Consolle Ingresso: Arredi Funzionali per l'Arredo Casa

- 28 febbraio 2014

La praticità di una consolle ingresso

Il primo spazio che s’incontra quando si entra in una casa è proprio l’ingresso: per renderlo funzionale è possibile inserire una consolle ingresso. Le consolle sono arredi caratterizzati da un piano di appoggio di ridotte dimensioni sorretto da due o più supporti, da addossare a una parete. Utile e molto funzionale se posizionato vicino alla porta, la consolle ingresso permette di poter poggiare tutto ciò che entrando in casa ci occupa le mani: dalle chiavi, alle borse, al cellulare. La consolle ingresso caratterizzerà lo spazio, donando un primo impatto dello sviluppo della casa.  In foto: Consolle Luxury di Riflessi, realizzata in legno con gambe sagomate in acciaio cromato. E' disponibile in rovere tinto: bianco, wengé, grigio, tabacco, naturale, ciliegio, cenere e miele.

Le tipologie di consolle ingresso

Differenti stili, forme, materiali e tipologie caratterizzano l’estetica delle consolle ingresso. Dalle più moderne in cristallo di forma minimale, alle classiche consolle in legno caldo e scuro, con decori a intaglio: la scelta deve essere ponderata in base allo spazio a disposizione, allo stile della casa e alle necessità. Se l’ingresso è un ambiente piccolo e di risulta tra scala, cucina e soggiorno, evitiamo di inserire consolle ingresso scure o massicce: un arredo bianco o trasparente, lineare e minimale alleggerirà il senso di oppressione. Se invece lo spazio è importante, scegliamo soluzioni che lo enfatizzino e lo facciano apparire ricco e valorizzato. In foto: consolle allungabile Metrò Xelle di Ozzio. La struttura è in estruso di alluminio, piano e prolunghe sono in legno. La consolle è provvista di meccanismo telescopico in alluminio.

Consolle da ingresso

Funzionalità e praticità mescolate a stile e creatività sono gli elementi di base per arredare con gusto e personalità l'ingresso. Gli arredi e gli accessori che concorrono a realizzare l'atrio perfetto sono: uno specchio, utile sia in fase d'ingresso che d'uscita dalla casa e ottimo espediente per allargare lo spazio, un appendiabiti dove riporre capi spalla e borse e un pratico svuotatasche dove abbandonare le chiavi, il cellulare e la posta. Altri complementi d'arredo altrettanto importanti sono: una bella lampada da tavolo o da terra, per illuminare maggiormente un ambiente di solito in penombra e qualche originale soprammobile, come un vaso o una scultura. Molte delle funzioni appena citate, la consolle le assolve alla perfezione. Nonostante le sue discrete dimensioni e la profondità ridotta riesce ad essere il sostegno perfetto di punti luce e oggettistica d'arredo, se munita di cassetti e vani a giorno, la consolle d'ingresso può contenere chiavi e materiale cartaceo e con il suo volume addossato a muro rappresenta una buona base per allestire un grande specchio al di sopra di essa. Una stilizzata e divertente interpretazione di consolle colorata e moderna ce la offre MO-OW Design, azienda portoghese che realizza mobili dal design molto attraente, con la consolle MOb N1, in foto. La consolle rettangolare in MDF laccato, è munita di tanti cassetti e scompartimenti nascosti che la rendono originale e versatile.

Consolle ingresso moderno

Dopo aver indicato gli elementi che compongono l'ingresso, per individuare con chiarezza la consolle che più si addice all'estetica della nostra abitazione, possiamo sezionare l'offerta commerciale in tre settori, in base allo stile caratterizzante di ciascuno, distingueremo così le consolle moderne da quelle di design e dai tavoli consolle in stile classico. Lo stile moderno è facilmente riconoscibile in quanto contraddistinto da linee nette e pulite e da un disegno minimale ed essenziale. Nessun eccesso, nessun dettaglio ricercato ma praticità d'utilizzo e semplicità di manutenzione. I materiali utilizzati possono essere tradizionali ma trattati e lavorati con tecniche attuali per realizzare superfici dai colori e dalle finiture accattivanti e particolarmente di tendenza. Un esempio lampante di consolle d'ingresso moderna ce lo dà Treku con il modello Aura S8, un tavolo consolle in legno massello munito di cassetti e vani a giorno. Il mobile contenitore ha un design che si ispira al passato ma lo rivisita inserendo finiture e colori a contrasto cromatico. Le gambe sottili possono essere in metallo o legno e la struttura è disponibile laccata o in legni di noce o rovere.

Consolle ingresso design

Allineate al gusto contemporaneo ma sottolineate da dettagli inediti e da un uso dei materiali innovativo e insolito sono le consolle d'ingresso di design. Il forte segno grafico che caratterizza la consolle di design, la rende ideale in ambienti particolarmente studiati, dove ogni pezzo d'arredo risulta unico e curato. Attirerà sicuramente l'attenzione del visitatore grazie alle sue linee particolari e all'originale e forte carattere. Deve obbligatoriamente essere accompagnata da inconsueti soprammobili e piccoli oggetti rari, come ad esempio: una scultura d'autore, una famosa lampada da tavolo di design o qualche ninnolo proveniente da un lontano viaggio esotico, che vadano così a completare la consolle in modo scenografico. Il sorprendente accostamento dei materiali è poi un'altra caratteristica delle consolle di design. Preziosi materiali come il marmo e le pietre o legni antichi di recupero, dai tagli e dalle forme inconsuete, vetro e metallo, lavorati per assumere aspetti sofisticati e seducenti, sono plasmati da abili mani e abbinati tra loro per originare oggetti esclusivi. Come esclusiva è la consolle dal forte design stilizzato Lama di Meme Design, in foto. Il tavolo disegnato da Carlo Trevisani è estremamente essenziale, realizzato in metallo laccato, è disponibile in ben 15 colori da catalogo e può essere ideale anche come piccolo scrittoio.

Consolle ingresso classiche

Arredare la casa in un determinato stile obbliga ad utilizzare mobili, materiali, tessuti e complementi d'arredo che imprimano un carattere fortemente riconoscibile all'ambiente domestico. Tra tutti gli stili, quello classico è di certo il più distinguibile, si contraddistingue per: mobili eleganti, colori caldi, spazi accoglienti e una raffinata atmosfera bon ton. Le consolle d'ingresso classiche avranno linee morbide ad andamento ondulato e volumi sinuosi, dettagli preziosi e intarsi decorati, saranno caratterizzate dall'uso del legno prevalentemente nelle essenze del noce e del ciliegio. Fanno parte di un'ambientazione classica anche gli arredi lussuosi dalle forme bombate, contraddistinti da un uso azzardato di dettagli preziosi in oro e bordature argentate, che recuperano lo stile barocco e lo reinterpretano per dar vita a creazioni contemporanee dal fascino senza tempo. Sotto la classificazione classica rientrano anche le consolle che riprendono lo stile Impero o di gusto Liberty, magari pezzi originali d'epoca scovati da qualche famoso antiquario. Una speciale consolle classica è Orione di Corte Zari, di dimensioni 170 x 40 cm e 77 cm di altezza, disponibile in diverse finiture. Orione si fa notare per le originali gambe, frutto di accostamenti e fusioni di diverse geometrie, che sorreggono un elementare e semplice piano rettangolare.

Consolle per ingresso in ferro battuto

Entrare dalla porta ed essere subito accolti da mobili e accessori che svelano immediatamente la personalità dei padroni di casa. Ecco, l’ingresso è proprio così, un biglietto da visita che non si declina su un pezzetto d cartoncino ma si esibisce attraverso l’arredo. In questo, il versatile elemento costituito dalla consolle è quel che ci vuole per vestire e arricchire spazi non sempre facili, grazie alle sue dimensioni tutto sommato contenute e in particolare alla sua profondità decisamente limitata che gli consente di essere utile ma non ingombrante. Nella considerazione classica di consolle c’è molto spesso come “compagno di arredo” uno specchio ma non è detto che questa accoppiata sia sempre la soluzione migliore. Anche una generosa lavagna da muro può essere ideale, soprattutto per appuntare note di cose-da-fare senza rischiare di dimenticarle, visto che si trova in un punto ben visibile e di certo molto trafficato nella vita quotidiana. E poi, potrebbe essere un’idea carina per scriverci sopra frasi di benvenuto per gli ospiti che andandosene via possono a loro volta ringraziare allo stesso modo per l’ospitalità ricevuta. La consolle di Maisons du Monde che fa parte della collezione Lubéron, la regione della Provenza cui si ispira, è un delizioso mobiletto, le cui misure sono perfette per la sua collocazione vicino alla porta di casa: profondo 40 cm, largo 100, alto 76. Un piccolo (grande) esercizio di stile testimoniato dalla parte inferiore in ferro battuto, reso anticato da una specifica finitura cerata, finemente lavorato e dotato di gambe “a ricciolo”. Nella parte superiore un semplice piano senza cassetti: regala tutto il calore del legno di palissandro sheesham, le cui sfumature dorate e venature sono messe in risalto da una tinta applicata a mano. Una semplice raffinatezza, dal sapore country e molto chic.

Consolle per ingresso in vetro

Per approntare la nostra zona ingresso ci si può dedicare a oggetti d’arredo che si trasformano in opere d’arte di grande appeal. Questo in particolare se la casa è votata a un mood raffinato con grande attenzione alle forme dei mobili, modellate in linee moderne ed inusuali allo stesso tempo, esaltando le superfici di appoggio ma con tutta la sicurezza di una estrema resistenza. Una grande leggerezza senza rinunciare alla funzionalità, impreziosita dal materiale in cui è costruita, il vetro, la cui (apparente) freddezza è scaldata dalla “vezzosità” delle curve che donano una gran bella estetica raffinata e pulita. Ecco il profilo di Charlotte, la consolle di Fiam Italia, azienda marchigiana specializzata negli elementi di arredo in vetro curvato. Lo spessore di quello usato per Charlotte, progetto del designer Prospero Rasulo, è 15 mm, con la portata sul piano di 60 kg. I suoi numeri permettono una profondità di 36 cm, una larghezza di 118 (che si restringe in basso a 84), un’altezza di 80. È possibile anche una variante con ripiano in vetro curvato acidato da 6 mm e si può avere con diverse finiture, come il vetro extralight acidato retrolaccato o il retro argentatura. Da accompagnare con pochi accessori, un quadro alla parete (al posto di uno specchio che rischierebbe di non rendere giustizia al vetro curvato), una piccola scultura in legno dalle linee squadrate e una lampada dal look minimale.

Consolle ingresso anni 70

Gli anni settanta del secolo scorso sono caratterizzati da una grande originalità nel campo dell’interior design, quando praticamente si è iniziato davvero a osare di tutto, scavalcando certi conformismi dell’arredo classico in senso lato, introducendo una generosa presenza di elementi costruiti in materiali hi-tech dall’aspetto pulito per contrapporsi in maniera creativa a scenari con protagonisti colori e immagini forti e vivaci. Oggi c’è un gran ritorno al look “settanta” e come allora l’obiettivo è rendere la casa bella e comoda da vivere, più “friendly”, per tutti. Arriva direttamente da quel periodo una consolle disegnata per Zanotta nel 1971 ma perfetta per le attuali tendenze, un vero e proprio pezzo evergreen. Quaderna è squadrata ed ha la struttura in legno tamburato con una bella particolarità: è placcato in laminato Print, dal colore bianco, poi stampato in serigrafia a quadretti neri con interasse di 3 cm. Larga 180 cm, alta 84, profonda 42, può essere equipaggiata pure con una elemento più piccolo, alto 39 cm, il quale, con la sua larghezza di 150 cm, si inserisce perfettamente sotto di essa, un “gemello diverso” che ne incrementa le utilità. Il fatto che Quaderna sia bianca, permette una scelta decisa verso altri accessori anni settanta, votati a nuance cariche e disegni esagerati, prestando un occhio all’abbinamento con linee morbide e arrotondate, in piena atmosfera vintage.

Consolle ingresso in legno

Un materiale passepartout, che si accosta in armonia con qualsiasi stile, è senz’altro il legno che impreziosisce gli ambienti con il suo profumo e la sua texture. E che si presta a inventare soluzioni creative dalla grande valenza estetica per situazioni, come quelle dell’ingresso, in cui la penuria di metri può essere un vero problema. Intra di Bross è la risposta geniale a queste limitazioni, perché ha una doppia anima. Costruita in rovere naturale, da chiusa, con una profondità di 40 cm e una larghezza di 180, si appoggia alla parete per essere una comoda consolle che può essere usata come scrittoio (ha pure un pratico contenitore ritagliato nella parte centrale del piano, in cui riporre piccoli oggetti). Bastano pochi secondi però, grazie a un facile meccanismo, per trasformarsi in un vero e proprio tavolo da pranzo, 80×180 cm, attorno a cui si possono sedere fino a sei persone. Insomma, un mobile che raddoppia (praticamente) le sue potenzialità. I profili di Intra possono essere laccati con colorazioni a contrasto: nero opaco o bordeaux.

Sfoglia i cataloghi: