IMM Cologne 2017, novità e proposte

Imm cologne fiera

Si terrà dal 16 al 22 gennaio l’edizione 2017 di Imm Cologne, prima fiera dell’anno dedicata all'arredamento d'interni, punto di riferimento a livello internazionale per il mercato del mobile. Riconosciuta ormai da tutti come rassegna altamente proficua e commerciale, Imm cresce di anno in anno per quanto riguarda il numero sia di espositori che di visitatori. A Colonia, come sempre, sarà dunque possibile trovare soluzioni di arredo per qualsiasi ambiente, qualsiasi stile e qualsiasi esigenza. Dal basic al moderno, dagli arredi di design al lusso top di gamma, fino ai complementi di arredo e agli elementi decorativo: l’interior design è presentato in tutte le sue declinazioni. E a Colonia convergeranno produttori, rivenditori, architetti, designer, buyers e decision-maker di tutto il mondo. La molteplicità di arredi e proposte, unita alla qualità e all’internazionalità degli espositori, sono gli elementi distintivi di Imm cologne, un luogo che fra l’altro in molti scelgono per lanciare nuovi prodotti e definire nuove tendenze in tema di arredamento. Un luogo in cui, per certi versi, si anticipano e definiscono i nuovi trend.
Imm cologne fiera


Imm 2017

Imm 2017 Imm Cologne 2017: a questa edizione parteciperanno oltre 1.100 espositori provenienti da 50 Paesi. E ci saranno anche molti italiani, a dimostrazione di come il made in Italy sia apprezzato sia in Germania che altrove. Da Cassina a Driade, da Minotti a Molteni, da Poliform a Porada passando per Alessi e Natuzzi, l’elenco è davvero lungo. Per quanto riguarda i prodotti, stavolta fra i protagonisti della fiera troveremo i letti, progettati nel segno della sostenibilità e del riciclo. La scelta del letto incide notevolmente sulla qualità del sonno; può sembrare una frase scontata, ma trovare il modello giusto non è affatto facile. Ci sono letti di peso e dimensioni differenti, con contenitore o senza, caratterizzati dalle linee più diverse. Imm Cologne 2017 offrirà una completa panoramica sull’offerta attuale. Su una superficie di circa 18000 mq tutti i più grandi marchi del settore presenteranno le loro nuove realizzazioni. Ampio spazio sarà riservato anche alle poltrone, ai divani e ai tavoli da pranzo: la zona living, del resto, ha assunto una crescente importanza all’interno di ogni casa. Il soggiorno non è più solo un ambiente di “rappresentanza” ma un luogo in cui vivere la quotidianità con i propri familiari e amici. Di conseguenze gli utenti si fanno più esigenti, l’ergonomia ha la medesima importanza dell’estetica, la qualità è d’obbligo e spesso deriva dall’incontro fra la tradizione e le tecnologie più innovative. Fra i brand tedeschi troveremo Himolla, Koinor, the Polipol group, Ewald Schillig, Willi Schillig, K+W Polstermöbel, Bali, Ponsel; fra quelli internazionali ADA, ROM, Furninova, Cotta, Calia, Chateau D'Ax, Steinpol, Hjort Knudsen, Theca, Het Anker, HTL, ManWah e KUKA.

  • zona living bianca e nera con porte a vetri scorrevoli, schermo tv piatto, tappeto a scacchi bianco e nero Il talento, la creatività, la passione, la competenza progettuale, tecnica e imprenditoriale, sono valori che hanno contribuito a fare dell’Italia il leader mondiale nella sfera dell...
  • caraffe in vetro Ogni nuova sessione di Maison&Objet Parigi permette di ritrovare presso il quartiere espositivo di Paris Nord Villepinte l’insieme della creazione della moda - casa, riunito secondo un appro...
  • illuminazione stormy In occasione dell'imminente edizione 2010 di Light+Building, il principale appuntamento mondiale per professionisti sui temi dell'illuminazione e della tecnologia integrata per l'edilizia, in programm...
  • fiera del tessile Proposte Nel 1993 un attento esame del mercato fieristico nazionale ed internazionale convinse un folto numero tra i più qualificati industriali del tessile d’arredamento italiano a promuovere un ...


Imm Cologne 2017

Imm Cologne 2017 Imm Cologne 2017: l’esposizione viene sempre suddivisa in diversi settori (una decina) nei quali vengono presentati i mobili classici e in stile. Ci sono poi i reparti dedicati agli imbottiti e al letto, agli arredi moderni e a quelli di design; presenziano aziende di spicco e piccoli imprenditori di nicchia, oltre a giovani talenti, reti di scuole e progettisti. Le numerose aziende italiane metteranno in campo le loro novità e/o coglieranno l’occasione per rilanciare a livello internazionale i prodotti e le collezioni già proposti a partire dal Salone di Milano, perfezionati o rinnovati nelle finiture e nella gamma. Non mancheranno spazi dedicati all’arredamento dell’ufficio, basato sostanzialmente su tavoli e sedie ma anche su mobili in grado di offrire la massima capacità contenitiva con il minor ingombro possibile: anche per quanto riguarda questo settore, infatti, la parola d’ordine è “essenzialità”. La fiera di Colonia è un successo annunciato? Sì, per molti versi. Di certo è un luogo colmo di stimoli e interessanti fermenti.


IMM Cologne 2017, novità e proposte: Imm Cologne

Imm Cologne Imm Cologne, fiera dedicata ai settori dell'arredo di tutte le tipologie, ha cadenza annuale ed è affiancata ad anni alterni da una manifestazione specialistica: nel 2017 è attesa la quarta edizione di LivingKitchen, dedicata al mondo della cucina e dei relativi elettrodomestici. Per il binomio Imm cologne e LivingKitchen sono previsti complessivamente 1.300 espositori provenienti da 50 Paesi, con una quota di partecipazione di espositori esteri che ad oggi si attesta intorno al 70 per cento. “Saranno presenti – ha annunciato Gerald Böse, Presidente e Chief Executive Officer di Koelnmesse GmbH - praticamente tutti i marchi leader tedeschi come Blanco, il gruppo BSH, Häcker Küchen, Lechner, Leicht, Liebherr, Miele, Nobilia, Schüller e Zeyko; AEG, Alno e Hansgrohe saranno alcuni degli importanti nuovi espositori tedeschi che si faranno trovare ai nastri di partenza e a Colonia incontreranno aziende italiane come Valcucine, Elica, Ernestomeda, Florim Ceramiche, Aran Cucine e Scavolini. Grazie alle sue 30 aziende l'Italia vanta per ora la quota più alta di nuovi espositori”. C’è da esserne orgogliosi.