Impianti elettrici domestici: la nuova classificazione

Classificazione

Un livello Base, un livello Standard e uno Domotico.

È questa la nuova classificazione degli impianti elettrici domestici, nella quale trovano immediata applicazione i contenuti altamente innovativi presenti nella Variante alla Norma CEI 64-8, di riferimento per gli impianti elettrici, entrata in vigore nel mese di settembre.

Tale classificazione degli impianti elettrici in 3 livelli descrive ciò che gli utenti potranno scegliere nel momento in cui, rivolgendosi a un installatore di impianti elettrici, decidano di installare un nuovo impianto oppure di rinnovarlo.

L’utente finale potrà d’ora in poi chiedere all’installatore che la realizzazione dell’impianto elettrico sia di livello 1, 2 o 3, dove il livello 1 individua la configurazione minima che dovrà  avere un impianto perché possa essere considerato a norma.

I livelli superiori 2 e 3 aumentano le prestazioni dell’impianto e quindi la sua fruibilità, adeguandola sia alle necessità degli utenti sia alla morfologia dell’habitat.

impianti interfaccia


Impianti elettrici domestici: la nuova classificazione: Come scegliere il livello più adatto?

pannello touch screen Livello 1 - Base

E' l’impianto base, ideato a misura di chi fa dell’impianto elettrico un uso essenziale, senza per questo rinunciare a sicurezza ed efficienza.

Installare in casa un impianto di Livello 1 vuol dire preservare in maniera sostanziale l’abitazione dal rischio di incidenti domestici dovuti al malfunzionamento dell’impianto elettrico.

Livello 2 - Standard

Prevede un aumento della dotazione e dei componenti rispetto al livello 1, alcuni servizi ausiliari, quali il videocitofono, l’anti-intrusione e il sistema di controllo carichi.

Quest’ultimo serve per ridurre i consumi energetici e ottimizzare l’uso di energia elettrica.

Preservando la casa da minacce esterne, i videocitofoni ed i sistemi anti-intrusione sono dotazioni obbligatorie in un impianto di livello 2 che, oltre ad aumentare i numeri di punti prese, punti luce e interruttori differenziali, permette alla casa di essere più attenta ai consumi e ancora più sicura.

Livello 3 - Domotico

Oltre a prevedere un ulteriore aumento delle dotazioni rispetto al livello 2, il livello 3 deve poter gestire almeno 4 funzioni domotiche quali, ad esempio, l’anti-intrusione, il controllo carichi, la gestione comando luci, la gestione temperatura, la gestione scenari, il controllo remoto, il sistema diffusione sonora, la rilevazione incendio, il sistema antiallagamento e/o la rilevazione gas.

L’impianto eleettrico di livello 3 è concepito specificamente per chi considera la tecnologia una componente importante di ottimizzazione della vita domestica. A beneficiarne è anche ovviamente il risparmio energetico all’interno dell’abitazione.

  • scrivania thonet La scrivania Thonet  con struttura in tubo d’acciaio S 285, disegnata da Marcel Breuer per Thonet nel 1935, festeggia il suo 75° compleanno e lo celebra con una Ladies’ Edition e una Men’s Edition. ...
  • scrivania clei Quando arriva un bimbo in casa è sempre una gioia: tutta la famiglia si dedica al nuovo arrivato con attenzione, scegliendo per lui gli abiti più graziosi, i giocattoli più stimol...
  • set da scrivania Le scrivanie antiche, di legno massiccio, con la poltroncina al posto della sedia e con il set di tagliacarte e pennini da inchiostro sono sicuramente un genere fascinoso ma che mal si addice alle nec...
  • soluzioni domotiche In occasione della recente edizione della manifestazione Intel 2005, ANIE, Federazione Nazionale delle imprese Elettrotecniche ed elettroniche, ha divulgato i risultati di un’indagine svolta da ...