Tende da sole per proteggere gli spazi outdoor

Tende da sole per balconi

Le tende da sole proteggono dai raggi solari; quando sono abbassate, durante la stagione estiva, non solo fanno diminuire la temperatura interna della casa di qualche grado, ma garantiscono anche una maggiore privacy. Le strutture, di diverso tipo, reggono e tengono teso il telo evitando inutili e antiestetici avvallamenti; autoportanti o appoggiate ad un muro, generalmente vengono realizzate in alluminio, in pvc oppure in legno, opportunamente trattato. Ogni intelaiatura ha un meccanismo che consente di aprire e di chiudere la tenda; può essere manuale, il più economico, automatizzato oppure motorizzato. Quest’ultimo tipo di sistema, talvolta comandabile anche a distanza, è particolarmente utile quando i teli sono molto grandi oppure si trovano in luoghi difficilmente accessibili dall’esterno, come nel caso di un abbaino. I meccanismi automatizzati possono essere arricchiti da particolari sensori che azionano la tenda autonomamente al verificarsi di determinate condizioni, ad esempio la chiudono in caso di forte vento o di pioggia. La presenza di un cassonetto, talvolta dotato di luci a led per illuminare la zona sottostante, permette di contenere e di proteggere il telone quando non viene utilizzato; in alternativa può essere usata una fodera, meno robusta, ma sicuramente più economica. Diversi i modelli di tende in commercio, tra i più noti quelli a caduta, a braccio, a cappottina, ad attico e a vela.

In foto Cappottine dell’azienda Florida

tenda da sole Cappottine dell’azienda Florida


Tende da sole a caduta

Tende da sole a caduta Il tipo di tessuto impiegato per realizzare le tende da sole è fondamentale. Il grado di protezione dai raggi UV di un prodotto di buona qualità dovrebbe essere compreso tra il 90% e il 95%. In linea generale un buon telo è realizzato con fibre sintetiche e ha una trama particolarmente fitta; persino il colore è importante, le tinte scure, infatti, schermano, ma attirano calore. Il tessuto, inoltre, deve essere robusto per resistere alle intemperie, ossia alla pioggia, alla grandine e persino alla neve, e agli strappi causati, ad esempio, dalla movimentazione della tenda o da forti raffiche di vento. L’estetica non può essere trascurata poichè forma, colore e fantasie inadeguate creano dissonanze e talvolta problemi. Prima di installare una tenda da sole, infatti, chi abita in un condominio deve prendere visione del regolamento condominiale e contattare l’amministratore; se il palazzo ha particolare rilevanza dal punto di vista storico o artistico, occorrono anche speciali permessi. Le tende da sole a caduta, semplici, raffinate e decorative, scendono da un rullo in modo verticale e riparano perfettamente sia dal sole, sia dagli sguardi indiscreti.

In foto Tende da sole a caduta guidata prodotte dall’azienda ligure TPS2 che realizza soluzioni personalizzate in base alle esigenze del cliente.

 

 


Tende da sole a bracci

Tende da sole a bracci <p /> Le tende da sole maggiormente utilizzate per i balconi, anche di grandi dimensioni, sono quelle dotate di bracci estensibili con telo apribile a sbalzo; possono essere fissate alla copertura del terrazzo o al muro. Poiché questo tipo di tenda offre solo una protezione superiore, si addice perfettamente ai balconi ad incasso, ossia non sporgenti rispetto al profilo dell’edificio e chiusi ai lati. Le tende da sole a cappottina, sempre molto curate nella forma e nei dettagli, hanno una forma bombata; pratiche e particolarmente eleganti impreziosiscono qualunque facciata. Si adattano perfettamente a differenti tipologie di edifici e vengono usate non solo per abitazioni private, ma anche per esercizi commerciali, come bar, ristoranti e negozi nonché per abbellire e rendere particolari i porticati. Il telo è affrancato ad un telaio curvo che permette, nonostante l’ingombro ridotto, una copertura a 180°. Le tende da sole modello attico decorano, schermano dai raggi solari frontalmente e nella parte superiore, riparano dall’umidità, proteggono piante, fiori e arredi per outdoor. Sono perfette per terrazzi e lastrici solari di medio grandi dimensioni, ma anche per giardini e per spazi pubblici. Il telo scivola lungo le guide laterali; la struttura, generalmente di metallo e sempre molto stabile, può essere agganciata ad una parete o appoggiata a terra.

In foto Futura, tenda a bracci di KE Protezioni Solari. Innovativa e compatta è realizzata con materiali di elevata qualità. Dimensioni massime consigliate dal produttore: larghezza 1200 centimetri, sporgenza 485 centimetri.


Tende da sole per proteggere gli spazi outdoor: Tende sole

Tende sole Eleganti, raffinate, di grande impatto e sempre più apprezzate, le tende a vela, come quelle prodotte da Gibus, che si ispirano al mondo della nautica. Particolari alcuni modelli proposti da Markilux; markilux 790, ad esempio, è una tenda da sole laterale utile anche per tutelare la privacy e proteggere dal vento. Può essere fissata a terra o tra due pareti utilizzando l’apposito supporto. Per non rovinare il tessuto, le tende da sole devono essere chiuse quando piove o quando tira forte vento; se il telo è bagnato, al contrario, vanno lasciate aperte per evitare che si formino muffe. La manutenzione periodica è molto importante; a fine stagione il telone deve sempre essere pulito utilizzando una spazzola morbida o una spugna non abrasiva, acqua e un detergente neutro. Da evitare l’impiego di apparecchi a vapore che potrebbero compromettere l’impermeabilità del tessuto, in genere dotato di uno strato idrorepellente.

In foto Tenda da sole laterale markilux 790, di Markilux. È alloggiata in un supporto verticale