Le mille vite del vecchio tavolo da falegname

Il vecchio tavolo da falegname

C’era una volta il vecchio banco da falegname, un “oggetto” in via di estinzione che possiamo ancora scovare in qualche rara bottega artigianale, dal rigattiere o nelle polverose cantine dei più accaniti nostalgici. Oppure nelle case di coloro che, rapiti dal suo irresistibile fascino, ne hanno saputo recuperare la memoria per trasformarlo in un invidiabile mobile di design!

Proprio così. Sorprendentemente versatile, il vecchio tavolo da falegname, con le sue robuste gambe, le morse e le ganasce, può assumere nuove insospettabili identità e inserirsi facilmente anche nel più contemporaneo degli arredamenti. Il fascino senza tempo del legno e la particolarità della forma, fanno del banco da falegname un oggetto simbolo di un mondo che non esiste più, ma di cui forse si sente forte la nostalgia. In un’epoca globalizzata e impersonale come la nostra, gli arredi delle vecchie botteghe – oltre al tavolo da falegname: il vecchio armadietto delle farmacie, le cassettiere da ferramenta o da tipografo, i grandi tavoli da refettorio, i frigoriferi industriali, le credenze da laboratorio - possiedono quell’irresistibile anima artigianale che richiama ad antichi (e mai dimenticati) mestieri. Il loro aspetto “vissuto” ci ricorda l’importanza della memoria e dei valori più autentici della vita. Come non amarli, dunque!

Scopriamo in questo articolo i molteplici i modi in cui può reinventarsi un vecchio tavolo da falegname: consolle per l’ingresso, bancone snack o isola in cucina, base per il lavandino del bagno, scrivania, tavolo da disegno, toeletta per il trucco e persino mobile bar.

tavolo rustico cucina


Banco da falegname trasformato in consolle per l’ingresso

Banco da falegname Come possiamo sfruttare un vecchio banco da falegname per la nostra casa? Quale nuova vita possiamo donargli? Vista la sua forma stretta e lunga e la ridotta profondità (oggi parleremmo di “modello slim”), la prima possibile trasformazione che ci viene in mente è una consolle per l’ingresso, per il corridoio o per qualsiasi altro ambiente in cui ci sia necessità di inserire un mobile d’appoggio che non occupi tanto spazio in profondità. Ad esempio, starebbe molto bene anche sotto una finestra o nello spazio tra due finestre in una spaziosa zona living. A ben pensarci, anche alcune consolle/carrelli da cucina ricordano, per la loro forma, il vecchio banco da falegname.

Il banco da falegname trasformato in consolle per l’ingresso può vestire da solo un’intera parete e lasciare a bocca aperta i vostri ospiti. Non serve appesantirlo di tanti orpelli inutili perché è già bellissimo di suo. Lasciatelo libero di mostrarsi in tutto il suo fascino e vestitelo solo di pochi oggetti scelti con cura: immaginate una lampada da tavolo che illumini in maniera calda e soffusa, un vaso con fiori freschi di campo, uno svuota tasche, una borsa di paglia appesa con nonchalance ad uno dei morsetti. Una parete bianca può aiutare a creare un contrasto molto suggestivo con il legno massiccio e il ferro dei dettagli, mentre un tappeto, uno specchio o una stampa d’epoca possono contribuire a caratterizzare lo stile minimal chic con naturalezza e semplicità.


  • tavolo e sedie home office Nel vetro una passione, nell’innovazione una cultura, nell’eleganza una filosofia: Fiam aggiunge ancora un altro capitolo alla sua lunga storia e, tra le novità 2010, presenta ...
  • lampade da comodino Le lampade da comodino sono i complementi più importanti per l’illuminazione notturna poiché devono creare una corretta illuminazione senza abbagliare, per rendere visibile uno spa...
  • lampada da terra arco La lampada fino dai tempi più antichi è stata un utilissimo accessorio fondamentale per illuminare piccoli spazi, o per rendere luminoso parte di spazio di un ambiente.Le lampade spesso utilizzate...
  • tavolo tower con sedie calligaris Tavolo con sedie: indispensaile nell’arredo di tutti i tempi, il tavolo e le sedie rivestono un ruolo centrale nelle relazioni domestiche e ci accolgono nelle occasioni più disparate: quando mangiamo,...


Stile industriale per la scrivania degli artisti

scrivania Con un’altezza tra gli 80 e i 90 cm, il banco da falegname supera quella di una scrivania standard (70-75 cm), senza contare che forma e dimensioni non sono propriamente conformi ai requisiti ergonomici che si richiedono ad una postazione di lavoro o di studio, tanto più se utilizzata in maniera continuativa. Ciò non toglie che il tavolo da falegname possa essere ugualmente convertito in una scrivania non convenzionale, una sorta di postazione per artisti o per trovare la giusta ispirazione creativa. Immaginiamola abbinata ad alti sgabelli in acciaio cromato e utilizzata come base per disegnare e dipingere, come base d’appoggio in una craft room o per dare sfogo a qualche altro hobby creativo (bricolage, decoupage, cucito). Se alla base aggiungiamo un piano in vetro, una scrivania così calda ed energica può dar vita ad un bellissimo gioco di contrasto se utilizzata come postazione di lavoro spot e come base d’appoggio per un moderno Mac.

In un altro esempio, un tavolo da falegname in legno massiccio 180x80cm, spessore 9 cm, viene reinterpretato come scrivania di ispirazione industriale aggiungendo una lampada da tavolo nera e utilizzando l’originaria canaletta verniciata di rosso come comodo portaoggetti.


Tavolo da falegname per un bagno industrial chic

Tavolo da falegname Nel settore dell’interior design va consolidandosi sempre di più la tendenza ad arredare il bagno con uno stile industrial chic che imita, appunto, le forme e le linee del mobilio industriale di una volta: mobili di grande tendenza che arredano dosando bene gusto contemporaneo e sapore vintage. Perché imitare quando possiamo avere l’originale? Recuperando un vecchio tavolo da falegname possiamo ricavare, ad esempio, un piano di appoggio dove montare uno o due lavandini da appoggio. I morsetti e le altre parti sporgenti possono essere utilizzate come ganci per asciugamani, mentre lo spazio sopra i tendenti che uniscono le gambe può essere sfruttato per un porta biancheria o per poggiarvi ulteriori vani contenitori o cassetti. L’accostamento del calore e dell’irregolarità del legno con l’aspetto austero ed essenziale di lavandini moderni dalle forme squadrate può dar vita ad un vero e proprio gioiello del design.


Cucina country chic con il tavolo da falegname

Cucina country chic Seguendo lo stesso concept creativo utilizzato in bagno, il bancone da falegname può trasformarsi con abilità e fantasia in un banco di lavoro da cucina con lavello di servizio e base di appoggio per piatti, pentole e dispensa. Per una trasformazione ancora più radicale, il tavolo da falegname può essere convertito in una cucina di ispirazione country chic, con tanto di lavello, piano cottura ed eventuale aggiunta di ante e cassetti. Se invece non si vogliono apportare particolari modifiche alla struttura, il bancone da falegname può essere lasciato alla sua dimensione originaria e utilizzato per arricchire la cucina con un’isola super trendy da accessoriare nel modo più funzionale possibile oppure con un originale bancone alto su cui consumare un pasto veloce grazie a comodi sgabelli in stile rustico o in un modernissimo acciaio per creare un effetto ancora più contrastante.


Le mille vite del vecchio tavolo da falegname: Effetto pub inglese con il tavolo da falegname/angolo bar

tavolo falegname vintage Il tavolo da falegname con morse in legno può assumere un’identità ancora più insolita e originale: un elegante e super accessoriato mobile bar! In effetti, sia la forma stretta e allungata, che il materiale di cui si compone il tavolo da falegname (legno massiccio), rimandano immediatamente all’idea dei banconi dei locali e alle suggestioni dei tipici pub “english style”. In foto vediamo un bancone da falegname trasformato in un raffinato angolo bar per il living. Sul piano d’appoggio sono stipate le bottiglie che, con una geniale trovata stilistica, si confondono con la lampada cromata, mentre sul piano inferiore trovano spazio bicchieri, vassoi e secchielli per il ghiaccio.