La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 22 aprile 2020

10 fiori da balcone primaverili

Non è necessario disporre di un ampio spazio outdoor: anche un semplice balcone può essere trasformato in un’oasi verde nella quale trascorrere momenti di relax da soli o in compagnia, godendo di quel benessere che solo la natura sa trasmettere. Ecco 10 fiori da balcone primaverili:

  • Geranio: è un grande classico, molto diffuso nelle abitazioni italiane. I motivi del suo successo? I colori accesi e vivaci, la resistenza, la facilità con cui si coltiva. Esistono diverse tipologie di gerani, sostanzialmente tutte si rivelano adatte al balcone.
  • Primula: anche in questo caso, le specie disponibili risultano assai numerose; quelle ideali per i balconi sono due, ovvero la Primula obconica e Primula malacoides. La fioritura è costante per tutta la durata della primavera, un vero spettacolo per gli occhi.
  • Tulipano: Elegante, colorato e raffinato, conquista tutti. Se decidete di piantare i bulbi anziché acquistare le piantine, ricordate di spargere sassolini sul fondo del vaso per evitare i ristagni e distanziate di una decina di centimetri un bulbo dall’altro.
  • Gelsomino rampicante: lasciategli spazio, perché tende a svilupparsi molto e formare dei fitti cespugli di foglie e fiori. Anche per questo motivo, in molti lo scelgono per proteggere la propria privacy.
  • Nasturzio: è un trionfo di colore e allegria, cresce molto velocemente e si moltiplica, per cui il nostro consiglio è quello di non piantare troppi semi perché rischiate di non riuscire a gestirli. Maneggiare con cura: i nasturzi si spezzano facilmente.
  • Violetta: Le tipologie più diffuse sono le viole del pensiero e le viole cornute. Non necessitano di molte cure e in compenso donano grandi soddisfazioni. Hanno bisogno di un terreno morbido e suggeriamo di concimare con regolarità.
  • Begonia: Perfetta anche per chi non ha il pollice verde: averne cura è davvero semplice. I colori sono tanti: si va dal bianco al rosso, dal rosa (in diverse sfumature) all’arancio. La begonia ha bisogno di acqua abbondante.
  • Surfinia: Come la begonia, necessita di molta acqua. E anche di tanto concime. Ricambia regalando abbondanza di fiori vivaci e dalle mille sfumature. Ormai è la diretta concorrente dei gerani.
  • Azalea: Il terreno deve essere costantemente fresco e umido, i vasi più indicati sono quelli in terracotta. Ma vanno bene anche quelli in plastica. L’azalea tollera bene sia le temperature alte che il freddo.


Infine citiamo la gerbera, il “margheritone” colorato che ha conquistato un posto d’onore fra i simboli della primavera. Non richiede molte attenzioni e dura fino alla fine dell’estate.

Errori da evitare: come scegliere le piante giuste per balconi e terrazzi

Vediamo quali sono gli errori più diffusi nella scelta delle piante per il balcone e il terrazzo. Innanzi tutto, molti non controllano la stagionalità e di conseguenza acquistano, per esempio, piante che non fioriscono in primavera o piantano i bulbi troppo tardi (o troppo presto).

Altri non raccolgono le necessarie informazioni relative alla crescita delle piante, e poi non di rado si ritrovano alle prese che piccole giungle davvero difficili da controllare e contenere. Capita, inoltre, che si scelga una pianta principalmente in base al suo aspetto e non si consideri l’esposizione del proprio spazio esterno.

In altre parole, si deve tener presente che alcune hanno bisogno di tanto sole, altre no. Ne soffrono e finiscono per morire. Allo stesso modo, non sono poche le piante che non tollerano il forte vento. Sono tutti elementi da considerare.

Dove comprare online le piante e i fiori

La Rete è un ottimo canale per reperire piante e fiori: la scelta è ricca, si trovano anche esemplari non sempre disponibili presso i fiorai; i tempi di consegna sono piuttosto rapidi e non di rado ci si imbatte in interessanti promozioni. I siti sono tanti, centinaia. Come orientarsi, quale scegliere?

Consigliamo di puntare sui produttori specializzati o sugli e-commerce dei vivai più noti e forniti. Il vivaio Le Georgiche, per esempio, propone semenze e bulbi, ma anche rose da collezione, siepi e alberi da giardino, nonché terricci e concimi.

Segnaliamo anche il sito della Bakker, azienda olandese leader a livello europeo nella vendita a distanza di pianti, fiori e prodotti da giardinaggio, e Flority Fair, il primo mercato di fiori online dove puoi acquistare prodotti artigianali a filiera corta dai floricoltori italiani”. Altri riferimenti sicuri? Italianflora, Florablom, Odd Garden, Floraqueen, Yougarderner, Colvin.

Come sistemare i fiori sul balcone

I fiori non devono essere sistemati sul balcone semplicemente in base a una questione di estetica. Importante, infatti, è seguire anche altri criteri. Tanto per cominciare, nelle zone che ricevono maggiore luce solare e più a lungo nell’arco della giornata devono essere collocati i vasi contenenti fiori che ne hanno bisogno. A tal proposito, puntate anche sulle balconiere, che permettono di avere più piante e garantiscono un impatto visivo di grande effetto.

Nelle parti più ombreggiate e fresche è bene invece mettere le piante più delicate, che cioè non tollerano i raggi molto intensi. Se il balcone è sufficientemente ampio e vi piace anche coltivare piantine aromatiche e ortaggi, ricordate di creare una zona dedicata, quindi separata rispetto a quella che vede protagonisti i fiori.

Valorizzate anche i muri e lo spazio verticale, appendendo vasi pensili e scegliendo qualche pianta rampicante, magari in corrispondenza del punto in cui avete sistemato il tavolo e le sedie: sarete protetti da sguardi indiscreti.

Sfoglia i cataloghi: