Arredamento.it

Arredamento.it

- 15 maggio 2015

Lampade Artemide

Ospitare nella propria casa una lampada Artemide significa possedere un’icona del design, poiché questo marchio ha segnato indissolubilmente la storia dell’illuminazione. Nessuno può dimenticare prodotti come Eclisse (1967, di Vico Magistretti), Tolomeo (1989, di Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina) e Pipe (2004, di Herzog & De Meuron), tutte creazioni insignite con il Premio Compasso d’Oro. Artemide: lampade che guardano al futuro, poiché la produzione e la ricerca di nuovi modelli è incessante, sempre a firma di grandi designer che trasmettono loro un tratto inconfondibile.


Nell’immagine, lampada da terra Florensis di Artemide, design Ross Lovegrove, realizzata con base in zama verniciata, stelo in acciaio verniciato e testa in alluminio anodizzato. Disponibile in due finiture: grigio alluminio o nero. La sorgente luminosa è a LED.

Lampada Artemide

Cosa rappresenta il marchio Artemide? Un vero punto di riferimento per l’illuminazione; non per nulla le sue lampade sono considerate a livello globale autentici simboli del miglior design contemporaneo e sono esposte nei musei di arte moderna e collezioni di design in tutto il mondo, tra cui il MoMA di New York, il Metropolitan Museum of Art sempre di New York, il Victoria and Albert Museum di Londra, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e il Centre Georges Pompidou di Parigi.

In foto Mercury Mini di Ross Lovegrove per Artemide, una lampada che rappresenta l’ampliamento di gamma della serie Mercury, in dimensioni ridotte, disponibile nella versione a sospensione o da soffitto, con lampade alogene o LED. La struttura è in acciaio verniciato, il riflettore è in acciaio inox e alluminio verniciato, i corpi riflettenti sono in materiale termoplastico stampato ad iniezione con finitura cromata.

Lampada da tavolo Artemide

Per mantenere elevato il livello d’innovazione delle sue straordinarie fonti luminose, da sempre Artemide collabora con i più celebri designer internazionali e promuove attivamente workshop con le scuole di design al fine di scoprire i migliori talenti tra le giovani leve. Tra le lampade più apprezzate del noto marchio, spiccano quelle da tavolo come Empatia 16.

In foto, lampada da tavolo di Artemide Empatia 16, design De Bevilacqua Arianello con diffusore in vetro soffiato. La collezione di lampade Empatia nasce dall’unione tra la grande tradizione del vetro soffiato e la LED technology di Artemide. La serie si declina in tre taglie di potenza e dimensioni: 28W / Empatia 360, 21W /Empatia 260,14W /Empatia 160. La luce viene controllata con il massimo rendimento e guidata al diffusore in vetro attraverso un light pipe trasparente dal bassissimo coefficiente di assorbimento. Il nucleo elettronico e il dissipatore sono in alluminio verniciato, la guida luce in metacrilato e la piastra di fissaggio in alluminio verniciato.

Sfoglia i cataloghi: