La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 11 novembre 2015

Orto da balcone

Il desiderio di curare un piccolo orto può nascere dalla passione per la coltivazione delle piante, dal piacere di vederle crescere, unito alla soddisfazione di usare i prodotti del proprio lavoro, ma anche, a volte, dal desiderio di mangiare un cibo migliore, di cui siamo sicuri della provenienza. Realizzare un orto sul terrazzo è possibile senza la necessità di grossi investimenti ed anche quando lo spazio non è tantissimo. Sul mercato si trovano vasi di diverse dimensioni e materiali, anche abbastanza leggeri da poter essere posizionati su terrazzi alti, senza problemi. La semplice plastica si trasforma ed i vasi in pvc o in resina sono resistenti, piacevoli da vedere e versatili nelle forme e nei colori, per essere belli e non solo utili. In genere, per essere adibiti a contenere ortaggi e verdure, sono preferibili i vasi rettangolari, che ottimizzano lo spazio e consentono colture variegate e proficue. Una volta sistemati e riempiti di terriccio universale ben drenato, non resta che scegliere il tipo di pianta che si vuole coltivare.

Quali ortaggi per l'orto sul balcone

Naturalmente si potranno scegliere diversi tipi di colture, a seconda del tipo di esposizione e del clima in cui si interde realizzare il proprio orto. Indicativamente, possiamo dire che un orto sul terrazzo che dia buone soddisfazioni comprende qualche erba aromatica, come il basilico, il prezzemolo ed altre che rientrano tra le più usate in famiglia. Pomodori, piselli, melanzane, zucchine e zucche sono tra le verdure più semplici da coltivare; non hanno troppe pretese, se non un buon soleggiamento, annaffiature regolari e una concimazione accorta. Sono molti, comunque gli ortaggi da poter coltivare, anche nella stagione invernale.

Cura orto balcone

Oltre ad un concime facilmente reperibile in commercio, per l'orto sul terrazzo si può utilizzare l'acqua di risciacquo delle verdure, ma anche residui di latte, di fondi di caffè e quant'altro sia organico e non salato per fornire una concimazione naturale ai propri ortaggi. Gli attrezzi che occorrono al "contadino da terrazzo" sono semplici: una zappetta per rivoltare la terra, delle forbici per raccogliere i frutti, ma anche per tagliare il secco ed eliminare getti superflui, qualche bastoncino da usare come tutore. Anche cominciando con poche piante, l'orto sul terrazzo dà sempre soddisfazione. E' possibile partire con l'impiego di poche varietà tra le più semplici da coltivare, per iniziare a valutare i propri progressi e poi aggiungere man mano gli ortaggi che si preferiscono. Se il terrazzo è abbastanza ampio, sarà anche possibile realizzare una zona in cui collocare una piccola serra, per coltivare quelle varietà che nel periodo invernale sono più delicate e hanno bisogno di riparo.

Sfoglia i cataloghi: