Come fare una parete in cartongesso

Muro di cartongesso

Se vi state chiedendo come fare una parete in cartongesso, molto probabilmente conoscete già i numerosi vantaggi offerti dalla fortunata unione di gesso minerale e cartone rigido. Rapidità esecutiva, estrema versatilità, rimovibilità assoluta, capacità di isolamento da sbalzi termici e rumore, sono solo alcune delle prerogative di un muro di cartongesso. E non è detto che si debba trattare necessariamente di una parete. Decorativo e funzionale allo stesso tempo, il cartongesso consente di ricavare pratiche nicchie laddove di spazio ce n'è poco. Lo si può utilizzare per realizzare parapetti delle scale interne, ad esempio, della nostra casa di campagna, per collegare la zona giorno a quella notturna. Ancora, ci si può servire tranquillamente di questa opzione anche per costruire una capiente libreria, un doppio fondo, l'alloggiamento di un climatizzatore, e via elencando. Ma l'impiego probabilmente più diffuso riguarda la realizzazione di pareti intere destinate a creare dal nulla e facilmente nuovi ambienti. In men che non si dica l'abitazione acquista nuovi spazi e ottimizza i metri quadrati. Altra soluzione gettonatissima sono i muretti bassi con i quali è possibile dividere una stanza senza togliere luce e creando al contempo un nuovo scenario più raccolto e godibile. E anche al di fuori delle civili abitazioni, cartongesso è sinonimo spesso di soluzioni efficacissime: una sala d'attesa in uno studio medico, l'atrio d'ingresso di un ufficio, un antibagno, solo per citare qualche esempio. Nell'immagine la proposta del brand La Moquette del RTS Group: libreria, controsoffittatura e alloggiamento per chitarre, rigorosamente in cartongesso.

Muro di cartongesso


Fare una parete di cartongesso

Fare una parete di cartongesso Entriamo dunque nella fase operativa e spieghiamo come fare una parete in cartongesso. Per iniziare si stabilisce la posizione della parete e si tracciano le linee guida su pavimento e soffitto. Tagliate secondo misura i profilati in acciaio orizzontali e fissarli con i tasselli a percussione (a distanza di circa 50 cm) al pavimento e al soffitto. Quindi incastrate i profilati verticali che verranno a trovarsi in contatto con le pareti attigue originali, avendo cura di prevedere il vano porta. Fissate i profili con tasselli e viti autofilettanti, all'incirca ogni 60 centimetri. Perpendicolarmente al profilo basso posizionate quello sul soffitto e avvitatelo. Collocate il primo profilo verticale tenendo conto che la lunghezza deve essere inferiore di 1 centimetro alla distanza tra pavimento e soffitto. Avvitatelo ad una delle traverse verticali e sul profilo a soffitto. Posizionate la porta nel telaio e avvitate quest'ultimo. Posizionate sulla traversa alta della porta un profilo orizzontale con due traverse verticali, quindi avvitatelo. E' la volta quindi del secondo profilo verticale lungo il telaio della porta e in tutti i profili alti e bassi. Avvitare e inserire poi tra i profili alti e bassi i montanti verticali a distanza di 40 centimetri l'uno dall'altro. Date un'occhiata alla corretta perpendicolarità, e lo scheletro è terminato. E' il momento di montare i pannelli in cartongesso, preferibilmente in orizzontale. Si passerà quindi alla preparazione della parete per renderla idonea alla pitturazione. Necessario dunque procedere alla posa del nastro adesivo sui giunti, allo stuccaggio di tutto l'insieme e, infine, alla pitturazione. Nella foto un particolare della orditura metallica realizzata dall'azienda specializzata Cartongessi Michelini.


  • Librerie cartongesso A quanti capita di essere indecisi nello scegliere quale tipologia di libreria collocare in casa, come sceglierla e come strutturarla nel caso di librerie componibili? Sempre: questo perché lo spazio ...
  • Parete attrezzata in cartongesso La progettazione di una parete in cartongesso, è una delle idee più funzionali e pratiche nel campo dell'arredamento moderno. Con la sua realizzazione si può usufruire di molteplici utilità in quanto ...
  • cabina armadio cartongesso Realizzare una cabina armadio in cartongesso è una soluzione che ci permetterà di avere ciò che desideriamo senza alcun compromesso poiché la penseremo e realizzeremo totalmente su misura e in base al...
  • Armadio in cartongesso Se quando giriamo e rigiriamo per trovare l’armadio adatto ci rendiamo conto di non trovare nulla di nostro gusto, che ci soddisfi in forma, dimensione e prezzo, una soluzione valutabile è quella di r...


Parete di cartongesso con porta

Parete di cartongesso con porta Studiando come fare una parete in cartongesso dobbiamo tener presente che non solo le pareti possono essere realizzate con tale materiale. E' il caso della porta, ad esempio, una scelta che garantirà uniformità estetica e comodità realizzativa, con un effetto finale molto lineare e pulito adatto in particolare ad ambienti moderni. Le porte in cartongesso solitamente vengono realizzate con una struttura in alluminio che conferisce leggerezza e stabilità, sulla quale poi vengono applicati i pannelli in cartongesso che possono essere rifiniti nel modo preferito. Terminata la costruzione della struttura di sostegno in metallo e l'istallazione del telaio della porta che abbiamo scelto, si procede con la posa delle lastre di cartongesso. Quindi alla stuccatura dei giunti della lastre di cartongesso e delle teste delle viti e infine alla verniciatura della parete. A seconda del tipo di porta scelto si dovrà realizzare poi il tipo di finitura richiesta. Se, per esempio, abbiamo optato per una porta raso muro, priva cioè di stipiti, coprifili e cornici, dovremo procedere alla verniciatura nella stessa tonalità della parete. In questo modo la porta si armonizza perfettamente con il resto del muro. Ma c'è anche un'ulteriore opzione interessante e comodissima: la porta scorrevole. In tal caso bisogna considerare che per poter montare una porta scorrevole avremo la necessità di progettare una parete con uno spessore sufficiente per ospitare lo scrigno di contenimento. La misura dello spessore di uno scrigno è di 10 centimetri quindi la parete finita sarà spessa 12-14 cm. Nell''immagine il modello Walldoor 2 prodotto da Giuffrida Bragadin: eleganza e funzionalità in un sol colpo.


Come fare una parete in cartongesso: Rivestimenti in cartongesso

Rivestimenti in cartongesso Se stiamo esaminando come fare una parete in cartongesso è opportuno riflettere su un'ulteriore, significativa prerogativa di questo materiale: la grande capacità isolante. Il cartongesso infatti può essere efficacemente utilizzato come barriera contro sbalzi termici e umidità. Muffa e condensa possono essere opportunamente combattuti (oltre ad essere antiestetici, rappresentano una grave minaccia alla nostra salute) proprio ricorrendo alle virtuose proprietà di questi pannelli in misto gesso – cartone. Sporco e umidità che si addensavano sulla parete compromettendo la salubrità dell’ambiente e causando inevitabili imbarazzi in presenza di ospiti, vengono battuti definitivamente mediante il posizionamento di pannelli che catalizzano gli agenti esterni. Un risultato peraltro facilmente raggiungibile. La prima cosa da fare è ripulire tutta la parete interessata eliminando lo strato superficiale di umidità. E' quindi possibile incollare direttamente sulla parete il cartongesso, preceduto da uno strato di materiale plastico: il polistirene. Bisogna stare attenti a sigillare con silicone impermeabilizzante tutte le giunture. Per un lavoro ottimale si può optare per l'apposito cartongesso verde antiumidità (o cartongesso idrorepellente).

Il rivestimento di cartongesso con intelaiatura si è guadagnato nel tempo la fama di metodo di rivestimento più veloce e sicuro. Con costi peraltro non proibitivi: in genere i pannelli di cartongesso vengono venduti a prezzi che oscillano tra i 20 e i 35 euro al metro quadrato. Nel particolare, pannelli della idrolastra GKI Verde di Knauf. Misure: 120 x 200 centimetri.