La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 17 aprile 2011

Il nuovo brand Torremato

Torremato è il nuovo brand di design de Il Fanale Group, azienda trevigiana che da più di trent’anni realizza apparecchi illuminanti in stile classico e d’epoca seguendo un approccio artigianale nel rispetto della tradizione. Il nome Torremato nasce dall’acronimo dei nomi della famiglia proprietaria, una denominazione unica e irripetibile per un marchio che intende tracciare un nuovo itinerario creativo realizzando apparecchi illuminanti che parlino un linguaggio suggestivo e contemporaneo. La collezione di debutto Torremato presenta pezzi dal forte valore estetico e funzionale, luci per l’interior design e per il giardino, adatti sia ad ambienti home che contract. 

Il linguaggio della memoria

Bole, effetto natura   Linguaggio contemporaneo di materiali di antica memoria, corpi illuminanti che si integrano alla perfezione con il paesaggio naturale. E’ la sintesi di Bole di luci Torremato, collezione di lampade per esterni in ghisa e ferro costituita da un monoblocco cilindrico che all’estremità può alloggiare vasi di piante e fiori che possono essere curate, annaffiate e fatte crescere senza alcun problema.   La fonte luminosa E27, sia a una luce fredda che calda non interferisce minimamente con la crescita delle piante. L’effetto luce si dipana sia verso il basso che verso l’alto.

Gioco funzionale e poetico

Bridge, effetto materia   La putrella, la trave in metallo o legno a doppio T usata nell’edilizia, diventa fonte di ispirazione per Bridge, una delle inedite collezioni di lampade per esterno di luci Torremato by Il Fanale group. La putrella orizzontale è retta da due altre putrelle poste in verticale in modo da formare una sorta di ponte.   Come un gioco funzionale e poetico la collezione si completa anche di una panchina pendant, accessorio che può fungere sia da seduta sia da punto luce perché presentato con o senza sistema illuminante. La fonte luminosa è a fluorescenza o LED.  

Sfoglia i cataloghi: