La tavola di Pasqua, come addobbarla

La tavola di Pasqua, idee

Quando l'inverno è ormai al suo termine e la temperatura primaverile inizia a farsi sentire, è anche il momento di pensare alla prima festività vera e propria dell'anno: quella pasquale. La tavola di Pasqua è un ottimo pretesto per sfoggiare elementi decorativi a tema e impressionare gli ospiti con idee fresche e originali. A volte, se il tempo lo consente, questa è anche un'occasione per splendide gite fuori porta: ma perché rinunciare ad una tavola imbandita? Ovunque sia il vostro pranzo, potrete allietare questo momento con sistemi semplici e veloci che colpiscano l'occhio (e lo stomaco). Un esempio molto carino e dal sapore bucolico è la scelta di una tovaglia dai colori allegri, abbinata con tovaglioli e posate legati insieme con un filo di rafia o di spago. L'effetto picnic, anche se si pranza dentro casa, si ottiene posizionando qualche uovo di quaglia bollito accanto o sopra il piatto dell'ospite, un cibo raffinato da servire prima del pranzo che sazierà gli occhi e non solo. Anche gli ovetti di cioccolato sono delle ottime decorazioni dal doppio scopo, soprattutto se hanno un incarto sgargiante: basterà metterle in ciotole bianche al centro della tavola e anche in giro per casa e saranno subito pronte al momento del dolce.
La tavola di pasqua, idee


Come apparecchiare la tavola di Pasqua

  • Come apparecchiare la tavola di pasqua
  • Come apparecchiare la tavola di pasqua
  • Come apparecchiare la tavola di pasqua
La tavola di Pasqua per gli animi romantici verterà sui colori tenui più classici come il rosa, l'azzurro tenue, il verde e il giallo canarino. Per un risultato naturale ma ad effetto, optate per una vera e propria riproduzione del tipico ambiente primaverile (questa festa infatti ci ricorda che il lungo inverno è finito e siamo alle porte della bella stagione): procuratevi una striscia di prato sintetico e mettetela al centro della tavola per la sua lunghezza, come se fosse un runner. Ora abbellitela con piccole uova dipinte a mano o altri oggetti dal sapore pasquale. Se non avete a disposizione l'erba potete semplicemente acquistare dei piccoli vasetti di piante aromatiche e disporli allo stesso modo al centro della tavola, poi abbellite i rametti con nastri di raso dai colori tenui come quelli citati prima. La fantasia per decorare la tavola nasce spesso dalla stagione e dai frutti che abbiamo a disposizione in quel periodo, quindi a Pasqua sarà assolutamente azzeccato tutto ciò che ricorda la primavera e i fiori che sbocciano, se non desiderate acquistare oggetti strettamente legati al tema pasquale.

Un altro sistema semplice e sobrio è quello di posare sui singoli posti tavola dei tovaglioli gialli da chiudere con del nastro insieme a piccoli mazzetti di fiori di stagione, perfetti i boccioli di roselline e viole.

  • come decorare la tavola di pasqua Come decorare la tavola di Pasqua con l’arrivo della primavera?  Sarà un’impresa molto piacevole e leggera in cui poter impiegare fiori freschi e ortaggi.Per decorare e creare porta tovaglioli pri...
  • Come decorare la tavola di Pasqua Se avete deciso di preparare un pranzo di Pasqua di quelli che gli ospiti non riusciranno facilmente a dimenticare, non solo dovrete cucinare delle pietanze strepitose ma dovete pensare anche alla dec...
  • Decorazioni pasquali, l'alberello pasquale La primavera sta sbocciando nelle nostre case e porta con se l'arrivo della Pasqua. Per non arrivare impreparati all'evento, possiamo fin d'ora iniziare a preparare le decorazioni pasquali, magari sfr...
  • Villa d'Este casalinghi La Pasqua: una ricorrenza molto sentita e molto amata da tutti noi. Una ricorrenza che ci vede impegnati nell'alacre lavoro di decorare la tavola e la cucina in una stagione dell'anno, la Primavera, c...


Tavola di Pasqua addobbi

Tavola di pasqua addobbi Le protagoniste assolute di questa festività sono loro: le uova. Perché quindi non utilizzarle come oggetto decorativo per la tavola di Pasqua? A seconda del tipo di decorazione che si sceglie si otterrà un effetto più o meno divertente, elegante, ironico. La prima domanda da porsi è a chi è destinato il pranzo di questa domenica di festa, se ai bambini, alla famiglia o a ospiti di altro tipo; da qui possiamo partire per imbandire la nostra tavola e andare a colpo sicuro. Se amate il colore e la lucentezza potete comprare delle uova di polistirolo – a grandezza naturale o più grandi – e infilzarle con uno spiedino per poterle dipingere con del colore acrilico bianco come base; adesso dipingete con un altro colore a scelta (l'azzurro intenso è perfetto) ottenendo dei pois, delle righe o semplicemente degli effetti bicolor se la precisione non è il vostro forte. Una volta lasciate asciugare, procedete con un effetto brillante che catturerà la luce e illuminerà la tavola: utilizzando della colla vinilica applicate dei glitter dorati negli spazi vuoti, oppure scrivete con un pennellino imbevuto di colla il messaggio che preferite e poi ricoprite con i glitter. Per un effetto più sobrio e “hipster”, dopo la passata di acrilico bianco è sufficiente divertirsi a decorare le uova con un pennarello nero a punta fine, con il quale disegnare pois, linee geometriche e grafismi dal sapore ironico.


Tavola di Pasqua elegante

Tavola di pasqua elegante Argento e oro sono perfetti per una tavola elegante, non solo a Natale: la tavola di Pasqua dal sapore raffinato e retrò vede piccoli oggetti brillanti al centro.

Il segreto per non sbagliare è scegliere un'unica tonalità da riprodurre sulla tavola bianca – per andare sul sicuro è ottimo anche il total white – come per esempio il giallo o il rosa, perfetto anche il lavanda. Prendete dei fiori freschi di queste tonalità, come la rosa, il ranuncolo, la violetta o la campanula e fate piccoli mazzi da sistemare dentro vasi di vetro o dorati. Le uova decorative non sono comunque da scartare, perfino per la tavola raffinata: in moltissime culture infatti sono simbolo di rinascita e prosperità.

Per rendere ancora più scintillante la vostra tavola potete optare per degli oggetti in vetro: le alzatine con la cupola, di stampo moderno o vintage, sono perfette per esaltare il contenuto e rendere tutto più raffinato. All'interno potete mettere il dolce o semplicemente una piantina, delle uova o dei coniglietti argentati, per poi posizionare l'alzatina come centrotavola.


Runner per la tavola di Pasqua

Runner per la tavola di Pasqua Finalmente il tepore della primavera eccolo qui e la Pasqua sugella con il suo arrivo il vero avvio della bella stagione, con le giornate sempre più lunghe e luminose, rallegrate dai colori dei fiori che uno dopo l’altro sbocciano alla nuova vita.

Per il momento si tratta di nuance pastello (c’è ancora un po’ di tempo per quelle intense della vicina estate), in grado di regalare alla nostra tavola festiva tanta delicatezza, con piccoli accorgimenti dal grande effetto.

Amy Loochtan dal suo blog Coffee Beans & Bobby Pins ci gira qualche suggerimento, a cominciare dal runner, di stoffa di iuta, riciclato da un sacco di farina, ben lavato e stirato, quindi poggiato su un tavolo di legno di noce: la sua semplicità valorizza i decori, un insieme di foglie di bosso, sia verdi sia nelle qualità variegate, su cui qua e là sono collocati ovetti di plastica bianca e dorata. Al centro, un vaso in ceramica dalle linee morbide tutto bianco, che esalta un mazzolino di fiori del periodo, le prime rose leggermente rosate candide, qualche tulipano e alcuni anemoni delle medesime tonalità. Attenzione all’altezza: deve essere tale che tutti possano guardarsi e chiacchierare senza problemi, come deve essere in questo giorno lieto. Ai suoi due lati, contenitori più piccoli e stretti, quel tanto che basta per un solo, lungo stelo di tulipano anch’esso white, come un paio di coniglietti in porcellana con le orecchie dorate che sembrano guardarsi attorno con curiosità e che sicuramente fanno sorridere i commensali. Il mood natural è anche valorizzato dalle tovagliette di paglia intrecciata sotto i piatti, decorati con fiori dipinti degli stessi colori di quelli veri. Per bere, essenziali calici di cristallo.

E i tovaglioli? Di cotone grezzo, bianchi ovviamente, su cui poggiare le posate d’argento. Un ultimo tocco: Ami consiglia come segnaposto un semplice cartoncino con il nome degli ospiti, in un contrastante intenso azzurro, per questo insieme all’insegna della gioiosa pacatezza.


Centrotavola per la tavola di Pasqua

Centrotavola per la tavola di Pasqua La Pasqua e la primavera intensificano la voglia di andare in giro per prati, boschi e parchi urbani, e di passare un bel po’ di tempo all’aria aperta. Ottima occasione per recuperare il materiale per realizzare un centrotavola che forse non sarà prezioso ma sicuramente originale. Bisogna creare una ghirlanda da utilizzare come un vero e proprio nido, intrecciando rami più o meno della stessa dimensione, recuperati attorno ad alberi e cespugli. Vanno bene in particolare quelli di nocciolo, salice, vimini, ma con un po’ più di pazienza si possono modellare anche quelli più sottili di platano. Se si ha la possibilità di andare nei pressi di un vigneto, si possono usare allo scopo i pezzi che vengono tagliati per rinvigorire le piante di vite.

Una volta intrecciato il legno, aiutandosi anche con un sottile filo metallico per meglio fissare il tutto, è il momento della decorazione interna, tagliando a misura una spugna da fiorista spruzzata di acqua per lasciarla umida su cui infilare qualche fiore di campo, quelli gialli delle brassicacee ad esempio che sono particolarmente accesi, e alcune foglie di felce. Si rifinisce con po’ di muschio e qualche filo di rafia o paglia per nascondere la spugna e vi si poggia sopra un gruppetto di uova sode senza decori, lasciate nel naturale colore che hanno, e si può piazzare la ghirlanda-nido fai-da-te su un’alzatina possibilmente trasparente con al di sotto un centrino che richiami i colori della composizione (ispirazione della Duke Manor Farm).

Alla stessa maniera, è possibile ottenere piccole ghirlande-nido per i segnaposti, ponendole sopra il bordo di tazzine da caffè vintage, infilando nel mezzo un uovo di plastica o polistirolo decorato, con il nome del commensale.


Tovaglioli per la tavola di Pasqua

Tovaglioli per la tavola di Pasqua Un’idea simpatica per la tavola di Pasqua è quella di creare tovaglioli a forma di coniglietto.

Si deve partire da un tovagliolo quadrato non molto sottile, come quello che si vede in foto, cioè di lino del marchio DaWanda, magari in un verde acceso o comunque nel tono che si armonizzi con il resto dei decori. Oltre al tovagliolo, gli “ingredienti” sono: qualche operazione di piegamento (più facile farlo che leggerlo), un po’ di pazienza e allegria, magari in compagnia di un bambino.

Prima di tutto si piega il tovagliolo a metà. Si ripete l’operazione, cioè lo si piega di nuovo a metà ottenendo un rettangolo lungo. Si piega a sinistra e destra verso il basso, in modo da ottenere una punta. Quindi si piegano gli angoli esterni così da creare un quadrato.

A questo punto si piegano ancora gli angoli laterali per farli incontrare al centro. Si gira il tovagliolo sottosopra e si piega verso il centro la punta in alto.

Si gira di nuovo il tovagliolo, piegando verso il centro la parte a sinistra.

Ora prima si piega il lato destro sopra, poi si bloccano i lati infilandoli in quella specie di tasca che si è formata. Si aggiustano le orecchie così formate sistemando verticalmente il tovagliolo-coniglio, che si può anche lasciare “coricato” nel piatto.


La tavola di Pasqua, come addobbarla: Colori per la tavola di Pasqua

Colori per la tavola di Pasqua Una tavola di Pasqua abbastanza insolita, approntata con oggetti di normale quotidianità, si può trasformare in un patchwork decorativo molto vivace, amplificando i colori. Questo effetto lo si raggiunge collocando sul tavolo uno specchio equipaggiato con una larga cornice molto decorata, un accessorio che diventa in pratica un assai curioso runner-centrotavola con in mezzo una brillante alzatina a tre ripiani di metallo lucido, arricchita da un misto di fiori e soprattutto frutta, scelta in nuance molto intense.

Intorno, qualche candela per creare un’atmosfera soffusa e recipienti dal gusto etnico, ma anche alcuni pupazzetti a forma (naturalmente ) di conigli. Come piatti, una serie di ciotole smaltate lucide una sull’altra con decori fatti a mano. C’è il posto per un vaso di porcellana bianca che simula nell’aspetto un uovo dal guscio rotto con dentro un po’ di fiori e alcuni rami contorti cui sono fissati ovetti di plastica, in una sorta di mini alberi di Pasqua. L’ispirazione è di Suppan & Suppan Interieur.