Le caratteristiche del parquet industriale

Parquet industriale, questo sconosciuto!

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare del cosiddetto parquet industriale; si legge, infatti, di questo particolare argomento su tutti i giornali specializzati nell'arredamento d'interni, ma spesso non si ha ben chiaro in mente di che cosa si tratti realmente.

Per chiarire ogni dubbio, quindi, occorre trovare una definizione chiara e completa che descriva al meglio cosa quali siano le caratteristiche del parquet industriale che lo rendono particolare e diverso dal parquet classico, e, soprattutto, dove è preferibile utilizzarlo e a quali condizioni.

Con il termine parquet industriale, nello specifico, si intende una particolare tipologia di parquet, inizialmente utilizzata esclusivamente per ambienti altamente frequentati e quindi calpestati, come ad esempio negozi o attività industriali ( da cui, appunto, il nome), caratterizzata da listoncini di legno più sottili rispetto a quelli caratteristici del parquet classico.

Si tratta, sostanzialmente, di una variante di parquet decisamente più economica, e questo aspetto è dovuto al fatto che il parquet industriale è realizzato utilizzando legno ottenuto dal recupero di altre lavorazioni; il risultato finale è, quindi, piuttosto particolare esteticamente in quanto si ottiene una stonalizzazione cromatica, derivante, appunto, dall'uso di legni di diversa provenienza, ma che comunque risulta essere indubbiamente d'effetto.

parquet industriale


Dimensioni del parquet industriale

parquet industriale Vediamo insieme quali sono le principali caratteristiche del parquet industriale.

Questa particolare variante di parquet viene venduta sotto forma di listelli caratterizzati da spessori che possono andare dagli 8 ai 23 mm, da lunghezze che vanno dai 160 ai 400 mm e da larghezze comprese tra 8 e 25 mm.

La particolarità di questo rivestimento risiede nel fatto che questi listelli vengono posati in verticale, di taglio, e ciò, oltre a conferire al pavimento l'aspetto caratteristico, riesce a garantire un'elevata resistenza meccanica.

Il parquet industriale è presente in commercio in due varianti: la prima è quella in massello, vale a dire costituita da lamelle assemblate in piccoli blocchi tenuti insieme da del nastro adesivo che verrà tolto prima della posa, e la seconda è costituita dal cosiddetto prefinito. Nel primo caso, a fronte di un prezzo di acquisto minore, si dovranno sostenere maggiori costi di posa in opera, nel secondo caso sarà esattamente il contrario.

  • Parquet industriale prefinito Di tendenza, il parquet industriale è caratterizzato da lunga durata, buon rapporto qualità prezzo e si può lamare più volte. In commercio si trova sia grezzo, sia prefinito, soltanto da posare. In or...
  • Pavimento finto parquet Fra i vari materiali impiegati per i pavimenti, il parquet è uno dei più apprezzati, poiché trasmette all’intera casa un'atmosfera di accogliente naturalezza. Al contempo si tratta di una finitura ele...
  • Agli ambienti delle nostre case il parquet un effetto suggestivo e un’atmosfera calda ed accogliente. Sceglierne la tipologia di posa, il formato e l’essenza delle liste o il colore, non r...
  • I pavimenti in legno regalano agli ambienti domestici un'atmosfera unica. Nelle case di oggi un'alternativa a quelli in legno massiccio, sono i pavimenti prefiniti in legno multistrato, pratici, econo...


La posa

parquet industriale prefinito Per entrambe le varianti di parquet industriale è prevista la posa per incollaggio, la quale deve essere effettuata su un fondo ben livellato; ad essa deve necessariamente seguire un'operazione di stuccatura, indispensabile in quanto si tratta di materiale recuperato da altre lavorazioni, e, se si è optato per listelli grezzi, occorrerà effettuare un lavoro aggiuntivo di levigatura e di verniciatura.

Un aspetto estremamente importante è costituito, infine, dalla manutenzione del parquet industriale: per quella ordinaria sarà sufficiente passarvi all'occorrenza un panno umido e morbido, per quella straordinaria, invece, si potranno utilizzare delle macchine levigatrici che consentiranno di effettuare la lamatura del parquet quando ve ne sarà la necessità.


Le caratteristiche del parquet industriale: Vantaggi e Svantaggi

parquet industriale in bagno Tra i principali aspetti positivi che sottolineano le caratteristiche del parquet industriale, il primo posto è senza dubbio occupato dall'economicità.

Esso, infatti, costa decisamente meno del parquet classico, e spesso viene preferito a quest'ultimo proprio per via di questo aspetto.

Altri vantaggi che contraddistinguono il parquet industriale sono, poi, la robustezza e la resistenza, qualità che lo rendono adatto a sopportare urti e continui calpestii tipici di ambienti altamente frequentati, e soprattutto la possibilità di essere sottoposto a molteplici levigature nel tempo, grazie alle quali sarà possibile, ogni qualvolta ve ne sarà bisogno, rinvigorirlo.

Se volessimo, invece, trovare degli aspetti negativi dovremmo obbligatoriamente citare il fatto che si tratta di un rivestimento realizzato con del materiale di scarto, e che, per questo motivo, non ha un elevato valore intrinseco.

Tuttavia, negli ultimi periodi, esso sta prendendo piede prepotentemente nelle nuove proposte relative all'interior design, dove viene utilizzato per donare agli ambienti più moderni un tocco di calore e di eleganza, costituendo, dunque, una vera e propria forma di arredo.

Di conseguenza, più che di svantaggi veri e propri, sarebbe più opportuno parlare di gusti e preferenze; ciò che, infatti, potrebbe trattenere dallo scegliere questa soluzione come rivestimento del pavimento della propria abitazione o del proprio locale è l'aspetto estetico; come accennato prima, si tratta di un parquet che può presentare discromie, imperfezioni quali, ad esempio, eventuali nodi e disomogeneità in generale, che, a seconda dei gusti personali di ognuno, possono piacere o meno.