Scopri come verniciare le piastrelle per cambiarne l'aspetto

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 25 maggio 2018

Scopri come verniciare le piastrelle di casa

Verniciare le piastrelle è il modo più semplice e veloce per rinnovare il proprio bagno o la propria cucina mettendosi alla prova con un po’ di sano fai da te e senza incorrere in chissà quali spese. Il risparmio di denaro spesso è la prima molla a spingere in questa direzione e talvolta è accompagnato dalla volontà di cimentarsi in un’operazione agile che non ci obblighi a mettere a soqquadro la casa per lavori di ristrutturazione veri e propri. Se i vostri rivestimenti in ceramica hanno iniziato a darvi noia, se vi sembrano rovinati o se siete convinti che siano ormai fuori moda, non disperatevi: basta procurarsi appositi smalti e resine e pitturarli per donare vita nuova all’ambiente, senza nemmeno doversi prendere il disturbo di rimuovere le vecchie piastrelle. Starlike ColorCrystal di Litokol è una malta epossidica traslucida colorata, disponibile nelle versioni Rosso Pompei, Verde Capri, Azzurro Taormina, Beige Havana e Rosa Kyoto, ottima per la stuccatura di qualsiasi tipo di mosaico vetroso con fughe fino a 2 millimetri di ampiezza. Può essere utilizzata non solo per mosaici in vetro trasparenti o artistici, ma anche per ottenere stuccature “tono su tono”, valorizzando ulteriormente il mosaico stesso.

Come verniciare le piastrelle vecchie

Il primo passo per la verniciatura delle piastrelle è quello della preparazione del fondo, che serve a riempire eventuali crepe e fessurazioni delle piastrelle logore e rovinate, mediante l’impiego di un particolare stucco. Prima di iniziare la verniciatura è necessario provvedere alla pulizia accurata delle piastrelle: per questa operazione ci si può servire di una spugna imbevuta di detergente e acqua (se è stato impiegato dello stucco di riempimento ricordatevi di usare una spatola per rimuoverne lo strato in eccesso). Ultimata questa operazione preliminare si può dare una mano di primer, assicurandosi di ricoprire perfettamente tutta la superficie. Il passaggio successivo è la stesura di due mani di vernice vinilica satinata bianca non opaca (fra una mano e l’altro attendete che si asciughi). Infine, si può passare alla verniciatura vera e propria con due mani di vernice acrilica opaca. Il consiglio in fase di verniciatura è di procedere dall’esterno all’interno, somministrando sempre la medesima pressione sulla piastrella per una pittura che sia il più possibile omogenea. Una volta terminata la verniciatura è necessario sigillare la superficie con l’apposito materiale, così da garantire uno strato trasparente e resistente all’usura del tempo.
La gamma di prodotti Sottosopra di Gapi Paints è composta da uno smalto colorabile, una vernice trasparente e uno stucco, abbinabili fra loro per ottenere effetti, resistenza o finiture extra. Il massimo della vita per rinnovare e verniciare in modo semplice e rapido anche le superfici più difficili da trattare.

Verniciare le piastrelle del bagno

Solitamente, sono bagno e cucina i due ambienti della casa maggiormente “toccati” dalla necessità di rinnovare la verniciatura delle piastrelle poste su superfici e pareti. Partiamo dal bagno: a seconda della tonalità che sceglieremo per questo ambiente ne andremo a toccare sensibilmente il colpo d’occhio e il mood generale restituito. Su quali opzioni andare a parare? I colori caldi sono off limits, perché tendono a rimpicciolire l’ambiente (e spesso i bagni sono per metratura le stanze meno estese per la casa) e non si legano molto bene alle sensazioni soft e rilassate che questo locale dovrebbe comunicare. Due colori classici per il bagno, insieme al bianco, sono l’azzurro e il blu. Il loro richiamo all’acqua rappresenta un’associazione immediata all’elemento principale dell’ambiente, motivo per il quale spesso sono proprio questi due colori ad essere i più utilizzati in questa parte dell’abitazione. In più entrambi hanno proprietà rilassanti, aiutando a conferire un senso di relax e maggiore “ampiezza” a tutta la stanza. Mantoplast Hydro One-Day di Chrèon è la finitura all’acqua utilizzabile per proteggere e abbellire le piastrelle di tutta la casa: versatile e disponibile in vari colori (oltre 2000), in versione lucida o satinata è perfetto per essere utilizzato per rinnovare la verniciatura del bagno; si applica con un normale rullo in modo veloce, facile e molto economico. Inodore, è applicabile in un solo giorno e asciuga in 6 ore.

Verniciatura piastrelle cucina

Passiamo dal bagno alla cucina: il procedimento è lo stesso indicato per il bagno e per qualsiasi altro luogo della casa. Quello che cambia è la gamma di colori e lo stile a cui rifarsi, trattandosi nel caso della cucina di un ambiente più “vivo” all’interno del quale si può giocare con tonalità più accese e decise. Innanzitutto, si può scegliere di utilizzare un’unica tinta per tutte le piastrelle oppure usare un colore di fondo da abbellire in un secondo tempo con decorazioni particolari tramite stencil. Le operazioni vi costeranno un po’ più di lavoro in termini di tempo, ma il risultato non vi lascerà delusi. Lo smalto per piastrelle Arcoline di Leroy Merlin è ideale per le piastrelle, ha un’elevata copertura ed è impermeabile all’acqua, risultando dunque perfetto sia per l’ambiente bagno che per quello cucina. Si può applicare direttamente sul supporto da verniciare, intensifica i colori e rende lucida la superficie, garantendo un’ottima copertura con due mani di prodotto. Il tempo di asciugatura al tatto è di 60 minuti, mentre per l’asciugatura totale bisogna attendere 24 ore.

Sfoglia i cataloghi: