Arredamento.it

Arredamento.it

Come sistemare le piante da balcone

Come sistemare le piante da balcone

- 13 febbraio 2013

Quali piante scegliere

Chi ha la fortuna di avere un’abitazione con un bel terrazzino proverà sicuramente piacere nel pensare di arredarlo con delle belle piante da balcone, in grado di creare un angolo verde e rilassante in tutte le stagioni. Le specie di piante idonee all’arredo di un balcone sono numerosissime, dalle sempreverdi alle piante aromatiche, adatte a soddisfare ogni gusto e prospettiva. La prima cosa da verificare è l’esposizione al sole del vostro balcone. Una terrazza soleggiata ma non troppo esposta al cocente sole estivo nelle ore più clade è l’ideale per qualsiasi tipo di pianta da esterno. Se invece il vostro terrazzo è colpito da sole diretto nelle ore più afose, il consiglio è quello di scegliere, come piante, olivi o agrumi, perfetti anche per ambienti aridi e afosi e particolarmente amanti dell’esposizione al sole. A seconda dell’effetto visivo che volete donare al vostro balcone potrete scegliere fra le seguenti tipologie di piante: PIANTE AROMATICHE: le più utilizzate sono salvia, basilico, lavanda e rosmarino. Queste piantine, di facile coltivazione, oltre a profumare l’ambiente in cui vengono posizionate, permettono di avere sempre a portata di mano dei preziosi alleati della cucina. PIANTE FIORITE: gerani, azalee, ciclamini, primule, violette… ne esistono veramente delle varietà infinite. Hanno il potere di conferire al balcone allegria e un piacevole impatto visivo. Una sottocategoria di questa tipologia di piante sono i fiori da bulbo, come tulipani ed iris. PIANTE SEMPREVERDI: vengono scelte da chi desidera avere un balcone colorato e "vivo" anche nelle stagioni più fredde. Alcune di queste piante inoltre in primavera regalano splendidi fiori, appariscenti e profumati.

Orto in terrazza

Negli ultimi anni la coltivazione di piante ortive in balcone è diventata una tendenza. Moda sana, che unisce l’utile al dilettevole, permette di avere a propria disposizione insalata, rucola, pomodori, fragole, mirtilli, frutti di bosco e persino pisellini e carciofi. I vivai si stanno oggi specializzando nella realizzazione di orti verticali, che permettono la coltivazione di queste piante anche a chi ha a propria disposizione un balcone non proprio grande. Se scegliete questa tipologia di piante da balcone potrete organizzare la "semina" in maniera tale da ottenere prodotti in tutte le stagioni. Le insalate e la rucola ad esempio sono piante che crescono in inverno.

la cura delle piante

Dopo aver scelto le piante da sistemare in balcone, è giunto il momento di prendersi cura della loro crescita e del loro benessere. Per prima cosa è necessario assicurarsi che le piante abbiano una costante esposizione alla luce. Senza luce ogni pianta morirà nel giro di pochissimo tempo. Il secondo elemento di cui la pianta non può fare a meno è l’acqua. L’acqua conferisce alla pianta Sali minerali e tutte le sostanza nutritive di cui ha bisogno. Le piante devono essere annaffiate con frequenza che varia estremamente da una tipologia all’altra. E’ necessario in questo caso informarsi nei vivai, leggere manuali o ascoltare i consigli di persone esperte. Anche il terriccio deve essere valutato. In commercio esistono terricci sabbiosi, acidi, argillosi, in grado di costituire la base ideale per ogni tipo di pianta. Non bisogno infine dimenticarsi di tenere sempre sott’occhio la temperatura a cui le vostre piante vengono esposte. A questo proposito, nel periodo invernale, potrebbe essere necessario la costruzione di serre o l’acquisto di tessuti particolari, finalizzati al riparo della pianta dal freddo. Un altro passo importante per prendersi cura delle proprie piante da balcone è l’acquisto dell’attrezzatura adatta. Paletta, forbici per la potatura e nebulizzatore non possono mancare in casa di chi ha il desiderio di occuparsi della crescita delle proprie piante in maniera costante e con risultati soddisfacenti.

Sfoglia i cataloghi: