Arredamento.it

Arredamento.it

Cosa conoscere degli impianti antifurto per la casa

Cosa conoscere degli impianti antifurto per la casa

- 13 febbraio 2019

Quali prezzi ha l’allarme antifurto per la casa

Sicurezza e protezione dei propri beni e dei propri cari, è questo l’obiettivo dei sistemi d’allarme per la casa. In commercio esistono 2 tipologie di antifurto: allarme wireless e quello via cavo. Il primo funziona attraverso onde elettromagnetiche ed è dotato di batterie di lunga durata non connesse all’impianto elettrico.
Trasportabile, facile da installare, integrabile nel tempo, l’allarme wireless è un’alternativa all’impianto d’allarme via cavo, composto da una rete di cavi elettrici da passare sottotraccia in caso di nuova costruzione o ristrutturazione ed è considerato la tipologia più sicura. Per sapere i prezzi dell’allarme antifurto domestico occorre conoscere:

  • la tipologia di funzionamento;
  • le dotazioni (tipo di centralina, numero di rilevatori e di dispositivi);
  • l’estensione dell’impianto, se solamente volumetrico (con sensori interni all’immobile) o anche perimetrale (distribuito nelle zone esterne della casa);
  • la presenza di accessori extra, come telecamere, termocamere, ecc;
  • i costi di manodopera.

In linea di massima un buon sistema d’allarme semiprofessionale costa circa 1.500,00 euro. Esistono anche impianti semplificati, disponibili in kit, dal costo di circa 500,00 euro. In foto l’antifurto Filare di BTicino, l’allarme di ultima generazione di tipo professionale controllabile da smartphone grazie ad un’applicazione dedicata. Il suo punto di forza è la centrale a cui è possibile collegare sino a 128 sensori e contatti. L’impianto è poi integrabile con sistemi domotici BTicino.

Metodi fai da te per l’allarme antifurto della casa

Chi desidera approcciarsi per la prima volta ad un sistema d’allarme e non vuole spendere un occhio della testa può optare per l’acquisto di kit d’allarme domestici, semplici da installare. Il loro prezzo d’acquisto varia da 300 a 800 euro e possono anche essere acquistati online.
Il risparmio lo si ha sia nei costi d’installazione, dato che questa avviene con modalità “fai da te”, che nella tipologia del sistema d’allarme che solitamente è di tipo base. I kit d’allarme fai da te sono inoltre personalizzabili, poiché espandibili con dotazioni a piacere che li rendono adatti ad ogni contesto. Per installare un allarme fai da te di tipo wireless occorrono:

  • un paio d’ore di tempo libero, trapano, scala e cacciavite;
  • definire la posizione delle apparecchiature da installare a muro;
  • connettere i dispositivi e configurare la centralina grazie al manuale d’installazione;
  • fissare i prodotti alle pareti e testare l’impianto per poi metterlo in funzione.

Tra le aziende produttrici di kit d’allarme fai te presentiamo in foto la linea di Kit base Diagral, composta da due diverse configurazioni, ognuna dotata di: centrale d’allarme Digral Wave con tastiera integrata e sirena, almeno un rilevatore di movimento ed un telecomando.

Qual è l’antifurto casa migliore

L’antifurto migliore per la propria casa si stabilisce in base alle necessità di sicurezza e comfort desiderate. Abbiamo bisogno solamente di una protezione attiva interna di un impianto volumetrico, o vogliamo rendere sicuro anche il nostro giardino con un sistema perimetrale? Stiamo ristrutturando casa? Pensiamo allora all’acquisto di un impianto via cavo. Vogliamo essere sempre aggiornati sulla sicurezza della nostra casa? Optiamo per un sistema d’allarme dotato di App per telefonino.
In commercio esistono poi molte marche produttrici di impianti d’allarme domestici. Alcune specializzate in questi dispositivi da decenni, altre che hanno esteso il loro campo d’azione inserendo prodotti di tipo base. La scelta del brand del sistema d’allarme la fa sia l’installatore, abituato ad utilizzare quotidianamente un’unica gamma di prodotti, che il cliente, se esperto in tale settore.
Tra le aziende più conosciute ed esperte in impianti d’allarme evidenziamo la torinese Tecnoalarm, che propone sistemi d’antifurto per tutte le esigenze e le tasche, puntando anche su prodotti di alta gamma. Da vent’anni infatti Tecnoalarm collabora con il prestigioso studio di design Pininfarina per la creazione di prodotti esteticamente pregiati, integrabili nei contesti più sofisticati al pari di eleganti complementi d’arredo.

Quali sono le opinioni dei consumatori sull’antifurto della casa

Prima di acquistare un antifurto per la casa occorre spesso informarsi, consultando le opinioni e le esperienze di chi ha già affrontato sulla propria pelle questo argomento. Come accennato in precedenza, è spesso il tecnico ha proporre la marca del sistema d’allarme, ma per non lasciarsi fregare occorre conoscere indicativamente i prezzi dei singoli dispositivi evitando così costi eccessivamente alti.
Se non si ha un installatore di fiducia, le opinioni dei consumatori sui sistemi d'allarme mirano a consigliare siti online per l’acquisto di impianti antiintrusione. L’importante è avere una buona assistenza telefonica soprattutto nel post vendita ed una gamma di prodotti affidabili, diffidando di prezzi eccessivamente bassi.
Infatti, un impianto d’allarme domestico deve il suo funzionamento ai sensori, dispositivi molto delicati che devono funzionare correttamente anche a distanza di tempo, senza generare falsi allarmi e senza scaricarsi con rapidità. In foto il sistema d’allarme Lynx di Daitem, il nuovo allarme senza file domestico di uno dei più grandi produttori europei di impianti wireless. Cuore del sistema è la centrale d’allarme, certificata ed implementabile nel tempo.

Sfoglia i cataloghi: