La coibentazione per risparmiare energia

Coibentare

Una delle migliori modalità per implementare l’efficienza energetica di un edificio è quello di ridurre i consumi per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo e questo si può effettuare applicando un cappotto ai muri perimetrali.

La coibentazione può essere realizzata all’interno o all’esterno a seconda delle caratteristiche dell’edificio. In particolare la coibentazione interna può risultare efficace per situazioni in cui l’edificio non è riscaldato o abitato di continuo, come edifici pubblici o seconde case. Tale soluzione, che oltretutto ha un costo inferiore rispetto al cappotto esterno, viene applicata anche quando è necessario coibentare una singola unità immobiliare, anziché l’intero edificio. Anche l’applicazione è meno laboriosa, perché non bisogna asportare l’intonaco ma è sufficiente preparare adeguatamente il sottofondo su cui poi vengono applicati, con apposito collante, i pannelli coibentati in polistirene e cartongesso. Molte abitazioni non hanno un adeguato isolamento termico e il calore generato dal riscaldamento domestico tende a disperdersi in più punti della casa.

Erroneamente, si tende ad aumentare la temperatura interna ottenendo soltanto un notevole dispendio energetico. Basterebbe invece, coibentare adeguatamente le nostre abitazioni, onde evitare le dispersioni termiche, e far sì che i consumi energetici si riducano drasticamente, garantendo un clima migliore per tutto l'anno.

In foto: isolante termico in polistirene Xenergy di Dow

Xenergy Dow

Finether Guanti Resistente al Taglio - Protezione Alta Prestazione, Livello Alimentare, Antitaglio, EN388 Livello 5 (XL)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,88€


Pannelli coibentati

Styrofoam Dow In autunno e in inverno per mantenere costante la temperatura degli ambienti domestici occorre che quella delle pareti sia quanto più simile possibile a quella dell’aria all’interno; questo obiettivo si può ottenere solo limitando gli scambi termici tra interno ed esterno attraverso un efficace isolamento termico. Va sottolineato anche che tale coibentazione con pannelli coibentati, se posata senza interruzioni, ha l’ulteriore funzione di eliminare i punti di discontinuità tra i materiali della costruzione – denominati ponti termici – garantendo una barriera uniforme.

I pannelli coibentati possono essere realizzati con materiali naturali (come legno, sughero, lana, gomma naturale, fibre vegetali) o sintetici (come guaine, fibre polistireni, materiali plastici, resine). Le caratteristiche di leggerezza, maneggevolezza, isolamento termico e facilità d'uso ne fanno elementi idonei a soddisfare le più svariate esigenze edili per la realizzazione di pareti e coperture, applicabili alle più diverse strutture portanti.

In foto: i pannelli Styrofoam di Dow Building Solutions, lastre azzurre in polistirene espanso estruso a celle completamente chiuse, per l’isolamento termico


  • lana di vetro coibentazione La coibentazione è un sistema per isolare due ambienti che hanno condizioni climatiche differenti.Questa tecnica è utilissima perchè grazie ad essa si può avere un isolam...
  • coibentazione del tetto Un buon isolamento termico del tetto garantisce minori escursioni termiche, minori costi di riscaldamento e climatizzazione. L'assenza di un'adeguata coibentazione di casa fa si che il calore generato...
  • Schema tetto ventilato Quella dei tetti ventilati è una tecnica costruttiva che consiste nell'interporre un'intercapedine di 6-10 centimetri di spessore tra il manto di copertura e il pacchetto isolante. Il sistema presen...
  • Isolamento tetto in legno L’isolamento termico del tetto è molto importante. Per diversi motivi: durante la stagione fredda consente di non disperdere il calore prodotto dal riscaldamento domestico e ostacolare il passaggio de...

Piastrelle Adesivi Portoghesi | Adesive murali mosaico decorative in PVC per cucina | Stickers Design decori per bagno | ristrutturare casa | 10x10 cm - Design Piastrelle portoghesi - Set 9 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,85€
(Risparmi 6,1€)


Coibentazione tetto

posa coibentazione tetto L’adeguata coibentazione dei tetti delle nostre abitazioni sarebbe sufficiente per evitare dispersioni termiche e ridurre drasticamente i consumi energetici. Dato che il calore tende a montare verso l’alto, è chiaro che il tetto rappresenta uno dei punti di maggiore dispersione termica. In tetti con copertura a tegole di nuova costruzione, i pannelli isolanti o la guaina vengono posti sulle traversine al di sotto del manto di copertura, prima della sua posa in opera. Invece, nel caso di ristrutturazione di un tetto esistente, i pannelli si possono posare al di sotto delle travi. In tal modo si viene a creare una sorta di camera d’aria, la quale può essere ulteriormente riempita con materiali termoisolanti.

L’intervento di coibentazione è finalizzato a ottenere un adeguato valore di trasmittanza termica, termine che indica il livello di passaggio termico attraverso una superficie ed è migliore quanto più è basso. Per ottenere un buon risultato la legislazione prescrive l’utilizzo di pannelli di spessore di 12 cm. come minimo.


La coibentazione per risparmiare energia: Pannelli coibentati per pareti

pannello Knauff Per la coibentazione delle pareti occorre molta cura, impiegando materiali termoisolanti e pannelli coibentati di buona qualità da applicare direttamente al muro, facendo attenzione a non lasciare intercapedini tra i due elementi. La coibentazione interna deve essere ermetica all’aria per evitare danni strutturali. Per coibentare una parete interna si possono utilizzare lastre in cartongesso preaccoppiate a pannelli di polistirene espanso sinterizzato di almeno 3 cm di spessore da applicare a colla: si applica in maniera rapida ed economica. E’ sufficiente posizionare le lastre alla parete con colla specifica servendosi di una spatola dentata. Per quanto riguarda le nuove abitazioni, la coibentazione avviene solitamente nell’intercapedine; questa è una cavità che viene ricavata tra i setti murari.

All’interno si possono inserire materiali coibenti di natura e composizione diversa in base al tipo di muratura. Talvolta tale sistema viene utilizzato anche in costruzioni esistenti dove è presente un’intercapedine vuota. Si realizzano piccoli fori nelle pareti attraverso i quali si iniettano particolari formulazioni coibenti, quali argilla espansa in granuli, vermiculite, perlite o resine.

In foto: pannello isolante Knauf in lana di roccia