Pavimenti in Cotto - Tutto quello che c'è da sapere sui pavimenti in cotto

La Redazione Consiglia

I migliori articoli su Arredamento.it

- 01 marzo 2014

Il pavimento in cotto

I pavimenti in cotto per la casa offrono differenti tipologie, forme e dimensioni di rivestimenti per gli interni ma anche gli esterni di casa. Il pavimento in cotto ha una lunga storia e tradizione, in cui rientra il più classico, quello fatto a mano, come avveniva un tempo. Il cotto si ricava dall’impasto di argilla e acqua, che cuocendo danno vita alla terracotta, materiale che va dal colore rosso al giallo paglierino, fragile e poco resistente agli urti, molto duro e rigido. In base all’argilla che si utilizza, cambia peculiarmente il cotto di risultato: questo varia in base alle caratteristiche della terra iniziale in relazione al luogo di estrazione. 

Tipologie, forme e finiture di pavimenti in cotto

In base alla finitura superficiale il pavimento in cotto varierà il suo aspetto. Lo strato terminale della piastrella in cotto può essere più o meno levigato, rendendo un aspetto più grezzo e rustico, nel caso di superfici poco lavorate, oppure più tendente al moderno, nel caso di superfici lucide e levigate. Anche il colore determinerà lo stile dell’ambiente finale: un rosso mattone lucido o un giallo paglierino più rustico cambieranno decisamente i connotati allo spazio, che sia interno, che sia esterno. La forma che si preferisce influisce notevolmente sul risultato finale: piastrelle di ridotte dimensioni, medie e grossi formati, quadrati o rettangolari, renderanno lo spazio moderno o rustico, in base alle esigenze. Prima foto: Cotto D’Este. Pavimenti in cotto di qualità superiore per superfici sempre belle e attuali per la casa. 

Sfoglia i cataloghi: