Riciclo creativo carta, idee per la casa

Riciclo creativo carta giornale

Riciclo creativo carta: un hobby, un’arte, un passatempo. In tutti i casi, un modo per creare oggetti insoliti e originali, anche per la casa. Oggetti che decorano e che sanno inoltre rivelarsi parecchio utili. Prendiamo i giornali, per esempio. Quotidiani e riviste. Spesso si accumulano su un tavolino, sopra qualche mensola, e stanno là fino a quando non decidiamo di buttarli. Ma perché destinarli a questa fine, se possono avere una seconda vita? La carta di giornale è perfetta innanzi tutto per il decoupage. I meno esperti, coloro che non ci hanno mai provato possono iniziare da una scatola di legno; è sufficiente ricoprirla con i fogli di giornale, disponendoli nel modo che più aggrada su tutta la superficie della scatola stessa e poi spennellandoli con la colla vinilica. Dopo di che, si lascia asciugare e si passa un impregnante. Voilà, il gioco è fatto. Il decoupage dà splendidi risultati anche per quanto riguarda mobili, sedie, tavolini: un modo per personalizzare l’ambiente domestico spendendo davvero pochi euro e divertendosi. Altri modi per riciclare in modo creativo i giornali? Creare dei fiori. Delle rose, più precisamente. Si ritagliano tanti pezzetti di carta dando loro la forma dei petali e variando le misure; i bordi superiori devono essere leggermente piegati verso l’esterno. Poi si incollano i più piccoli in cima a un filo di ferro sottile che funge da stelo e si prosegue incollando un petalo sopra l’altro. Si conclude arrotolando intorno al filo di ferro un nastrino verde. A questo punto non resta che mettere le rose in un bel vaso!
Riciclo creativo carta giornale


Riciclo creativo cestini di carta

Riciclo creativo cestini di carta Quando si parla di riciclo creativo carta, inevitabilmente il pensiero va ai cestini e ai cesti di ogni forma e dimensione: sono questi gli oggetti più diffusi, per nulla difficili da realizzare e capaci di dare grandi soddisfazioni da un punto di vista estetico. Oltre ai fogli di carta, occorrono forbici e colla vinilica. Si procede tagliando tante strisce piuttosto lunghe e larghe al massimo una decina di cm: più sono strette, più l’intreccio del cestino risulterà stretto e fitto. Ogni striscia va piegata a metà nel senso della lunghezza e poi in 3 parti uguali. A questo punto si allineano verticalmente alcune strisce (la quantità dipende dalla grandezza del cestino, per esemplificare diciamo una ventina) su una superficie piana e si comincia a intrecciare utilizzando le altre strisce e posizionandole orizzontalmente. Si alternano le strisce sopra e quelle sotto. Se necessario, le prime si fermano con un po’ di colla o con la spillatrice. Una volta composta la base, si sollevano le estremità delle strisce fino a definire un angolo di 90 gradi e poi si continua a intrecciare: sono i lati del cestino. Le forme classiche sono quelle rettangolari o quadrate, ma chi è dotato di una maggiore manualità può anche creare cestini rotondi o concavi.

  • poltrona biomobile All'edizione autunnale di Macef 2010, Essent’ial mette in scena tutta la sua creatività e lungimiranza imprenditoriale con novità – come sempre – all’avanguardia ...
  • set di tre tovagliette quadrate, due più piccole, con grafiche a scarabocchio bianche su sfondo marrone Gli elementi caratterizzanti le collezioni Essent’ial sono la pulizia e l’essenzialità delle linee dove ogni dettaglio è magistralmente curato e dove la scelta dei mater...
  • poltrona bianca La passione per il riciclo unisce, fin dal loro primo incontro, le designer di 13 ricrea, Angela Mensi, Ingrid Taro e Cristina Merlo. Un team tutto al femminile nato nel 2007.L’upcycling le co...
  • Aspirapolvere colorata Per spigare cos'è Vac from the sea dobbiamo dire che è l’Oceano Pacifico che detiene il record negativo di presenza di plastica gettata nel mare. Viene per questo motivo defin...


Riciclo creativo carta da parati

Riciclo creativo carta da parati Non molti prendono in considerazione il riciclo creativo carta da parati, almeno non ancora. Ed è un peccato, perché con la carta da parati avanzata si possono ottenere risultati degni di nota. Come? Innanzi tutto realizzando veri e propri progetti di restyling e decorazione per mobili di ogni tipo e misura. Per la credenza della nonna, per esempio, che si può rivestire interamente o soltanto in parte con la stessa carta da parati o con pezzi di carte diverse; se necessario si aggiunge un po’ di colla e l’operazione è conclusa. Poco tempo per un rinnovamento che senza dubbio dona all’ambiente un valore aggiunto. Cassettiere, comodini, ma anche le porte e le testiere del letto: non ci sono limiti, è proprio il caso di dirlo. Un’altra bella idea consiste nel creare dei quadri sui generis e personalizzati, incorniciando vari scampoli di carta da parati e disponendoli in modo apparentemente casuale sulle pareti. E ancora, con la carta da parati si fanno gli alberi. Sì, gli alberi per la cameretta dei bambini. Per il tronco occorre una carta scura, possibilmente con tonalità marroni o grigie, che insomma richiama il colore naturale. Per quanto riguarda le foglie, invece ci si può davvero sbizzarrire. Basta disegnarne i contorni su un foglio e poi ritagliare una sorta di stampo per i vari pezzi di carta da parati.


Riciclo creativo carta, idee per la casa: Riciclo creativo con carta

Riciclo creativo con carta Il riciclo creativo con carta può dar vita a tanti altri oggetti per la casa: vasi, piatti, i più abili possono cimentarsi persino con la creazione di soprammobili. E poi i sottobicchieri usa e getta, ci avevate mai pensato? Basta tagliare la carta in modo da ottenere delle striscioline (proprio come per i cestini) larghe un paio di centimetri e lunghe una decina. Quindi si ripiega ogni strisciolina su se stessa e la si chiude a metà, intrecciandola a un’altra e formando così delle L. Si continua così fino a comporre un quadrato, quindi lo si avvolge con della pellicola adesiva trasparente: il sottobicchiere è fatto! La fantasia conduce anche alla realizzazione di ghirlande da attaccare alla porta e di un coloratissimo portafotografie. In questo secondo caso, sono ottime le pagine delle riviste ma anche i volantini dei supermercati. Oltre a ciò, occorrono un cartoncino per il retro e un po’ di colla a caldo. Si ritagliano poi diversi pezzetti di carta, si arrotolano su se stessi e si incollano – nel senso preferito – lungo il diametro del cartoncino. Quindi non resta che collocare la foto.