Pavimenti da esterno, come sceglierli

Pavimento per esterno

I pavimenti da esterno, da utilizzare per il terrazzo, il patio o il giardino, vanno scelti non dimenticando alcune caratteristiche essenziali, tra cui l’idrorepellenza e l’antiscivolosità, la membrana impermeabilizzante e la sopportazione alle escursioni termiche. Riguardo i pavimenti per il terrazzo, occorrerà definire anche il peso che la struttura può sopportare.

In genere, per una pavimentazione da esterni si predilige un colore chiaro, che non attragga eccessivamente i raggi solari, limitandone in tal modo il surriscaldamento, rendendolo così fruibile anche ai bambini che in estate giocano fuori, magari a piedi nudi. Infine i pavimenti da esterno devono essere composti da materiale antigelo e antiscivolo, onde evitare antipatiche cadute nella stagione fredda.

Nell’immagine, Multiquartz20 è la nuova variante della serie Multiquartz di Marazzi Ceramiche, disponibile nel formato 60x60 cm con spessore 20 mm e ideale per la posa su erba, sabbia, ghiaia, a colla, sopraelevata. Realizzata in lastre di gres porcellanato dall’aspetto materico e molto stonalizzato, Multiquartz20 è prevista in tre varianti di colore, impreziosite dai decori montati su rete che permettono infinite soluzioni di posa.

Pavimento per esterno


Pavimenti esterni

Pavimenti estern Il terrazzo o qualsiasi altro piano esterno è una superficie che può essere semichiusa o del tutto aperta. In entrambi i casi queste superfici vengono a contatto con agenti atmosferici, come ghiaccio, grandine, neve, pioggia o semplicemente il sole. Prima d’iniziare i lavori si consiglia di prestare attenzione al tipo di pavimento che andremo ad utilizzare in base al nostro budget, per scegliere il miglior rapporto qualità prezzo. Quindi badiamo all'impermeabilità del pavimento, poiché non dovrà permettere all'umidità e all'acqua d’infiltrarsi. Una guaina d’impermeabilizzazione e altri prodotti simili per questo genere d’uso, svolgono in maniera efficiente il loro compito. I pavimenti da esterno possono essere di diverso tipo e talvolta la scelta deve essere semplicemente orientata in base ai propri gusti. Esistono pavimenti in cotto, pavimenti in legno oppure piastrelle in ceramica o in gres porcellanato. Solitamente le piastrelle sono definite in base al loro coefficiente di scivolosità indicato dalla lettera R e da un numero: più il numero è elevato e più l'aderenza è massima.

Metropolitan Plus di Venis è una piastrella specificatamente pensata per pavimenti da esterni, realizzata in gres porcellanato con caratteristiche antisdrucciolo, con spessore e resistenza che la rendono adatta a zone ad alto traffico anche carraio. Posizionabile anche in ambienti interni, è disponibile in un formato qaudrato, nella tonalità Sand.


  • Pavimentazioni per esterno La scelta delle pavimentazioni da esterno dipende molto dalla destinazione e dall'uso, in funzione dei quali scegliere tra i numerosi materiali in commercio e le differenti forme e colorazioni delle p...
  • pavimento da esterno Quando si sceglie il materiale per i pavimenti da esterno vanno considerati alcuni parametri indispensabili alla buona riuscita della messa in opera e anche all’estetica del risultato finale. I pro...
  • Pavimentazione per piscina Le pavimentazioni per esterno vengono scelte seguendo due criteri principali: lo stile, che soddisfa la scelta estetica, e la resistenza, che soddisfa l'alta fruibilità della pavimentazione stessa. ...
  • Quale pavimento scegliere per gli esterni Non tutti hanno la fortuna di poter godere di uno spazio esterno alla propria abitazione in cui rilassarsi nelle prime belle giornate primaverili. Un giardino, un terrazzo o anche solo un balcone vivi...


Piastrelle da esterno

pavimenti da esterno Le piastrelle più diffuse per i pavimenti da esterno sono di diverse dimensioni, in ceramica oppure in gres, un materiale di peso ridotto e semplice da pulire. Altri materiali molto apprezzati dagli utenti sono la pietra, elegante e facile da utilizzare, ma pesante, le doghe, sempre più frequentmente realizzate in legno ecologico, belle ma scivolose e le lastre, semplici da posare e rimuovere, resistenti e anche econmiche. Infine, vi è la pavimentazione a getto continuo, sviluppata in cemento, successivamente impreziosito con legno, pietra, terracotta o vetro. Si tratta di un rivestimento utile poiché grazie a decorazioni e personalizzazioni, si conferisce continuità tra interni ed esterni. Tuttavia questo genere di pavimento per esterni è piuttosto sensibile alle escursioni termiche.

