtroppo una delle prime cause di morte nei bambini e causa un grande numero di ricoveri ospedalieri tra gli anziani.

 

Dai dati del CENSIS si rileva che ogni anno in Italia si verificano più di 4 milioni di incidenti tra le mura domestiche, capaci di causare circa 8 mila decessi; statistiche alla mano si nota come ci siano 18 incidenti domestici contro un incidente stradale con feriti.

Circa due terzi degli incidenti occorsi in casa si verificano in cucina e sono dovuti a ferite e ustioni, mentre i restanti si dividono abbastanza equamente tra le altre stanze e comprendono fratture e lesioni di vario tipo. 

 

Le lesioni

 

Si è detto che la maggior parte degli incidenti domestici avvengono in cucina; escludendo le cadute, di cui si tratterà in seguito, vediamo quali possono essere i principali fattori di rischio.

La cucina mette insieme una quantità di fonti di pericolo di gran lunga superiore a tutto il resto della casa: fuoco (o meglio ancora calore), acqua, elettrodomestici e oggetti da taglio, per citare i principali. 

 

Tutti sanno che l'acqua in ebollizione arriva a 100 °C e che l'olio della frittura può arrivare anche a 220 °C, ma nel momento di scolare la pasta o di togliere il fritto dalla padella ci si scorda quasi sempre di prendere le precauzioni necessarie, a causa della fretta. Una presina che scivola o l'olio che schizza e il danno è fatto; a proposito, alzi la mano chi sa che basta una goccia di acqua in cinque litri di olio per far sì che questo schizzi violentemente al raggiungimento delle alte temperature!

Attenzione poi nell'utilizzare gli elettrodomestici. Per prima cosa è bene ricordare che energia elettrica e acqua non vanno per nulla d'accordo e, anche se è presente l'obbligatorio salvavita, prendere la scossa non è affatto piacevole. Per evitare possibili incidenti e poi meglio evitare di smontare e modificare gli apparecchi elettrici, così come è meglio non sovraccaricare le singole prese collegandovi più di un elettrodomestico.

 

Se è vero poi che non ci si può esimere dall'utilizzare gli oggetti da taglio, è anche vero che, per evitare gli incidenti domestici dovuti a questi attrezzi, è sufficiente prendere le piccole precauzioni tanto care anche a macellai e salumieri: proteggere sempre la mano che regge il preparato da tagliare e non far mai scorrere la lama verso l'addome.

 

Bimbo seduto che tocca la presa