La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 26 settembre 2017

Le porte scorrevoli

Le porte scorrevoli in vetro per interni sono una valida alternativa alle tradizionali porte a battente in quanto permettono di sfruttare meglio lo spazio in cui vengono installate attraverso un sistema di binari a scorrimento. Sono particolarmente adatte a tutte quelle stanze in cui lo spazio disponibile è limitato, si pensi a un piccolo servizio igienico o a un locale come la cabina-armadio, o anche nelle edificazioni che fanno largo uso del cartongesso, un materiale da costruzione che ben si presta ad accogliere questa tipologia di infissi. Le porte scorrevoli sono composte da un modulo in vetro, un pannello di dimensione variabile e spesso personalizzata, che scorre su elementi metallici in acciaio e alluminio che possono essere visibili oppure nascosti a seconda della raffinatezza del design. Spesso sono impiegate all'interno delle abitazioni poiché all'esterno non garantiscono la protezione tipica delle porte a battente. Tuttavia talvolta vengono installate su terrazzi o nelle stanze con vista giardino purché riparate dalla pioggia. Sebbene il vetro sia resistente agli agenti atmosferici, queste porte non garantiscono sempre la perfetta impermeabilità nelle giunzioni. Nella foto: porta Doal

I materiali impiegati per la realizzazione

Il dettaglio principale delle porte scorrevoli in vetro per interni è proprio il materiale con cui sono realizzate. Il vetro è un elemento rivalutato negli ultimi tempi per le sue straordinarie proprietà, in primis la trasparenza e la resistenza. Infatti, viene impiegato perché non ostacola il passaggio della luce naturale all'interno della stanza e, nel caso di una porta, la quantità che può filtrare dall'esterno è maggiore rispetto a quella di qualsiasi altro infisso. Questo permette non solo di risparmiare nell'illuminazione domestica, ma dal punto di vista estetico offre una piacevole sensazione di continuità tra esterno ed interno donando all'arredamento una prospettiva senza limitazioni. Non essendo infatti necessari ulteriori materiali oltre al vetro, eccetto i binari in metallo, i vantaggi che possono essere tratti dal punto di vista della luminosità sono molto numerosi. Infine, sebbene si possa credere il contrario, il vetro è resistente ad urti e a compressioni per cui si può installare tranquillamente una porta di questo genere senza timore per rotture e schegge. Nella foto: porta in vetro Bertolotto

Gli ambienti adatti alla collocazione

Essendo le porte scorrevoli in vetro per interni trasparenti, il consiglio è che vengano installate in tutti quegli ambienti ove non sia necessario mantenere un certo livello di privacy, sebbene esistano prodotti dalla superficie satinata che possono garantire una scarsissima visibilità da parte degli occhi indiscreti. Prevalentemente vengono poste nelle aree living dove non solo hanno una funzione pratica separando gli ambienti, ma fungono anche da complementi d'arredo in base al design desiderato dall'acquirente. Non bisogna dimenticare che le porte scorrevoli in vetro sono infissi dotati di straordinaria bellezza grazie alla trasparenza e alla freschezza che possono conferire ad un edificio, nello specifico se realizzato in chiave moderna. Per questa ragione risultano essere spesso un punto focale dell'edificio in cui sono installate, facilmente infatti le si trova negli studi o negli istituti bancari che puntano particolarmente anche sul piacere agli occhi dei clienti. Nella foto: porta in vetro Res

Il prezzo e i costi di installazione

I costi delle porte scorrevoli in vetro per interni sono piuttosto contenuti se si cerca un prodotto di media fattura adatto a qualsiasi tipologia di stanza. Mediamente il prezzo di una porta si aggira sui 200 €, compreso il kit per l'installazione, tuttavia a questa somma vanno aggiunte le notevoli spese della manodopera se si rende necessario rivolgersi a un professionista per l'installazione. Spese che possono tranquillamente essere risparmiate utilizzando il fai da te purché si abbia un minimo di manualità con trapano e avvitatore. I prodotti acquistati contengono le istruzioni per il montaggio in modo che il cliente possa decidere come agire se autonomamente o tramite l'assistenza di un tecnico. Normalmente il montaggio non richiede particolari accorgimenti a meno che non si scelga una porta ad incasso che ha bisogno di un alloggiamento apposito all'interno della muratura, in questa circostanza è essenziale demolire e ricostruire parte della parete per poter ospitare l'infisso. Infine il prezzo è determinato anche dalla qualità delle finiture richieste come la satinatura o la pigmentazione delle superfici. Nella foto: porta Audasso

Sfoglia i cataloghi: