La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 01 luglio 2013

La bellezza del parquet in bamboo

Il pavimento in parquet in casa è una scelta di stile e tipologia abitativa: ambienti caldi e accoglienti con una luce totalmente diversa che ci riempie gli occhi di naturalezza. Il parquet bamboo sta emergendo nel mercato dei pavimenti in legno tradizionali, per la sua resistenza, bellezza e eco-compatibilità. Molto in auge e molto utilizzato dai progettisti d’interni e designer, che scelgono prodotti tratti da materia prima di ottima qualità: il legno di bamboo.    È fondamentale che per realizzare un buon parquet di legno di bamboo le piante siano raccolte in età matura, dopo una crescita di almeno 4-5 anni. Le piante invece troppo giovani o troppo vecchie, non sono adatte alla realizzazione di questi pavimenti. È altresì importante che le piante siano provenienti da foreste certificate, che salvaguardino la natura e non siano derivanti da deforestazione selvaggia.  

Lavorazioni e tipologie di bamboo

Per la realizzazione di un parquet bamboo, secondo la tipologia che si sceglie, variano i processi di lavorazione. Solo la fase iniziale è identica per tutti. I tronchi di bamboo vengono decorticati sia all’interno che all’esterno e ridotti in asticelle, riassemblate poi diversamente a seconda del tipo di parquet che si deve realizzare.   I colori possono essere sia quello naturale del materiale, in altre parole giallino chiaro, oppure essere trattate con il calore tramite un processo chiamato carbonizzazione o evaporazione, con il fine di ottenere un legno di colore più scuro, simile al noce.   Secondo l’incollaggio delle asticelle si può ottenere un parquet orizzontale oppure verticale, che renderanno un diverso effetto uno dall’altro. A questo punto, il materiale realizzato viene fatto essiccare a temperatura costante in un posto ventilato per diverse settimane, con lo scopo di ottenere un materiale indeformabile, resistente, senza bolle d’aria al suo interno.  

Sfoglia i cataloghi: