Finto parquet, le principali caratteristiche

Pavimento finto parquet

Fra i numerosi materiali utilizzati per i pavimenti, il parquet è uno dei più apprezzati, poiché conferisce all’abitazione un'atmosfera di calore domestico. Essendo al contempo una finitura elegante, è consigliabile anche per gli ambienti più sofisticati. Spesso viene applicato anche in quei locali dove un tempo non veniva usato, come cucine e bagni, ma molti utenti vi rinunciano per mancanza di tempo da dedicare alla manutenzione e alla pulizia del legno, e soprattutto per ragioni economiche.

Il finto parquet o parquet laminato consente invece di godere dello splendore del legno senza un grosso impegno in termini di manutenzione ed economici.

Il finto parquet non è un vero parquet, ma riproduce pedissequamente le maggiori essenze legnose con ottimi risultati sul piano estetico.

Il laminato in genere è composto da un film protettivo resistente, da un foglio decorativo che riproduce l’essenza lignea, da un pannello in resina e fibra di legno (HDF) e da una controbilanciatura importante per mantenere la stabilità del prodotto.

E’ dunque la scelta ideale per chi ambisce a un pavimento effetto parquet risparmiando tempo e denaro.



Nell’immagine, la serie Floover Synchro Endless di Lithos, la quale offre la possibilità di realizzare ambientazioni con un effetto unico di profondità ed eleganza grazie alla tecnologia endless che consente di unire i lati corti di due doghe senza interrompere il decoro. Si ricava così una plancia dalla lunghezza doppia, caratterizzata dalla lavorazione di sincronizzazione del poro per una percezione tridimensionale della superificie abbinata a tonalità ad effetto legno tradizionali. Disponibili sei tonalità. In foto è presentato un pavimento realizzato nella finitura Old.

Pavimento finto parquet


Prezzi finto parquet

Prezzi finto parquet Oltre ad essere rapido da posare e più economico rispetto al parquet autentico, il finto parquet presenta anche altri benefici come l’’elevata resistenza al calpestio e all’usura. Inoltre non è soggetto a variazioni di colore con l’esposizione alla luce e necessita di una minima manutenzione. I laminati vengono offerti con spessori variabili da 6 a 12 mm: più elevato è tale valore e maggiore sarà robusto e resistente il materiale.

Ma quanto costa il finto parquet? 
Il mercato, come succede spesso per i prodotti in costante incremento di vendite, offre materiali da pochi euro: da cinque fino e oltre i cinquanta.
Spetta all’utente finale decidere quanto spendere, ma soprattutto cosa pretendere a seconda del luogo di applicazione della pavimentazione.

Nell’immagine, Alloc realizza pavimenti in laminato ad alta pressione con sistema di incastro che facilita la posa del pavimento senza ricorrere alla colla. Grazie al sistema ad incastro è possibile unire in modo rapido e facile le tavole con un semplice click. Il risultato di posa sarà ottimale, il lavoro di precisione viene realizzato in fabbrica. I prodotti Alloc sono resistenti ai giochi dei bambini, ai graffi delle unghie dei cani, ai tacchi a spillo, a mobili pesanti in ufficio; in breve resistono bene a tutto quello che concerne la vita quotidiana.


  • parquet laminato Rivestimento elegante e in accordo con gli attuali trend d'arredo, il parquet dona alla casa un aspetto caldo e accogliente.Tutte le caratteristiche proprie del legno si trasferiscono nel parquet su...
  • Parquet Ikea Sempre più diffuso nel nostro paese come tipo di pavimentazione, il parquet ha ormai superato le problematiche che lo affliggevano in passato, legate ai cambiamenti nelle condizioni di umidità e che p...
  • parquet Chi ama la natura, ama avere nella propria casa una soluzione di pavimento in legno.Il legno è un materiale estremamente particolare dotato di una particolare caratteristica che è la vita.Infatt...
  • gres aspetto pietra mons Quando dobbiamo scegliere i rivestimenti per gli spazi di casa, oggi sempre più spesso la preferenza cade sul gres, salvo che non si desideri un differente materiale come il legno.Escluso il mater...


Parquet laminato

Parquet laminato La posa in opera del finto parquet si realizza rapidamente senza il bisogno di rimuovere il vecchio pavimento.
Viene utilizzata la tecnica flottante senza colla, grazie alla quale i singoli elementi vengono fissati tra loro ad incastro e appoggiati al piano di posa preventivamente coperto da un foglio di materiale isolante che assicura l’elasticità complessiva del pavimento e riduce i rumori.

Il pavimento in laminato viene offerto in svariate finiture e vari colori. La maggioranza delle estetiche riprende le tipiche venature del legno: molto apprezzate quelle in noce, faggio, acero, rovere, ciliegio, castagno, pino, wengé e frassino, disponibili in nuance marcate o delicate. Le finiture della superficie sono diverse: quella spazzolata riduce la lucentezza della superficie, mentre il genere bisellato conferisce al pavimento l’aspetto delle reali doghe.

In foto, Parkover FR di Nanni Giancarlo & C è una gamma di pavimenti in laminato da 7 a 12 mm. di spessore. Garantisce la massima resistenza, un accurato isolamento acustico e l’attenuazione dei rumori da impatto, come pure un perfetto isolamento dai rumori da trasmissione. Parkover è ampliamente certificato per la qualità dei materiali impiegati, gli standard di produzione, le prestazioni: secondo le normative unificate europee.

A cura di Elena Marzorati


Finto parquet

Finto parquet Questo tipo di rivestimento può essere un'ottima alternativa per avere un pavimento che regali calore e bellezza, ad un prezzo più conveniente rispetto a quanto non occorra per installare un vero parquet. Il laminato, infatti, è un rivestimento molto economico, acquistabile a prezzi che, a volte, sono inferiori ai 10 euro al metro quadro. C'è da dire che è bene ricordarsi che questo tipo di rivestimento è soggetto all'umidità, così come del resto accade per i pavimenti in vero parquet, quindi è meglio non installarlo in ambienti in cui il tasso può essere elevato, come avviene, ad esempio, in bagno o in cucina. E' un materiale resistente all'acqua, ma non in quantità elevate. In bagno e in cucina, però, può capitare che il pavimento debba accogliere un eccesso d acqua, elemento che può andare a rovinare in modo rapido il supporto su cui è stato posato il rivestimento laminato. In questo caso, meglio optare per un altro tipo di finto parquet, quello realizzato con piastrelle in gres porcellanato effetto legno, solide, resistenti e durature, oltre che inattaccabili da acqua ed umidità.

In foto: pavimento in finto parquet laminato Skema Living, un materiale versatile e che non ha bisogno di particolare manutenzione per mantenersi. L'azienda propone numerose varianti sia per quel che rigurda la finitura superficiale che le dimensioni per ottenere l'effetto desiderato per la propria casa.


Finto parquet, le principali caratteristiche: Piastrelle finto parquet

Piastrelle finto parquet Una valida alternativa per avere un pavimento che imiti l'aspetto del parquet ma che risulti solido, durevole, perfetto anche per gli ambienti esterni è quella di rivolgere la propria attenzione verso le numerose varianti di piastrelle in gres porcellanato effetto legno, una soluzione capace di coniugare bellezza e resistenza, il tutto ad un prezzo molto contenuto. Le migliori aziende di pavimenti producono sempre nuovi modelli di piastrelle in gres effetto legno, data la grande versatilità che esse consentono, avendo la possibilità di realizzare numerosi effetti capaci di riprodurre le migliori e più pregiate essenze di parquet. Marrazzi, ad esempio, nel proprio ampio catalogo prevede un'apposita sezione dedicata a presentare le proprie mattonelle effetto legno, realizzate con l'intenzione di fornire una gamma completa di alternative per quel che riguarda i formati e i colori. La linea Treverktime, ad esempio, prende spunto dal parquet in rovere per avere delle piastrelle in finto parquet di grande fascino. Le piastrelle Treverktime sono disponibili in 5 differenti colori e nel formato sempre molto apprezzato, da 120x20. Le mattonelle di questa linea hanno uno spessore di 10.5 mm e, rispetto al laminato, vanno posate tramite incollaggio su un solido supporto per mezzo di apposite colle per piastrelle.

In foto: piastrelle Treverktime Marazzi.