In cameretta armadio o cabina armadio?

Armadio vs cabina armadio: come scegliere l’arredo della cameretta

Il bambino nasce, cresce e nei primi anni di vita la sua cameretta è ridotta al minimo: il lettino, il fasciatoio ed un piccolo armadio dalle dimensioni ridotte. Poi, quando l’età scolare ha inizio, nasce l’esigenza di arredare la cameretta con mobili idonei a soddisfare le esigenze in divenire ed i gusti estetici del bambino.

Tra tutti i mobili da scegliere un grande punto interrogativo è rappresentato dall’elemento contenitivo atto ad ospitare il guardaroba del ragazzo.

Cosa scegliere dunque? Armadio o cabina armadio per la cameretta dei ragazzi?

E se la stanza è condivisa con un fratello, i dubbi aumentano. È meglio realizzare due armadi separati, o contenere felpe e vestiti in un’unica grande cabina armadio?

Certo è che di armadi ne esistono di tanti modelli: angolari, a ponte, a due e a quattro ante, a battente o scorrevoli, capaci di adattarsi a qualsiasi composizione d’arredo, anche la più compatta. La cabina armadio in cameretta invece ha regole precise e misure quasi standard che necessitano di uno spazio adeguato che obbligatoriamente viene sottratto a quello destinato al gioco.

Se l’indecisione è tanta perché non adottare una soluzione intermedia come quella proposta da Nidi in foto? Si tratta si Loop System: una struttura in legno applicabile a tantissimi arredi che lascia a vista il guardaroba. Disponibile in diverse misure, permette di creare soluzioni personalizzate ed ibride tra un armadio ed una cabina armadio.

Armadio vs cabina armadio: come scegliere l’arredo della cameretta


I pro e i contro della cabina armadio in cameretta

I pro e i contro della cabina armadio in cameretta Tanti indumenti da ordinare?

Una marea di accessori, zaini e giochi da sistemare?

Una cameretta sufficientemente grande?

Se è sempre affermativa la risposta a tutte queste domande l’acquisto di una cabina armadio in cameretta è ideale.

La cabina armadio per camerette /u>è nelle dimensioni esterne identica a quella standard pensata per adulti, ciò che cambia è la composizione interna.

Il vantaggio più grande di avere in cameretta una “stanza guardaroba” è quello di poter accessoriare gli interni come meglio si desidera, individuando le attrezzature più adatte alla tipologia di vestiario del ragazzo. Inoltre, è possibile con gli anni, modificare la suddivisione interna, grazie alla modularità della struttura, cambiando quelli elementi ormai non più idonei alle esigenze in divenire del ragazzo.

La cabina armadio dunque cresce con vostro figlio, trasformandosi nel tempo.

Altro vantaggio? Il fatto di essere anche un ambiente ripostiglio. La sua ampia superficie interna permette di gestire lo spazio come meglio si vuole, trovando la giusta collocazione a giochi, attrezzature sportive e quant’altro. L’odine in cameretta sarà garantito!

Realizzabile anche su misura, la cabina armadio per cameretta aiuta a sfruttare tutto lo spazio in altezza, arrivando con il suo volume sino a soffitto.

Se la stanza è dedicata ad una ragazza, la cabina armadio sarà poi l’elemento must have con cui vantarsi con le amiche.

Da tenere a mente però che una cabina armadio standard ha una profondità di almeno 120 cm, ciò impone la presenza di una cameretta perlomeno di 12/14 mq dall’andamento possibilmente rettangolare. Non altrettanto trascurabile è investimento iniziale, di certo più impegnativo di quello che si potrebbe affrontare per un armadio tradizionale.

Una soluzione di cabina armadio “aperta” ce la offre Mistral in foto con la sua composizione di cameretta con letto a terra 12 della collezione Evo, in cui è presente anche la cabina a spalla, attrezzata di ripiani e cassettiere su panca.



Vantaggi e svantaggi dell’armadio in cameretta

Vantaggi e svantaggi dell’armadio in cameretta Se lo spazio in cameretta non è enorme?

