Design illuminazione, la scelta delle fonti luminose

Illuminazione design

Fonti di luce….che passione!! Progettare l’illuminazione più azzeccata per ogni ambiente delle nostre abitazioni è uno dei metodi più efficaci per enfatizzare i migliori aspetti di uno spazio e celarne i possibili difetti. Ma dove si dirige il design illuminazione più contemporaneo? Innanzitutto si punta spesso a valorizzare la luce naturale: spazio dunque alle ampie vetrate, a porte trasparenti o in materiali vicini alla natura o che la imitano, come si è visto a Made 2015. Quindi largo a fonti di luce diverse in base all’attività che si svolge in ogni ambiente di casa.



Partiamo ad esempio da ingressi e corridoi: si tratta di locali che presentano dimensioni minuscole e difficilmente ricevono un’illuminazione naturale diretta. La mansione della luce in questi luoghi è di accogliere in sicurezza ospiti e residenti, per cui non è necessario disporre di un’illuminazione eccessiva, ma diffusa. Spazio dunque ai faretti o alle applique con lampade Led o alogene. Nei soggiorni invece in presenza di aree lettura o desktop è bene che la luce provenga dall'alto: dunque sì alle lampade da terra, magari ad arco.
 Nelle zone di relax al contrario sono auspicabili apparecchi che proiettano fasci di luce in parte sui piani d’appoggio e in parte verso i muri e il soffitto.
Si tratta di un'illuminazione in prevalenza indiretta, che crea un’atmosfera rilassante.



In foto: lampada da terra di Flos in un'area living, con base in marmo bianco di Carrara, stelo telescopico in acciaio inossidabile satinato e riflettore orientabile e regolabile in altezza realizzato in alluminio stampato, lucidato e zapponato. Sorgente alogena energy saver da 100 W, attacco E27. Disponibile anche nella versione con sorgente LED e dimmer.

Design illuminazione

Filo luminoso in rame a energia solare, 100 LED, impermeabile, colore bianco caldo, magnifiche luci stellate per giardino, terrazza e patio per Halloween, Natale, compleanni, feste di Capodanno, matrimoni, feste e per decorare l'albero di Natale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 10€)


Progettare illuminazione

Progettare illuminazione Invece, qual è il miglior design illuminazione per la cucina e l'area pranzo in genere?
 La cucina è un ambiente utilizzato con costanza, in effetti. Come illuminazione primaria meglio posizionare il corpo illuminante a sospensione oppure a plafoniera proprio in mezzo alla stanza per diffondere una luce omogenea a tutto l'ambiente. Si può optare per una luce brillante come quella alogena a bassa tensione, ma da sola questa non basta perché spesso arredi e pensili rimangono poco illuminati o addirittura bui.
 Se si utilizzando faretti alogeni è possibile illuminare pensili e fornelli consentendo una maggiore visibilità. Sopra il tavolo da pranzo, soprattutto se è lungo, meglio posizionare più fonti luminose a sospensione, come nella foto.

Il bagno invece è l’area privata della casa, per cui un’illuminazione diffusa ci consente di tenere tutto sotto controllo.
 Si consigliano sorgenti di luce localizzate e a bassa potenza per l’area della vasca e della doccia; luci intense e nitide devono invece circondare o essere posizionate di fianco allo specchio.



In foto, lampade a sospensione Blossom di Belux. disponibili in tre forme ed in numerosi colori coordinati tra loro. La lampade Blossom possono essere utilizzate singolarmente, in serie oppure abbinate a piacimento. La sezione terminale della sospensione è rivestita da un involucro in tessuto. Il montaggio è reso semplice grazie all’utilizzo della rosetta in silicone Belux, con la quale è possibile alimentare fino a quattro lampade e si adatta ad ogni irregolarità del soffitto. Diffusore in alluminio e accensione con dimmer.


    BJVB Panno Pulsante Lampada Semplice Moderna Rame Hollow Uccello Letto Lampada Oro Prima Scelta Modello Camera Soggiorno Camera Da Letto Comodino Lampada 35,5 * 55,5 Cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 79,5€


    Design illuminazione, la scelta delle fonti luminose: Progetto illuminazione

    Progetto illuminazione Infine veniamo al design illuminazione per la camera da letto: quest’ultima non è unicamente l’area in cui ci si concede il riposo, ma il luogo dove ci si veste, si legge, si guarda la tv o semplicemente ci si concede un periodo di dolce far niente.
 Occorre senz’altro un'illuminazione principale per questo ambiente: una lampada a sospensione offre l’effetto di luce diffusa, mentre l'illuminazione localizzata è idonea alle differenti sottozone, come i comodini. Invece la luce orientabile, una lampada da parete o un faretto dotato di lampadina alogena a bassa tensione oppure una lampada da terra, rappresentano la soluzione perfetta, in alternativa alle lampade da tavolo, qualora si desideri leggere a letto e sviluppare una atmosfera rilassante, non arrecando disturbo a chi dorme accanto.


    Meglio che gli interruttori siano dotati di dimmer in modo tale da regolare l'intensità della luce.

Lampadine con riflettore montate su faretti, tubi neon o l'installazione di piccoli interruttori o microswitch sono particolarmente idonei all'interno degli armadi e consentono d’individuare rapidamente il capo d’abbigliamento desiderato.


    In foto: molto interessante per l'area notte la lampada da comodino o da tavolo Bodona di Penta con diffusore in vetro opalino bianco. Si tratta di una serie di lampade con base in metallo verniciato nei colori argento o nero (per i modelli a sospensione e a parete è disponibile solo in metallo verniciato argento). Il diffusore è realizzato in vetro soffiato opalino bianco, trasparente o bronzo con pyrex interno.

    A cura di Elena Marzorati