Mobili Thonet: la nascita del design tra Biedermeier e Secessione viennese

La curvatura a vapore del legno dei mobili Thonet

Quando Michael Thonet (Boppard am Rhein 1796 - Vienna 1871), intorno al 1830, inventò la tecnica seriale di curvatura a vapore del legno di faggio, fino ad allora solo artigianale, diede avvio ad un nuovo stile di lavorazione di tale materiale e fu unanimemente riconosciuto come il primo designer industriale. Da questa idea nascono i mobili Thonet. 
tavolino thonet

Panca con seduta in legno della plancia in Lodge ispirato artigiani del capo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 442,86€


L'avventura artistica di Thonet

poster fratelli thonet L’avventura artistica di quest’uomo e della fabbrica che da lui prese il nome sono ora al centro di una importante mostra che si tiene al Castello Sforzesco di Milano, tra l’11 marzo e il 24 aprile 2005, dal titolo Mobili Thonet: la nascita del design tra Biedermeier e Secessione viennese. L’esposizione, curata da Giovanni e Chiara Renzi, prodotta da Silvana Editoriale e patrocinata dalla Città di Vienna, dal Consolato d’Austria e dal Forum Austriaco di Cultura, documenta in modo completo “l’universo Thonet”, presentando oltre 130 mobili prodotti dal maestro e dalla Gebrüder Thonet di Vienna, nonché numerosi cataloghi e materiale pubblicitario.

  • cucina capalbio Il Gruppo Del Tongo completa la collezione Open con una nuova cucina, dinamica e innovativa.Si tratta di Capalbio, un modello vivace e moderno anche se progettato nel segno della tradizione: una p...
  • cucina minacciolo in legno Il legno da sempre ci accompagna nell’arredo delle nostre case. Materiale duttile, resistente, robusto e dall’aspetto unico, così differente nelle sue varie essenze, aiuta a creare effetti naturali e ...
  • cucina in legno mood stosa Effetto naturale ed elegante per la nuova proposta cucina in legno di Stosa. Si chiama Mood ed è un progetto che entra a fare parte del programma Look System con moduli base h. 72cm. Una cucina da...
  • tavolo legno riciclato È possibile creare intere linee di arredi senza nemmeno tagliare un ramo di un albero: rispetto per l’ambiente e design si vengono sempre più incontro per coniugare sostenibilità e una sempre crescent...

YUPE Acciaio inossidabile 304 Piantana portasapone accessori bagno serie, gancio, spazzolino da denti, titolari di carta igienica titolare, spazzola per WC, asciugamano bar, portasciugamani, Dosatori del sapone, asciugamano anelli,Single tier asciugamano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 68€


Come nasce la curvatura del legno

sedia thonet Dopo un periodo di apprendistato, Michael Thonet iniziò nel 1819 a dirigere un laboratorio specializzato in elementi decorativi destinati a mobili realizzati da altri produttori e realizzati piegando strisce di legno immerse in acqua e colla e successivamente pressate. Per risolvere i problemi causati dai collanti di allora, decisamente instabili, Thonet provò ad eliminarli e ad utilizzare nella lavorazione solo aste di legno stagionato che poneva in un ambiente saturo di vapore acqueo e che piegava, quando erano umide, dando loro la forma desiderata. Tale forma era mantenuta introducendole poi in particolari essiccatoi che eliminavano l’acqua. Queste sono ancora oggi le caratteristiche della produzione del mobili Thonet. 


Thonet: il falegname ufficiale della corte di Vienna

sedia thonet Dopo essersi specializzata, tra il 1830 e il 1840, nella produzione di mobili in faggio curvato, la Gebrüder Thonet verso la fine dell’Ottocento, era in grado di realizzare quattromila pezzi al giorno grazie ad una forza lavoro di seimila impiegati. Nel 1841 il ministro dell’imperatore d’Austria Metternich, dopo aver visto una mostra dei mobili Thonet, lo invitò a Vienna dove divenne il falegname ufficiale di corte. Il successo commerciale decisivo giunse però con la partecipazione di Thonet all’Esposizione Internazionale di Londra del 1851, dove gli straordinari pezzi presentati fecero parlare per la prima volta di industrial design.


Il successo di Thonet in mostra a Milano

culla in legno curvato I continui esperimenti per la curvatura del legno dei mobili Thonet e il successo ottenuto dall’azienda dapprima con i modelli dalle ricche volute ottocentesche e successivamente con le forme squadrate della Secessione Viennese e con quelle razionali del mobile in tubolare metallico, sono illustrati nell’esposizione in corso a Milano.

Sedie, tavoli, divani, poltrone, letti, fioriere, porta spartiti, attaccapanni, scrivanie, racchette da tennis, anelli per la ginnastica, mobili per bambini e per bambole e dondoli vengono mostrati nei diversi periodi di produzione di mobili Thonet e delle numerose aziende concorrenti attive dopo il 1869, in quella che rappresenta la prima guerra commerciale dell’industria moderna.


Mobili Thonet: la nascita del design tra Biedermeier e Secessione viennese: Pubblicità e mobili: dagli albori ai giorni nostri

Sulla scia del successo ottenuto dalla ditta di mobili Thonet, infatti, scaduti nel 1869 i brevetti della curvatura del legno a vapore, molte altre aziende sorsero e si specializzarono nella realizzazione di mobili di simile fattura. Tra le più importanti, la Mundus, la Fischel, la Arx, la Teschen, la Eissler, la Jacob und Joseph Kohn, che curò particolarmente il rapporto con i designers e che all’esposizione di Parigi nel 1900 presentò nel suo repertorio molti motivi Art Nouveau. La concorrenza tra la Thonet e la Kohn aumentò ed indusse la prima a collaborare con i più famosi nomi del design del tempo. I nuovi mobili iniziarono così ad essere firmati da Hoffman e Wagner, che lavoravano anche per la Kohn, e da Joseph Urban, Marcel Kammerer e Joseph Bauer.

Attraverso le diverse sezioni della mostra, i visitatori possono seguire l’evoluzione dell’immagine e delle strategie di comunicazione dell’industria del mobile in faggio curvato prima con le pubblicità sui giornali austriaci e tedeschi, poi attraverso i preziosi cataloghi commerciali diffusi in tutta Europa e nel mondo. Accanto al materiale pubblicato dalla Thonet si osservano le immagini di persone comuni, bambini, soldati o innamorati su sedie e dondoli in faggio curvato, spaccato di costume dell’epoca che rievoca luoghi, abitudini e gesti del secondo Ottocento europeo. L’ultima sezione dell’esposizione riguarda infine un argomento curioso, quale Thonet e il cinema, ovvero la diffusione del mobile ricurvo nel cinema italiano e straniero: attori di fama internazionale in fermo immagine di pellicole note o dimenticate. 

Thonet: la nascita del design tra Biedermeier e Secessione viennese

100 anni di mobili in faggio curvato a vapore e materiale iconografico della Gebrüder Thonet Vienna 

Milano, Castello Sforzesco - Sala della Castellana e Sala del Tesoro

Dall’11 marzo al 24 aprile 2005

Orario: 9.00-17.30. Lunedì chiuso

Ingresso libero

Catalogo Silvana Editoriale

Informazioni: 

Tel. e fax 02 48195411