Se la stanza è di soli 9 mq o è condivisa con un fratello?

Nessuna paura, sul mercato troviamo una varietà ampissima di armadi per cameretta standard e non, dalle dimensioni più diverse, dai materiali e finiture più fantasiose. Nascono spesso coordinati a letti e scrittoi ed è dunque possibile acquistare l’arredo completo della cameretta senza sbagliare accostamenti cromatici.

L’armadio in cameretta impone, data la sua “rigida” suddivisione interna, di organizzare il guardaroba in modo ordinato e schematico, posizionando i vestiti e le giacche in alto e le maglie e le tute nei ripiani e cassetti in basso. Ciò gioverà sicuramente a contenere il caos dei ragazzi più indisciplinati.

Se il budget non è elevato, sarà comunque sempre possibile trovare un armadio per camerette, dato che se ne trovano per tutte le tasche.

Se la cameretta è occupata da due fratelli si potrà, acquistando due armadi a due ante, separare i guardaroba affinché i ragazzi abbiano ognuno i propri spazi e la propria autonomia.

Interessanti sono poi gli armadi a ponte e le composizioni di camerette a soppalco che permettono di ottimizzare lo spazio esistente sfruttando anche le altezze. Questi armadi “salvaspazio” sono molto ricercati e le creative idee d’arredo delle più importanti aziende sono in continua evoluzione.

Altrettanto “salvaspazio” soprattutto in profondità sono gli armadi ad ante scorrevoli, di cui vediamo una moderna composizione in foto, si tratta della cameretta Zalf Z764_Z765, composta dall’armadio Combi System ad ante scorrevoli Dap in termostrutturato Olmo Ash con maniglie a gola.


In cameretta armadio o cabina armadio?: 7 rapide idee per organizzare il guardaroba nella cameretta

7 rapide idee per organizzare il guardaroba nella cameretta Affrontati i pro e i contro dell’armadio e della cabina armadio in cameretta, è giunto il momento di offrire 7 semplici consigli su come organizzare al meglio il guardaroba dei ragazzi.

  • Prima ancora di puntare su stili, composizioni e colori, non lesinate mai su resistenza, sicurezza ed atossicità dei materiali impiegati per la costruzione degli arredi per la cameretta.
  • All’interno della cabina armadio non lasciate mai libero il ragazzo di sistemare il guardaroba a piacimento. Spetterà al genitore suddividere l’interno ed acquistate scatole, contenitori ed accessori secondari nei quali il giovane possa individuare subito il contenuto ed ordinarlo di conseguenza.
  • Furba è l’idea di scrivere sul contenitore gli oggetti che all’interno sono contenuti grazie ad etichette ed adesivi e acquistare cassetti con frontali in vetro trasparente in modo che tutto sia facilmente ritrovabile.
  • Problemi di spazio? Acquistate un armadio ad ante scorrevoli. Oltre a non ingombrare in profondità, le sue misure standard non superano quasi mai i 200 cm di lunghezza.
  • Se non volete avere problemi con il faticoso cambio dei vestiti ad ogni stagione, prendete in considerazione l’acquisto di un armadio a quattro o a sei ante, detto appunto armadio quattro stagioni.
  • Soffitti alti? Via libera a soluzioni su misura o a composizioni sviluppate in quota, o perché no a veri e propri soppalchi abitabili da organizzare a piacimento con letto sopra e guardaroba sotto o viceversa.
  • In quanto a stile lasciate libero il ragazzo di esprimere il suo modo di essere anche attraverso i mobili. La scelta del colore, della composizione, degli accessori sarà a suo carico, sempre sotto la supervisione di un adulto in tema di budget e funzionalità generale della cameretta.

Un esempio di stile ricercato, design e sicurezza d’utilizzo ce lo offre Lago con il suo armadio a ponte N.O.W. (Not Only White), nome che sottintende un’esplosione di colori. Modulare e vivace, questo armadio permette di sfruttare lo spazio sopra letti e scrivanie. Le ante in vetro o in legno senza maniglie sono composte da fasce personalizzabili nei cromatismi.