Fotovoltaico condominiale

Vantaggi

Con un impianto fotovoltaico condominiale, un edificio produce autonomamente l'energia che gli serve per le diverse utenze e, se tale energia non dovesse bastare al fabbisogno giornaliero, la differenza verrà prelevata dalla rete senza distacchi. Invece nel caso di eccedenza, il Condominio avrà il diritto di vendere l'energia auto prodotta alla rete elettrica.

 

Il Condominio oltre ad avere l'agevolazione di incassare per l'energia venduta, avrà diritto ad un incentivo per 20 anni, su tutta l'energia prodotta dal proprio impianto, quella ceduta alla rete e quella auto-consumata. In questo modo il Condominio riduce notevolmente se non addirittura azzera tutte le spese di energia elettrica, trasformandole in entrate da poter utilizzare per altre spese straordinarie. E' possibile assicurare l'impianto con un' assicurazione, per eventuali danni da eventi atmosferici e garantire una manutenzione annuale in modo da avere una continua produzione, senza interruzione per eventuali guasti.

 

Esistono dei sistemi di monitoraggio, che permettono in tempo reale di capire se l'impianto funziona o se produce meno di quello che dovrebbe produrre. Per funzionare, un impianto fotovoltaico ha bisogno della luce del Sole, quindi produce solo di giorno, sicuramente nelle giornate dove l'irraggiamento è maggiore, maggiore sarà l'energia prodotta. 

 


Fotovoltaico condominiale: Installazione da parte del condominio

La legge Italiana prevede l'istallazione di un impianto fotovoltaico condominiale, previo consenso da parte dei condomini, verbalizzato in assemblea. Ai sensi dell'art. 1120 del Codice Civile si dovrebbe deliberare con la maggioranza dei partecipanti, oppure composta da due terzi del valore dell'edificio (art. 1136 del C.C.).

 

La Legge Italiana stabilisce che è possibile deliberare con la maggioranza delle quote millesimali, ai sensi dell'art.26 comma 20 Legge 10 del 9 gennaio 1991 e art.23 del DPR 380 del 6 giugno del 2001 per favorire l'utilizzo di energia rinnovabile sulle parti comuni dell'edificio. Questa istallazione è consigliata per abbattere totalmente o parzialmente i costi delle bollette di energia elettrica, utilizzata dal Condominio, per l'illuminazione interna ed esterna dello stabile, dai movimenti dell'ascensore, dagli automatismi dei cancelli pedonali e carrai, dall'utilizzo di citofoni e di macchine per la pulizia di scale, androni e giardino ecc...

 

Questo impianto può essere istallato su tutte le zone di proprietà del Condominio come tetti, giardini, cortili, portici, in quanto per legge sono considerate innovazioni dirette al miglioramento o all'uso più comodo o al maggior rendimento delle cose comuni. I condomini dissenzienti ai sensi dell'art.1121 del C.C., possono richiedere di essere esonerati dalla spesa dell'istallazione, quindi non usufruire del vantaggio che da' un impianto fotovoltaico. Per l'istallazione, i tecnici devono eseguire alcune verifiche sullo stabile, per stabilire se esiste uno spazio comune, dove poter installare il fotovoltaico, preventivare la riduzione della bolletta elettrica e i rimborsi che avrà con un conto energia.