Ecco perché acquistare una pergola bioclimatica in alluminio

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 22 luglio 2020

Ecco perché acquistare un pergolato bioclimatico in alluminio

Le schermature solari sono elementi indispensabili per poter godere al meglio e appieno degli spazi outdoor. Fra le soluzioni più innovative e funzionali troviamo le cosiddette pergole bioclimatiche, composte da lamelle frangisole in alluminio orientabili a meno o per mezzo di un telecomando. Perché acquistarle? Per i numerosi vantaggi che offrono:
 

  • Riparano dal sole, ma anche dalla pioggia e dal vento.
  • Permettono di calibrare l’intensità della luce naturale e, appunto, dei raggi solari. Consentono di creare una zona fresca e ben arieggiata.
  • Possono essere chiuse lateralmente per mezzo di vetrate o oscuranti antivento e/o antisole.
  • Impediscono, sia pur parzialmente, al calore di entrare in casa, di conseguenza è possibile fare un uso più parco degli impianti di climatizzazione, abbattendo i consumi di energia elettrica.
  • Essendo modulari, si adattano a qualsiasi contesto architettonico, lo valorizzano dal punto di vista estetico e si caratterizzano anche per un elevato grado di personalizzazione.
  • Richiedono una manutenzione minima.
  • Pergola alluminio: prezzi accessibili è un’equazione sempre valida e che mette tutti d’accordo.


Altra questione importante: non sono strutture fisse, anzi si rimuovono con facilità, quindi per la loro installazione non occorrono permessi comunali né autorizzazioni di altro tipo.

Sei alla ricerca di pergolati in alluminio di qualità, che siano anche espressione di un design moderno e raffinato? La proposta di New Time, azienda che si è da tempo affermata sul mercato nazionale con le Belle Pergole, è ampia quanto variegata. E se lo desideri, puoi anche richiedere progetti personalizzati. Vuoi saperne di più? Continua a leggere!

Pergole bioclimatiche retrattili

Le pergole bioclimatiche retrattili, come si intuisce dalla definizione stessa, sono caratterizzate da lamelle che possono rientrare su un lato: la schermatura, quindi, se l’utente lo desidera scompare completamente. E con la stessa facilità riappare. Si tratta di soluzioni perfette per il giardino, ma anche per il terrazzo e le aree con piscine.

La pergola in alluminio Taylor di New Time è dotata di un sistema motorizzato che utilizza l’energia elettrica per far scorrere le lamelle: l’utente non deve far altro che servirsi del telecomando in dotazione e scegliere, di volta in volta, la modalità più adatta alle proprie esigenze.

I profilati sono in alluminio estruso di grande sezione, il che contribuisce a definire l’eleganza del design, e aggiungiamo che le lame contengono al loro interno un materiale isolante e fonoassorbente che permette di ottenere una movimentazione ultra silenziosa. Inoltre sono provviste di una doppia guarnizione di tenuta all’acqua, con convogliatori laterali per il deflusso dell’acqua piovana.

Chi lo desidera può far installare pannelli laterali, punti luce e/o un sensore pioggia o vento per la chiusura automatica della pergola.

I modelli fissi o tradizionali

Le pergole bioclimatiche tradizionali sono quelle fisse: la copertura, cioè, non può essere “impacchettata” come nel caso delle pergole retrattili. D’altra parte, è importante precisare che i modelli più evoluti presentano lamelle orientabili il cui controllo avviene tramite un sistema di automazione intelligente; l’inclinazione può dunque variare e di conseguenza è possibile regolare l’intensità della luce e dell’ombra utilizzando un semplice telecomando.

A tale tipologia appartengono le pergole Michelle di New Time che, nella posizione di chiusura totale, offrono una protezione eccellente dall’azione degli agenti atmosferici. Anche in questo caso, inoltre, le lame in alluminio – con tappi laterali in alluminio - contengono un materiale isolante e fonoassorbente.

Le pergole Michelle possono essere realizzate su misura e ciò significa che si adattano a qualsiasi contesto, anche il più particolare: si pensi alle ampie campate o ai terreni in pendenza. Le grondaie laterali assicurano un veloce e tempestivo scarico delle acque piovane e il supporto rinforzato regolabile permette la regolazione dei pilastri. Molto vasta è la scelta relativa ai colori; è possibile selezionarne uno per la struttura e uno per le lame.

Fra gli optional segnaliamo, oltre al sensore pioggia o vento, i sistemi di illuminazione a LED, riscaldamento a infrarossi e impianto audio.

La scelgo addossata o autoportante?

Sia le pergole bioclimatiche Michelle che quelle della gamma Taylor di New Time sono disponibili nelle versioni a isola, con struttura autoportante o addossata; è inoltre possibile optare per un sistema monomodulo o plurimodulo. Ma quando è più opportuno scegliere un pergolato addossato e quando è preferibile la versione autoportante?

Quest’ultima rappresenta l’opzione più classica: la struttura è dotata di quattro sostegni, proprio come un gazebo. La versatilità è il maggiore pregio, nel senso che le pergole autoportanti sono perfette per i terrazzi, il bordo piscina, i giardini piccoli e più ampi, le aree all’aperto dei locali pubblici. Permettono di creare vere e proprie oasi di relax del tutto autonome.

La pergola addossata in alluminio è invece sostenuta da due pali e l’installazione prevede il fissaggio a una parete, che per quanto riguarda le abitazioni private coincide nella maggior parte dei casi con quella che ospita la porta o il portone d’ingresso. Il principale vantaggio è che si ottiene una sorta di prolungamento rispetto agli interni della casa, un continuum che può anche essere stilistico.

D’altra parte, però, c’è il vincolo rappresentato dal muro. In altre parole, un po’ minore risulta il grado di libertà relativo al posizionamento della struttura. Non c’è un “meglio” e un “peggio”, la scelta dipende esclusivamente dalle preferenze e necessità individuali.

Sfoglia i cataloghi: