Terrazzo: un’appendice esterna in estate

Lo viviamo abbastanza?

In arrivo i caldi estivi, torridi e cocenti dell’estate imminente: cosa c’è di più bello che passare tempo all’aperto, in giardino, sul balcone o.. sul terrazzo!

Splendida soluzione quella di organizzare questo spazio aperto spesso inutilizzato. Non abbiamo idea di tutto ciò che si possa fare sul terrazzo: parte ovviamente trascorrere del tempo rilassandoci, potremo curare le piante e dedicarci al giardinaggio, potremo allestirlo per stendere i panni nelle assolate giornate estive, potremo lavorare e prenderci cura di lui, decorandolo e abbellendolo.

In realtà molto spesso l’unica cosa che si fa sul terrazzo è uscire per aprire e chiudere le persiane. Quanto spazio sprecato! Scopriamo insieme come si può arredare e studiare per passare tanto tempo outdoor!

terrazzo


Terrazzo: un’appendice esterna in estate: arredo, coperture e pulizia

balcone fiorito Molto spesso il terrazzo è senza arredi, anzi, diciamo quasi lasciato allo stato brado. In realtà questo enorme spazio gode di caratteristiche speciali, che diversamente non avremo: posto in una posizione rialzata, ci permette di avere maggiore areazione, ci permette di poter godere di una splendida visuale, senza tralasciare, che è uno spazio ottimamente fruibile in ogni ora della giornata.

Troppo soleggiato se nel lato sud? La soluzione potrebbe essere una copertura removibile o tende a rullo, che ci permettano di poter comunque fruire dello spazio a disposizione senza necessariamente dover cuocere sotto il sole.

Inoltre, perché non renderlo più gradevole e confortevole con arredi, tavolini e divani? Sicuramente questa scelta ci premetterà di vivere in modo diverso questa zona della casa che diversamente non potremo frequentare senza un valido motivo unicamente funzionale come la stesura dei panni.

Spazio carico di atmosfera, il terrazzo può essere ampiamente vissuto anche la sera: con aggiunta gradevolissima di consistenti quantità di piante come geranio odoroso o cedrina, salvia o altro, potremo tranquillamente rilassarci senza il fastidio di insetti molesti che ci attacchino.

Per la pulizia del terrazzo, tutto dipende dalla tipologia di piastrelle o rivestimento scelti inizialmente. Infatti, nel caso in cui sia costituito da piastrelle piane e lisce, è bene pulirlo con straccio, secchio e detersivo, per una superficie sempre pulita. Se invece abbiamo scelto una pavimentazione galleggiante costituita da pietre piuttosto in rilievo, potremo semplicemente asportare il grosso con una scopa e aiutarci con secchiate d’acqua per fare scivolare via il tutto che ricadrà lungo il canale di gronda.