Bolletta elettrica, ecco come risparmiare

Come risparmiare energia elettrica

Ci sono certi periodi, in primis quello natalizio, durante i quali aumenta il consumo di energia elettrica. Ed ecco che l’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha pubblicato sul proprio sito una serie di consigli per trascorrere festività “ecosostenibili”; consigli che, naturalmente, si rivelano adatti anche per il resto dell’anno e che consentono di “ridurre fino al 10 per cento i consumi energetici” e “risparmiare fino al 40 per cento regalandosi nuovi elettrodomestici e smart utility”. Innanzi tutto, gli utenti sono invitati a regolare “la temperatura dell’ambiente in base all’utilizzo degli spazi e al numero delle persone presenti”: questo accorgimento può comportare il 6-7 per cento di risparmio energetico per ogni grado in meno. L'Agenzia stima che il fabbisogno medio di energia per una famiglia derivi per il 54 per cento dal riscaldamento, per il 31 per cento dal trasporto, per il 7 per cento dalla produzione di acqua calda e per il 3-8 per cento dall’utilizzo di apparecchi domestici e dispositivi elettronici. Si suggerisce inoltre di arieggiare spesso le stanze “per garantire un ambiente salubre; bastano pochi minuti per rinnovare l’aria”. Ancora, secondo Enea si risparmia il 2 per cento sulla bolletta, ovvero una cifra pari ad almeno venti euro all’anno, mantenendo le luci accese soltanto nelle stanze in cui ci si trova in un determinato momento. Altro consiglio: no allo stand-by. “Dopo l’uso, spegni gli elettrodomestici dall’interruttore generale, in stand-by continuano a consumare energia elettrica”. Parliamo del 3 per cento di risparmio annuo sulla bolletta.
Come risparmiare energia elettrica


Risparmio energia

Risparmio energia Bolletta elettrica, continuiamo con i consigli diramati da Enea per risparmiare. La lavastoviglie va utilizzata soltanto a pieno carico, un utilizzo più efficiente dell'elettrodomestico può comportare un risparmio fino a 15 euro all'anno. C’è poi un suggerimento che non riguarda la casa ma ugualmente tutti gli utenti: quando possibile, “lasciare l’automobile in garage, usare i mezzi pubblici per spostarsi oppure cogliere l’occasione per fare una salutare passeggiata”. E ancora: “se pensi di regalare o regalarti nuovi elettrodomestici e smart utility, potrai risparmiare fino al 40 per cento sui consumi con i modelli più efficienti, quindi occhio alle etichette energetiche». Il risparmio sulla bolletta, rispetto a elettrodomestici più datati, è quantificabile sul 60 per cento (frigorifero) e 35/40 per cento (lavastoviglie e lavatrice). Massima attenzione andrebbe prestata al riscaldamento, che può incidere notevolmente sulla bolletta: “regalati un cronotermostato ambiente che ti permetterà di programmare il funzionamento dell’impianto di riscaldamento e di consumare solo l’energia necessaria a soddisfare i tuoi bisogni”. Questo accorgimento può portare un risparmio energetico di circa il 5 per cento annuo e fino a 95 euro all'anno.

  • impianto elettrico Enel è il maggiore distributore di energia elettrica in Italia, non tutti i comuni però sono soggetti a questo Ente. Pertanto, prima di chiedere un nuovo allaccio Enel, è opportuno verificare che la z...
  • Detrazioni per risparmio energetico Nel gennaio 2016 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un documento con tutti gli aggiornamenti sulle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico. Innanzi tutto con la Legge di stabilità è stata ...
  • Bollette luce e gas più economiche Buone notizie per tutte le famiglie italiane: dal primo aprile le bollette luce e gas 2016 sono decisamente meno care. Dopo i tagli già concretizzatisi nei primi mesi dell’anno, infatti, ne sono arriv...
  • Ora solare 2016 ottobre Ci siamo: tra sabato 29 e domenica 30 ottobre torna l’ora solare. Ciò significa che le lancette dell’orologio dovranno essere spostate un’ora indietro, dalle 3.00 alle 2.00. L’ora solare resterà in vi...


Bolletta energia elettrica

Bolletta energia elettrica Bolletta elettrica, come risparmiare? Ecco un altro consiglio che arriva da Enea: “Acquista rilevatori di presenza (che controllano automaticamente l’accensione e lo spegnimento della luce in base alla presenza di persone all’interno di un ambiente) e prese intelligenti (che misurano il consumo dei dispositivi collegati e ne permettono il controllo remoto attraverso smartphone e PC)”. E’ la cosiddetta “luce programmata”, i cui benefici risultano decisamente concreti in termini di denaro. E se andate in vacanza, non dimenticate di spegnere l’impianto di riscaldamento (se si ha il cronotermostato si può inserire proprio la funzione “vacanza” e programmare l’accensione qualche ora prima di rientrare) e staccare tutti i dispositivi collegati alla rete elettrica”. Anche le lampadine a risparmio energetico sono grandi alleate del risparmio. Quelle a fluorescenza hanno una luminosità emessa da un materiale fluorescente e, quindi, non da un gas ionizzato come nei neon. Il loro impiego consentono di ridurre il consumo di energia fino all’80 per cento. Le lampadine alogene sono costituite da uno o più tubi di vetro che contengono vapori di mercurio, con elettrodi alle estremità. Costano più delle vecchie lampadine alogene ma i consumi risultano molto ridotti, inoltre hanno maggiore la luminosità: quindi, sono adatte per soggiorni, salotti, sale da pranzo e camere da letto. Le lampade e faretti Led durano fino a 100.000 ore e non producono calore. L’unico inconveniente è che i faretti diffondono la luce a fasci quindi ne occorrono molti, orientati in modo diverso, per illuminare un ambiente.


Bolletta elettrica, ecco come risparmiare: Bolletta luce

Bolletta luce Ed ecco una notizia che non fa piacere, anzi: nel 2017 torna a salire la bolletta elettrica. Secondo quanto stabilito dall'Autorità per l'Energia, infatti, dal primo gennaio la bolletta registrerà un aumento dello 0,9 per cento. Di contro, sempre dal primo gennaio le bollette subiranno una trasformazione totale: ci saranno maggiore chiarezza e trasparenza nella fatturazione ed entreranno le penali e le scadenze che riguardano sia l'utente che il gestore. Aeegesi ricorda che i gestori dovranno rispettare le date di emissione delle bollette e di consegna; qualora dovesse esserci un ritardo, il gestore dovrà pagare una multa da 35 euro. Sempre sul fronte dei fornitori, quelli di luce e gas avranno l'obbligo di effettuare la rateizzazione nel caso in cui la bolletta abbia errori di calcolo o importi imprecisi. I consumi effettivi diventano quindi una certezza sul foglio che sarà recapitato nelle case dei cittadini. Cambia anche la cadenza dell'invio delle bollette: per i piccoli consumatori le bollette saranno recapitate ogni due mesi, per i grandi consumatori invece ogni quattro mesi e con una lettura obbligatoria ogni 4 mesi.