Nell’immagine: Pòrtico di Cerdomus è una collezione di piastrelle realizzate in gres porcellanato adatte per rivestimenti e pavimenti interni ed esterni. Questa serie, ispirata alle caratteristiche estetiche della pietra antica, ripropone il cotto più tradizionale con le più alte prestazioni tecniche in una gamma di colori caldi. Pòrtico è prevista in differenti formati e varianti cromatiche e si completa con i mosaici ad effetto multicolor e i listelli a spina con note grafiche originali. In foto è proposta una pavimentazione nel colore San Luca.


Mattonelle per giardino

Mattonelle per giardino Quando si sceglie la pavimentazione per esterni bisogna tenere conto di variabili diverse rispetto a quelle per interni che possono essere valutate soprattutto secondo criteri funzionali, oltre che estetici. I materiali per esterni devono adattarsi alla esigenze del luogo (zone più calde o piovose e gelide) nel quale vengono inseriti, ma devono anche essere in armonia con lo stile degli ambienti interni.

Le mattonelle per esterno in pietra, per esempio, sono una soluzione in materiale naturale adatta a chi desidera conferire un aspetto tradizionale alla zona esterna. Le pietre sono particolarmente adatte a pavimentare il giardino: rendono unico ogni spazio esterno, dimostrandosi estremamente resistenti e adatti a chi desidera coniugare funzionalità, risultato estetico e attenzione per l’ambiente. La pietra, poi, è per definizione un materiale naturale, in linea con una filosofia green. 

Tra i pavimenti per esterni in pietra naturale c’è Mega Favaro1 di Via Veneto che si caratterizza per le ampie dimensioni disponibili e per lo spessore di 9 centimetri che garantisce estrema facilità di applicazione. Le mattonelle sono realizzate con graniglie selezionate di pietra prelevate in natura.


Pavimentazione esterna


Pavimentazione esterna
 Nella scelta della pavimentazione esterna è fondamentale tenere in considerazione la destinazione d'uso (giardino, strada carrabile, percorso pedonale, pavimentazione di un bordo piscina eccetera), individuando il materiale che meglio si adatta al contesto e alle condizioni climatiche del luogo. Se la pavimentazione per esterni va collocata in ambienti in cui l'inverno è molto rigido e si raggiungono basse temperature si dovrebbe protendere per materiali dall’elevata resistenza, mentre in zone con precipitazioni frequenti si potrebbe tendere per delle tipologie con un basso assorbimento idrico. Bisogna anche valutare la funzione che andrà ad assolvere il pavimento; ad esempio se sarà adibito per il transito di pedoni o automobili saranno richieste particolari condizioni di resistenza e solidità.

Generalmente tutti i pavimenti per esterni devono essere: impermeabili, antiscivolo e antigelivo, resistenti ai carichi, resistenti agli agenti atmosferici e agli sbalzi di temperatura, a bassa propensione alle muffe e alle macchie. Queste caratteristiche sono indicate nelle schede tecniche e nei cataloghi dei prodotti, corredati anche di tutti i parametri di riferimento in base alle normative europee (EN) e a quelle internazionale (ISO).

SistemN20 di Marazzi Tecnica è un gres porcellanato disponibile nel formato 60x60 cm in 5 tonalità neutre. Lo spessore di 20 mm e la superficie antiscivolo lo rendono un prodotto high performance adatto per progettare pavimentazioni esterne o ad alta sollecitazione come giardini, terrazzi e gazebo.


Pavimenti da esterno, come sceglierli: Rivestimento pavimenti esterni

Rivestimento pavimenti esterni In commercio esistono molteplici tipologie di materiali per le pavimentazioni esterne. Le mattonelle generalmente più utilizzate sono: in pietra, in ceramica, in gres porcellanato, in cotto, in calcestruzzo, in legno. Anche in questo caso la scelta del materiale andrà fatta secondo criteri funzionali ed estetici.
Il cotto e la pietra naturale possono facilmente essere inseriti in un contesto rustico per pavimentare terrazzi, balconi e aree di giardino, mentre il gres porcellanato è un materiale molto resistente ai graffi, alle abrasioni e agli agenti chimici e può avere diverse finiture.
Tra gli altri materiali adatti per gli esterni c’è il calcestruzzo, impiegato, dopo essere stato rinforzato da un'armatura elettrosaldata, anche per percorsi carrabili. Inoltre è possibile conferirgli differenti aspetti, facendolo assomigliare al legno, alla pietra, al mattone.
Anche il legno, se adeguatamente trattato, è adatto per gli esterni. Spesso si trova in listoni o quadrotte che si possono utilizzare sia per pavimentazioni a bordo piscina che per terrazzi e giardini.

Larideck Mosaico di Bellotti è una pavimentazione modulare in legno per esterni, che si posa facilmente su qualsiasi supporto e si rimuove velocemente e senza fatica, perfetto per valorizzare ogni tipologia di ambiente esterno, dai bordi di piscine ai terrazzi, dalle terme dei centri benessere agli stabilimenti balneari. Essendo il legno un materiale naturale e vivo che si adegua alle condizioni ambientali in cui è inserito, per limitare le variazioni strutturali e cromatiche è consigliabile trattare la superficie con un impregnante protettivo specifico.